Weekend in Barcellona (Spagna): 10 cose da fare in Catalunya

Standard

Barcellona è una città che riesce sempre a stupire: una volta visitata per la prima volta, non si vede l’ora di ritornarci e senza ombra di dubbio è la città che ho più visitato. Tra visite vere, viaggi di lavoro o scali in aeroporto ci sarò stato una cinquantina di volte.
Il sole, il mare, la gente in strada a tutte le ore ma anche i monumenti e i numerosi punti d’interesse la rendono senza dubbio una delle città più attraenti d’Europa. Come se non bastasse, la lingua simile all’italiano e le numerose opportunità di lavoro la rendono una delle mete migliori per chi vuole fare un’esperienza all’estero. In questo articolo vogliamo far luce sulle migliori cose da vedere a Barcellona, per cercare di aiutare chi ci arriva per la prima volta e non vuole perdersi nulla.


COSA VEDERE A BARCELLONA

SAGRADA FAMILIA

Non si può non iniziare la top ten della lista delle cose da vedere a Barcellona con la Sagrada Familia, monumento simbolo della città. Questa maestosa chiesa, capolavoro dell’architetto Antoni Gaudì, è a tutt’oggi incompiuta, e i lavori procedono molto lentamente secondo i progetti originali. Ma in gran parte è finita, e sia gli esterni che gli interni lasciano senza parole, per i loro contrasti e lo stile assolutamente unico che il Maestro ha voluto dare alla costruzione che gli ha regalato fama e onori in tutto il mondo. Da non perdere l’ascesa al campanile, da cui si ammira un panorama di Barcellona davvero mozzafiato.

LA RAMBLA

Sicuramente la prima o una delle prime strade che percorrerete a Barcellona è la Rambla che da Casa Milá si raggiunge attraversando Plaça de Catalunya: prendetevi una sangria, dopo tutto questo camminare, dalla fontana all’estremità settentrionale della strada che è un posto bellissimo!
La Rambla è il posto perfetto per assaporare l’atmosfera di Barcellona o dove trovare un posto in cui pranzare. Le opzioni sono tantissime: ok non sono i posti più economici e sono anche molto turistici, ma cosa c’è che non va nel sedersi, bere una sangria con le tapas ed osservare le persone che passano?
Attenzione: anche se io non ho mai avuto nessun problema, sembra che alcune zone turistiche della città siano terreno molto fertile per i ladruncoli.

LA BOQUERIA

A circa metà strada nella Las Ramblas, trovate La Boqueria, il mercato più antico e famoso della città. Anticamente si trovava appena fuori dalle vecchie mura ed era famoso perché era il mercato in cui trovare cose che altrove non si trovavano.
Oggi, il mercato è ancora popolare tra la gente del posto e ha ancora la reputazione di essere tra i mercati cittadini quello con la scelta più ampia: qui c’è davvero di tutto, dalla carne e pesce alla frutta, dolci e persino bancarelle di cibo e tostadas.

PARK GÜELL

Situato sulle colline verso il nord della città, Park Güell è un altro dei lavori di Gaudí. Questo è un po’ diverso da quelle viste fin qui, dato che è un grande parco con un numero di opere da esplorare e visitare. Originariamente progettato come un complesso residenziale di proprietà che offrisse vedute spettacolari, la visione di sessanta case non fu mai realizzata, con solo due effettivamente completate. Tuttavia, sono state create molte delle opere immaginarie di Gaudí per gli spazi pubblici, tra cui le case d’ingresso, la terrazza principale, la panchina a mosaico serpentino e i sentieri colonnati.

PANORAMA DAL PARK GÜELL

Una cosa da non perdee se andate al Park Güell è il panorama sulla città che si gode dalla collina.

CAMP NOU

I fan della squadra di calcio del Barcelona vorranno sicuramente visitare il Camp Nou, la casa della squadra di calcio di Barcellona di grande successo. Durante il giorno vengono fatti dei tour per dare un’occhiata dietro le quinte, dalle suite VIP agli spogliatoi dei giocatori.

LA BARCELONETA

Dopo le Olimpiadi del 1992 la parte della città formata da moli, magazzini e da frequentazioni poco raccomandabili è andata perduta. E’ stato creato un prolungamento della Rambla laddove un tempo c’era il Porto Vecchio, arricchito oggi da una multisala e da un’acquario, in questo modo la vera identità della città è andata via via scomparendo. Tuttavia è rimasta la Barceloneta, il quartiere dei pescatori, luogo privilegiato in cui gustare il tradizionale Pan e Tomate, cioè pane e pomodoro, e dove i più temerari possono provare la Bomba, una crocchetta di patata ripiena di carne e salsa piccante.

