Vueling: ”Il chierichetto è in vacanza a Barcellona…”

Standard

La compagnia aerea spagnola Vueling ritornata a far parlare di se con le sue “particolari” campagne pubblicitarie e ritorna alla carica proprio a Palermo!
Questa volta non si tratta del concorso “Ambasciatori Vueling” dove per tutto il 2014 il mio volto è stato affisso da cima a fondo per tutta la città!
In questa circostanza si tratta di un mega cartellone pubblicitario che troneggia da qualche ora sul prospetto principale della Cattedrale di Palermo con la dicitura “il chierichetto è in vacanza a Barcellona (chiediamo scusa per il disturbo) vola a Barcellona da 78€”
Verrebbe da dire … Vueling ne sa una più del diavolo!

La Transnistria … lo stato fantasma dell’est Europa che ha come capitale Tiraspol (Foto, video e storia)

Standard

 

Transnistria (album fotografico e video)

 

 

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE Il Book fotografico di Tiraspol (Transnistria)

Il Book fotografico di Tiraspol (Transnistria)


La Transnistria: lo stato fantasma dell’est Europa che ha come capitale Tiraspol

 

Ai confini orienti dell’Europa esiste uno Stato fantasma. Ha una sua bandiera, un suo presidente, un suo governo, un suo parlamento, una sua moneta, un suo esercito, una sua polizia. Ma nessun paese al mondo ne riconosce l’esistenza. Si chiama Transnistria: una sottile striscia di territorio moldavo che si estende tra la sponda est del fiume Dniester e il confine ucraino. E’ l’unica repubblica sovietica ancora esistente al mondo: stelle rosse e statue bronzee di Lenin fanno ancora parte del panorama urbano della ‘capitale’ Tiraspol. Enorme quella che troneggia davanti al pazzo del Soviet Supremo. Ma dietro la vernice rossa del veterocomunismo si nasconde il vero potere: la mafia russa, che ha trasformato questa repubblica in un paradiso del contrabbando di droga, petrolio, alcool, sigarette e soprattutto armi.

La Transnistria (in russo Приднестровская Молдавская Республика, Repubblica Moldava di Pridnestrov’e) è uno stato indipendente de facto non riconosciuto dai Paesi membri dell’ONU, essendo considerato de iure parte della Repubblica di Moldavia: è governato da un’amministrazione autonoma con sede nella città di Tiraspol.

La regione, precedentemente parte della Repubblica Socialista Sovietica Moldava (una delle ex – repubbliche dell’Unione Sovietica), dichiarò unilateralmente la propria indipendenza come Repubblica Moldava di Pridnestrovie il 2 settembre 1990. Dal marzo al luglio 1992 la regione è stata interessata da una guerra che è terminata con un cessate il fuoco, garantito da una commissione congiunta tripartita tra Russia, Moldavia e Pridnestrovie, e la creazione di una zona demilitarizzata tra Moldavia e Pridnestrovie comprendente 20 località a ridosso del fiume Nistro.

Il 18 marzo 2014 la Transnistria ha chiesto l’adesione alla Russia in seguito all’annessione unilaterale della Crimea.

Il nome della regione deriva dal nome del fiume Nistro a dipendenza dal lato di vista: la Transnistria è, infatti, posta sulla sponda orientale del fiume. In italiano sarebbe corretto il termine Cisnistria per la regione geografica anche se generalmente è conosciuta col suo nome rumeno Transnistria oppure talvolta Transdniestria. L’unico nome formale, sancito dalla Costituzione della Repubblica indipendente è Приднестровская Молдавская Республика (Pridnestrovskaja Moldavskaja Respublika) in russo, Република Молдовеняскэ Нистрянэ (Republica Moldovenească Nistreană) in moldavo, Придністровська Молдавська Республіка (Prydnistrovs’ka Moldavs’ka Respublika) in ucraino. L’abbreviazione usata dalle autorità è quella in lingua russa, ossia PMR (ПМР).

Il nome breve utilizzato localmente è Pridnestrovie, traslitterazione ufficiale del russo Приднестровье secondo un editto presidenziale del 2000 (seguendo un uso parzialmente difforme rispetto alle traslitterazioni scientifiche del cirillico, che imporrebbero di scrivere Pridnestrov’e). Da un punto di vista etimologico i nomi derivano da varianti del termine Transnistria inteso come “oltre il fiume Nistro”: Pridnestrov’e significa, infatti, “presso il fiume Nistro”.

Tiraspol

Tiraspol (letteralmente città del Tyras, antico nome del fiume Nistro) è il centro amministrativo della Transnistria, regione secessionista della Moldavia, dichiaratasi indipendente come “Repubblica Moldava della Transnistria” (“Republica Moldovenească Nistreană” o “Pridnestrovie”).
La città conta circa 190 000 abitanti. Si trova sulla riva sinistra (orientale) del fiume Nistro.

Caratteristiche

È conosciuta per essere una delle poche città rimaste che non sono ancora largamente cambiate da quando facevano parte dell’Unione Sovietica. Sono ancora presenti molte statue di Lenin e accanto a dipinti di Stalin ci sono quelli di Che Guevara.

A Tiraspol sono presenti molti tipi di industrie, tra cui mobilifici e industrie di materiali elettrici. La città è anche sede dell’azienda Elektromash, di cui il Presidente Igor Smirnov è stato direttore generale: specializzata in prodotti elettrici, l’azienda è sospettata di fare da copertura per lo smercio di armamenti illegali destinati al terrorismo internazionale[2].

Nel 1989 la città aveva una popolazione di circa 190.000 abitanti: il 18% erano russi, il 32% ucraini e il 38% moldavi (nel 1919 i moldavi erano il 42%). È stato stimato che, dopo una certa crescita negli anni 1990 la popolazione sia di nuovo diminuita ai livelli del 1989, e secondo il World Gazetteer raggiunge circa 162.000 abitanti. Dopo la secessione dalla Moldavia molti moldavi sono infatti fuggiti, e si pensa che la popolazione moldava nella città sia scesa al 13% del totale.

La mia mappa interattiva dell’Europa: foto, video, storia e tanto altro di ogni stato! Ho visitato tutte le nazioni tranne l’Albania

Standard

Da sempre ho avuto la passione di viaggiare ed immortalare questi momenti con degli scatti fotografici. Il mio sogno da bambino era quello di visitare tutti gli stati dell’Europa e finalmente sono riuscito in questa impresa di mettere piede in tutte le nazioni dell’Europa il 9 agosto 2019 visitando l’Albania.
CLICCA SU OGNI NAZIONE PER VISIONARE TUTTI I MIEI ARTICOLI, FOTO E VIDEO.

Alla scoperta della Bosnia Erzegovina tra Sarajevo, Mostar, Kravice, Međugorje, Visoko e Srebrenica

Standard

Un viaggio in Bosnia Erzegovina vi porterà nel cuore del Balcani alla scoperta di posti e città ricche di storia e multiculturalismo. La Bosnia ospita almeno due città che devono essere visitate se ci si ritrova a viaggiare in questo paese: Sarajevo e Mostar, entrambi i centri portano le tracce visibili di secoli di conflitti, scontri e incontri, a volte remoti, altre volte assolutamente recenti.
Un mix di storia, mistero e fede che ha pochi paragoni nel resto d’Europa e che dona a questo piccolo paese una posizione di tutto rispetto sul palcoscenico dei luoghi del vecchio continente che meritano di essere visitati come Medjugorje e le sue apparizioni, le piramidi di Visoko ma anche il  sicuramente più triste e doloroso parco memoriale Potočari di Srebrenica teatro del più grande genocidio europeo dalla fine della seconda.