ARCO DI TRIONFO

L’arco di Trionfo (in catalano arc de Triomf) è un arco monumentale alto circa 30 metri, progettato dall’architetto Josep Vilaseca come ingresso principale all’esposizione universale del 1888, e realizzato insieme al passeig di Lluís Companys, il lungo viale pedonale che conduce al parc de la Ciutadella.

BUS TURISTICO APERTO

Se avete poco tempo per girare la città il modo più veloce è sicuramente prendere uno dei bus turistici aperti che vi porteranno in giro per le attrazioni principali della città.Scegli dove salire e dove scendere, tutte le volte che vuoi e durante il tragitto potrai usufruire di un’audioguida in 6 lingue, con Wifi gratuito, mappa della città e informazioni turistiche.

MONTJUIC

Montjuïc, insieme al Tibidabo, delinea il promontorio collinare che domina la città di Barcellona. Un luogo ricco di storia, di testimonianze culturali, usi e costumi locali, un luogo che racconta la Barcellona autentica, quella che mantiene le radici storiche e le consegna fino a noi e poi dopo di noi alle nuove generazioni. E’ il cuore della città, a sud – ovest di Barcellona, Montjuïc, il cui originale nome ha dato luogo a diverse interpretazioni etimologiche. Secondo alcuni il nome deriva dalla lingua catalana medievale e pertanto sarebbe traducibile come montagna ebraica. Secondo un’altra convincente interpretazione, Montjuïc deriverebbe dal latino Mons Jovicus ovvero collina consacrata a Giove.


COME ARRIVARE IN CENTRO CITTA’ DALL’AEROPORTO

Dall’aeroporto di Barcellona (Catalunya – Spagna) al centro città in bus, treno o taxi


LA MAPPA


VIDEO COME VESTIRSI CON IL CONTENUTO DI 4 BAGAGLI IN 1 IN AEROPORTO DI BARCELLONA


IL MIO BOOK FOTOGRAFICO DI BARCELLONA MAGGIO 2014

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL Book fotografico di Barcellona

Book fotografico di Barcellona


IL MIO BOOK FOTOGRAFICO DI BARCELLONA APRILE 2014

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL Book fotografico di Barcellona con Vueling

Book fotografico di Barcellona con Vueling

  • Un anno da Ambasciatore Vueling per Palermo: manifesti, foto e video! Thanks Vueling Airlines
    https://www.youtube.com/watch?v=TMSx-pIFFuUCosa vuol dire essere Ambasciatore Vueling? Per chi ama viaggiare e la fotografia come me è semplicemente un sogno da cui non v...
  • Foto – Isola di Comino (Arcipelago di Malta) 2015 – Island of Comino (Maltese archipelago)
    L’isola di Comino è la terza isola dell’arcipelago di Malta. Con soli 4 residenti, deve il suo nome al cumino, il finocchio selvatico chiamato “kemmuna” in maltese; una d...
  • Spalato o Split (Croazia): la perla della Dalmazia e il Palazzo Diocleziano
    Split (Spalato), è la seconda città più grande della Croazia ma non per questo meno viva e vivace.La sua posizione centrale, di fronte al mare Adriatico, la rende il luog...
  • VIDEO – Mosca (Russia) – ESTATE 2009
    https://www.youtube.com/watch?v=CC74agbKrxMQuinta ed ultima parte del Viaggio estivo 2009, tra Bucarest (Romania), Chisinau (Moldavia), Tiraspol (Transnistria), Kiev (Ucr...
  • Weekend in Lussemburgo: cosa fare nell’ultimo Granducato al mondo
    Il Lussemburgo si colloca proprio nel cuore dell’Europa tra Germania, Francia e Belgio. Fino ad oggi ho visitato repubbliche democratiche, dittature, monarchie e stati fa...
  • Lago di Misurina 1.754 metri s.l.m (Auronzo di Cadore) Dolomiti
    Nel cuore delle Dolomiti presso Auronzo di Cadore, si trova la “Perla delle Dolomiti”: il lago di Misurina è un piccolo lago alpino nella provincia di Belluno a confine c...
  • Il Lago di Alleghe immerso tra i boschi delle Dolomiti – Belluno (Veneto)
    Tra le innumerevoli chicche che offrono le Dolomiti un posto da visitare è sicuramente il Lago di Alleghe. Sulle Dolomiti dell'Agordino a quasi 1000 metri d'altezza sul l...
  • Weekend o settimana bianca a Padola: la magia del Comelico Superiore
    Se state cercando un paesino tranquillo dove poter trascorrere un weekend o una settimana bianca in pieno relax lontano dal caos cittadino, allora Padola è il posto giust...
  • Dall’aeroporto di Barcellona (Catalunya – Spagna) al centro città in bus, treno o taxi

    Standard

    Barcellona è una delle città più visitate al mondo ed è perfettamente organizzata per accogliere migliaia di turisti ogni giorno. I collegamenti dall’aeroporto sono molto efficienti e muoversi in città è molto semplice. Le alternative per raggiungere il centro città sono tante e in questo articolo cercherò di fare un quadro completo dei mezzi da prendere ed i biglietti da acquistare.