LA MAPPA


I MIEI ARTICOLI SULLA BOSNIA ERZEGOVINA

Le Cascate Kravice/Kravica della Bosnia ed Erzevovina vicine a Mostar e Međugorje
Tra gli elementi naturalistici più affascinanti della regione, spiccano le spumeggianti cascate di Kravice, a circa 40 km da Mostar.
Leggi di più
Weekend a Mostar (Bosnia Erzevovina) e il suo ponte (stari most) ricostruito
Nel mio tour estivo 2011 per l’ex Jugoslavia, la prima prima tappa in  in Bosnia ed Erzegovina è stata Mostar,
Leggi di più
Il genocidio di Srebrenica (Bosnia ed Erzevovina) e il cimitero memoriale Potočari (8372)
Conoscete Srebrenica? Qual è il più grande genocidio in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale? A scuola non se ne parla
Leggi di più
Le piramidi di Visoko in Bosnia Erzevovina: le piramidi in Europa esistono veramente
Per Semir Osmanagich, o Dottor Sam come si fa chiamare, le piramidi di Bosnia (Bosanske piramide) sono le più antiche
Leggi di più
Sarajevo (Bosnia Erzevovina): la Gerusalemme multiculturale d’Europa tra croci e minareti
Sarajevo è una città fantastica anche se il turismo ancora non riesce a decollare: città multiculturale come poche al mondo
Leggi di più
Salita al Podbrdo di Medjugorje (Bosnia Erzevovina) e la prima appirizione della Madonna
Se non fosse per le apparizioni mariane, Medjugorje sarebbe ancora un anonimo e sconosciuto paese collinare di viticoltori nel sud-ovest
Leggi di più
FOTO e VIDEO – Don’t Forget Srebrenica … 11 luglio 1995 – 11 luglio 2015! – 20 anni per non
    Domani sarà il ventesimo anniversario del genocidio di Srebrenica! 11 LUGLIO 1995 – 11 LUGLIO 2015! Ma di
Leggi di più
VIDEO – Sarajevo (Bosnia Erzegovina) tra croci, minareti e sinagoghe – ESTATE 2011
    « Una città che nel suo centro ha quattro luoghi di preghiera. È raro. Un luogo musulmano, due
Leggi di più
VIDEO – Viaggio verso il parco memoriale Potocari (8372) di Srebrenica – ESTATE 2011
  Srebrenica (in serbo: Сребреница ˈsrêbrenit͡sa) è una città e un comune nella parte orientale della Bosnia-Erzegovina appartenente all’entità della
Leggi di più
VIDEO – Visoko (Bosnia Erzegovina) in Europa si trovano delle piramidi! – ESTATE 2011
Visoko è una città nella Bosnia-Erzegovina centrale che conta circa 17.000 abitanti. Si trova sulla strada che unisce Zenica a
Leggi di più
VIDEO – Medjugorje e Cascate Kravice (Bosnia Erzegovina) – ESTATE 2011
  MADONNA DI MEDJUGORJE Međugorje, scritto anche Medjugorje, è una piccola località del comune di Čitluk, oggi parte del cantone
Leggi di più
VIDEO – Mostar (Bosnia Erzegovina) e il suo ponte – ESTATE 2011
Fondata nel tardo XV secolo dai turchi ottomani, Mostar era il centro amministrativo dell’impero nella regione dell’Erzegovina. L’Impero Austro-Ungarico annesse
Leggi di più

 

Auschwitz, Birkenau, Cracovia, Rzeszów, Terespol, Varsavia, Wadowice – Cosa vedere in Polonia

Standard

Viaggiare in Polonia è un tuffo nel tempo tra una storia complicata che ha disseminato nel corso dei secoli, sofferenze e reazioni, fino a quando non è arrivato il sole, portando con se una ventata di ottimismo e di progresso.
Oggi la Polonia è un paese in crescita, protagonista negli ultimi anni di un vero miracolo economico. Girando per il paese noterete un certo ben essere (rapportato ovviamente a quest’angolo d’Europa), cantieri in costruzioni, ordine, nuove strutture e soprattutto, apertura al turismo.
Vedrete delle città moderne che non hanno mai dissolto il loro legame col passato e hanno saputo recuperare con grande abilità i propri tesori storici e architettonici che la 2° Guerra Mondiale si è portata con cruda barbarie.
Nei miei tanti viaggi in Polonia ho visitato i campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau, la bellissima Cracovia con la piazza più grande d’Europa, le città di frontiera di Rzeszów e Terespol, la capitale Varsavia e anche Wadowice città natale di Giovanni Paolo II.


LA MAPPA


IL MIEI ARTICOLI SULLA POLONIA

Cosa fare a Rzeszów (Polonia): città di frontiera con l’Ucraina
Rzeszów (in tedesco Reichshof, in ucraino Ряшів, Rjashіv, in russo Жешув, Zhjeshuv) è il capoluogo della Podkarpacie, regione a sud-est
Leggi di più
La frontiera di Terespol (Polonia): crocevia verso Brest (Bielorussia) e la Russia
Terespol è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una decina di chilometri da Brest in Bielorussia. Sul
Leggi di più
La frontiera di Kuźnica Białystok (Polonia): terra del contrabbando dalla vicina Grodno/Hrodna (Bielorussia)
Białystok è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una ottantina di chilometri da Grodno/Hrodna o Гро́дна che
Leggi di più
Weekend a Varsavia (Polonia): alla scoperta dei monumenti e cucina polacca
Varsavia è la città più grande e popolata della Polonia, di cui è anche la capitale. E’ situata nella zona
Leggi di più
Visita alla casa natale di Giovanni Paolo II a Wadowice (Polonia)
Wadowice è la città natale del papa Giovanni Paolo II e visitare la città significare rivivere i luoghi legati alla
Leggi di più
Il campo di concentramento di Birkenau (Polonia) – La fabbrica della morte
Costruito dopo l’invasione tedesca della Polonia, il campo di concentramento di Birkenau fu uno dei più grandi centri di reclusione
Leggi di più
Escursione da Cracovia al campo di concentramento di Auschwitz (Polonia)
Costruito dopo l’invasione tedesca della Polonia, il campo di concentramento di Auschwitz fu il più grande centro di reclusione e
Leggi di più
Weekend a Cracovia (Polonia): cosa fare tra cucina, monumenti e mercatini di Natale
Negli ultimi tempi Cracovia è diventata una meta turistica molto amata, in particolare dagli italiani, grazie anche alla visita di
Leggi di più
Foto – Cracovia – Krakow 2017 (Polonia)
Il Mercatino di Natale più famoso di Cracovia è sicuramente quello allestito nella Piazza Principale “Rynek Główny”. Ho visitato la
Leggi di più
27 gennaio: Il giorno della memoria! Foto e video dei campi di concentramento Auschwitz e Birkenau
Il Giorno della Memoria si celebra il 27 gennaio perché in questa data che le forze alleate liberarono Auschwitz dai
Leggi di più
VIDEO – Varsavia – Warsaw – Warszawa (Polonia) – AUTUNNO 2012
  Varsavia (in polacco Warszawa) è la capitale della Polonia, e la più grande città del paese, situata nella parte
Leggi di più
VIDEO – Campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau – PRIMAVERA 2012
  Il campo di concentramento di Auschwitz fu uno dei tre campi principali che formavano il complesso concentrazionario situato nelle
Leggi di più

Isola di Comino-Kemmuna, Isola di Gozo-Għawdex, Isola di Malta (Arcipelago di Malta) – Cosa vedere, storia, foto e video

Standard

Malta, Comino e Gozo (book fotografico)

 bandiera_mappa_malta


 

 


 

ISOLA DI MALTA

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA NOVEMBRE 2016” PARTE 1

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI MALTA 2016" PARTE 1

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA 2016” PARTE 1



GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA NOVEMBRE 2016” PARTE 2

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI MALTA 2016" PARTE 2

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA 2016” PARTE 2


GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA GIUGNO 2016”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI MALTA GIUGNO 2016"GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA GIUGNO 2016”


 

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA 2015”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI MALTA 2015"

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA 2015”



GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI MALTA 2010”

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE Il Book fotografico dell'isola di Malta (Arcipelago di Malta)

Il Book fotografico dell’isola di Malta (Arcipelago di Malta)

 


Malta, ufficialmente Repubblica di Malta (in maltese Repubblika ta’ Malta, in inglese Republic of Malta), è uno stato insulare dell’Europa meridionale, membro dell’Unione europea.

È un arcipelago situato nel Mediterraneo, nel canale di Malta, a 80 km dalla Sicilia, a 284 km dalla Tunisia e a 333 km dalla Libia, compreso nella regione fisica italiana. Con un’estensione di 316 km² è uno degli stati più piccoli e densamente popolati al mondo. La sua capitale è La Valletta e la città più abitata è Birkirkara. L’isola principale è caratterizzata da un grande numero di città che, insieme alla capitale, formano una conurbazione di 368 250 abitanti.