    Una volta che il tuo volo per Barcellona sarà atterrato all’aeroporto El Prat, puoi raggiungere il centro della capitale catalana utilizzando il treno, la metro, il bus o l’aerobus. La scelta è ampia e proprio per questo, mi sono resa conto che le troppe alternative possono mettere un po’ in confusione il turista appena atterrato.

    L’Aerobus

    L’Aerobus è un servizio di bus privato che parte ogni 5/10 minuti da tutti i terminal (T1 – T2 – T2C Easyjet) ed in poco più di mezz’ora ti permette di raggiungere il centro di Barcellona.
    E’ facilissimo da riconoscere: il bus è di colore azzurro/blu e si trova fuori da ogni terminal e un singolo biglietto vale 5,90€; se vuoi acquistare a/r il costo è di 10,20€ (il viaggio di ritorno ha una validità di 15 gg dal viaggio di andata).
    I bambini sotto i 4 anni viaggiano gratis ed il bus è abilitato anche per persone con disabilità.

    L’Aerobus ferma in Plaça d’Espanya, lungo la Gran Via (incrocio con Carrer Urgell in direzione centro città), su Carrer Sepulveda (incrocio con Carrer Urgell in direzione aeroporto), in Plaça Universitat ed in Plaça de Catalunya.

    In treno

    Il treno parte SOLO dal terminal T2 (se sei al terminal T1 puoi prendere il bus navetta gratuito che ti trasporta da un terminal all’altro) ed effettua diverse fermate ma le più importanti, nel centro città, sono Sants Estació, Passeig de Gracia e Clot-Aragó.
    Il treno parte ogni 30 minuti e ci mette 40 minuti circa per raggiungere la città.
    Il servizio è attivo dalle 5 del mattino fino alle 23 di notte circa, ti consiglio però di guardare tutti gli orari sulla pagina ufficiale della Renfe Rodalies.
    Se vuoi acquistare un biglietto singolo, il costo è di 4,10€

    Taxi

    Se vuoi viaggiare comodo e senza complicarti la vita cercando di capire che biglietto comprare o dove scendere, il taxi per raggiungere il centro di Barcellona dall’aeroporto, ti costa circa 40€. Se viaggi di notte, ti costerà un po’ di più. Per ogni bagaglio inoltre, c’è un supplemento.


    LA MAPPA

  • Weekend a Fès alla scoperta della Medina più grande del mondo
    Una delle città da visitare in Marocco è sicuramente Fès, ma soprattutto la sua medina (quartiere antico) chiamata Fès el Bali vi lascerà senza parole e soprattutto senza...
  • Da Mezzojuso (paese in Sicilia Arbëreshë) all’Albania: un viaggio lungo l’intera Europa
    Da sempre ho avuto la passione di viaggiare ed immortalare questi momenti con degli scatti fotografici: il mio sogno da bambino era quello di visitare tutti gli stati del...
  • VIDEO – Zagabria (Croazia) Da Piazza Bana Jelacica al parco Maksimir – ESTATE 2011
    https://www.youtube.com/watch?v=nexqurrQw7Q"...Zagabria trasforma questa sua informe bellezza in qualcosa che attrae come una melodia di Schubert, un piacere che inizia s...
  • Hotel Continental Timisoara (Romania)
    Quasi sempre preferisco scegliere strutture alberghiere in pieno centro per ottimizzare i tempi di spostamento e rientro a casa, libertà di movimento la sera e tanto altr...
  • Weekend a Varsavia (Polonia): alla scoperta dei monumenti e cucina polacca
    Varsavia è la città più grande e popolata della Polonia, di cui è anche la capitale. E’ situata nella zona di erosione creata dal fiume Vistola, a 100 metri sul livello d...
  • Alla scoperta della Toscana: tra Chianti, fiorentina, arte e cultura.
    La Toscana è una delle regioni più belle d'Italia: come non citare Firenze, Prato, Livorno, Arezzo, Pisa, Pistoia, Lucca, Grosseto, Massa, Carrara, Viareggio, Siena.In To...
  • Foto – Dive Aqaba (Giordania)
    Il book fotografico completo dell'immersione Dive Aqaba sul Mar Rosso nella cittadina di Aqaba (Giordania), durante il mio viaggio fatto nell'aprile 2019...