Il Paese ha due lingue ufficiali, il maltese e l’inglese. L’italiano, lingua ufficiale fino al 1934, è molto diffuso, parlato correttamente da più del 66% dei maltesi[6] e in modo basilare dal 17%, insegnato in tutte le scuole di Malta e diffuso in campo commerciale, turistico e scolastico. La piccola nazione maltese è legata da sempre alla Sicilia. Anche linguisticamente vi è una discreta conoscenza del siciliano[7]. Specie i maltesi più anziani tramandano ancora oggi modi di dire, proverbi, e poesie provenienti dalla Trinacria. Tanti sono anche i cognomi portati dai maltesi che trovano origine nell’isola siciliana.

Durante il corso della storia, la posizione geografica di Malta ha dato grande importanza all’arcipelago, subendo l’avvicendarsi in sequenza di Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni, Aragonesi, Cavalieri di Malta, Francesi e Inglesi.

Malta è internazionalmente conosciuta come località turistica, per lo svago e soprattutto per la cultura, dato che nel Paese si trovano ben tre siti dichiarati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, essi sono: la città La Valletta, l’Ipogeo di Hal Saflieni e i templi megalitici. L’ingresso nell’Unione europea è avvenuto il 1º maggio 2004 e dal 1º gennaio 2008 è entrata a far parte dell’eurozona. Malta è inoltre membro del Commonwealth.

Geografia

Malta è un arcipelago nel cuore del mar Mediterraneo. Solo le tre maggiori isole, ovvero Malta, Gozo e Comino sono abitate. Il territorio di Malta emerge dalla piattaforma continentale sottomarina sicula, facente parte della placca africana. La porzione sommitale è costituita da rocce sedimentarie. Nella parte occidentale e meridionale dell’isola di Malta le coste sono alte e accidentate (le scogliere di Dingli s’innalzano a più di 240 m sul livello del mare). Nella parte orientale e settentrionale la costa è accessibile: si aprono ampie spiagge sabbiose o rocciose e numerose sono le insenature, solchi vallivi simili a rías. A est le baie più ampie e profonde sono quelle di Mellieħa, Saint Paul’s, Saint Julian’s, Marsamxett e Grand Harbour (tra queste ultime due, separate dal promontorio di Ġebel Xiberras, sorge il porto della Valletta), a sud vi è la baia di Marsaxlokk.

Il suolo è roccioso, anche se coltivato, grazie al sistema dei terrazzamenti con muretti a secco (ħitan tas-sejjieħ). Il rilievo, costituito da altipiani calcarei, è poco elevato (Ta’ Dmejrek, 258 m), ed è caratterizzato da formazioni di origine carsica, come campi carreggiati, caverne e grotte. Tra queste ultime, le più note nell’isola di Malta sono la Grotta Azzurra, il Għar Dalam (Caverna Oscura) ― in cui furono rinvenuti resti di specie risalenti a 170 000 anni fa e ormai estinte, come elefanti e ippopotami nani ― e nell’isola di Gozo la grotta di Calipso.

Non vi sono laghi e fiumi permanenti, anche se nei pressi dei villaggi rurali di San Martin, Mtaħleb e Baħrija (Malta) e in Wied Lunzjata (Gozo) scorrono dei corsi d’acqua tutto l’anno.

Le isole minori che fanno parte dell’arcipelago sono disabitate e sono:

Barbaġanni Rock;
Cominotto (Kemmunett);
Delimara Island;
Filfla;
Fessej Rock;
Rocca del Generale (Il-Ġebla tal-Ġeneral);
Għallis Rock;
Ħalfa Rock;
Large Blue Lagoon Rocks;
Islands of San Paul/Selmunett Island;
Manoel Island, connessa alla cittadina di Gżira tramite un ponte;
Large Blue Lagoon Rocks (Comino);
Islands of St. Paul/Selmunett Island;
Mistra Rocks;
Taċ-Ċawl Rock;
Qawra Point/Ta` Fraben Island;
Small Blue Lagoon Rocks;
Sala Rock;
Xrobb l-Għaġin Rock;
Ta’ taħt il-Mazz Rock.

Isole da Visitare

Isole da visitare[modifica | modifica wikitesto] Malta (si divide in “Malta Xlokk” – “Malta dello Scirocco” e “Malta Majjistral” – “Malta del Maestrale”)
Gozo (Għawdex)
Comino (Kemmuna)
Cominotto (Kemmunett)
Filfla (Filfola) – quest’isola è visitabile solo dal largo, non è possibile visitarla via terra

Città da Visitare

Malta:

San Ġiljan
Sliema
La Valletta
Il-Furjana – Floriana
Raħal Ġdid – Paola
Il-Kottonera
Marsaxlokk
Birkirkara
San Pawl il-Baħar
Mellieħa
Rabat
Mdina
Mosta
Dingli
Gżira
Paceville

Gozo (Għawdex):

Victoria (Rabat)
Xewkija
San Lawrenz

Posti da visitare a Malta:

Alcuni luoghi d’interesse[modifica | modifica wikitesto]

I caratteristici “gallariji”.
Meridiana Wine Estate – la migliore azienda vitivinicola di Malta
Triq it-torri – è il lungomare di Sliema
Parliamentary assembly of the Mediterranean – si trova a San Ġiljan
il-Barrakka ta’ Fuq – sono gli Upper Barrakka Garden di La Valletta
Les Gevroches – statua presente nei Barrakka ta’ Fuq
Il-Barrakka t’Isfel – sono i Lower Barrakka Garden di La Valletta
Grand Harbour – il porto vicino alla capitale
Forti Sant’Iermu – Forte di La Valletta
Palazzo del Grande Maestro – Parlamento
Kon-Katidral ta’ San Ġwann – Co-cattedrale di San Giovanni (La Valletta)
Valletta Waterfront – zona commerciale
Vedette – torretta di Senglea
l-Istazzjon tal-Ferrovija – antica stazione ferroviaria a Birkirkara
Ipogeo di Hal Saflieni – tempio preistorico costruito sottoterra
Catacombe di Salina – catacombe presso Salina, a Naxxar
Catacombe di San Paolo – catacombe di San Paolo a Rabat
Catacombe di Tal-Mintna – catacombe presso Tal-Mintna
Mulino a vento Ta’ Kola – mulino del 1725 presso Caccia
Għajn Tuffieħa – terme di Għajn Tuffieħa
St. Agatha’s Catacombs – catacombe di Sant’ Agata a Rabat
Dingli Cliffs – scogliere di Dingli
Rotunda – chiesa di Mosta
St. Publius Parish Church – Chiesa a Floriana
Marfa Ridge – area marittima a Malta
Santa Marija – torre di Comino
Bejn il-kmiemen – chiamata anche “Blue Lagoon” si trova tra Comino e Cominotto
Ċirkewwa – cittadina che si trova sul Marfa Ridge
Paceville – zona di San Ġiljan dedicata a pub, bar e discoteche
Klozet – famoso locale gay alla moda, frequentato anche da eterosessuali, situato a Paceville
Citadel – antica cittadina situata a Victoria, centro principale di Gozo
Rotunda ta’ Xewkija – Chiesa che si trova nella città di Xewkija a Gozo
Il-Ġebla tal-Ġeneral – scoglio situato a San Lawrenz, chiamato anche Fungus Rock
il-Qawra – mare interno a Gozo
Tieqa Żerqa – Finestra Azzurra a Gozo
Cocodrile Rock – scoglio a forma di coccodrillo a Gozo
Il-Hnejja – Blue Grotto a Malta
Menaidra – tempio megalitico
Ħaġar Qim – tempio megalitico
St. Peter’s Pool – baia vicino a Marsaxlokk
il-Gżira tal-Isqof – Isola di Manoel
Bażilika ta’ Sant’ Elena – Chiesa di Birkirkara
Paradise Bay – baia di Malta
Wied iz-Żurrieq – scogliera a Malta
Popeye Village – villaggio di Braccio di Ferro

 


 

ISOLA DI COMINO

 

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI COMINO 2015”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI COMINO"

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI COMINO”

 

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI COMINO 2010”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI COMINO 2010"

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI COMINO 2010”

Il Book fotografico dell’isola di Comino (Arcipelago di Malta)

 

Comino (in maltese Kemmuna) è una delle isole dell’arcipelago delle Isole Calipsee; si trova nel canale di Gozo, tra l’isola di Malta e quella di Gozo nel Mare Mediterraneo.

L’isola ha un’estensione di 3,5 km² e deve il suo nome al cumino, il finocchio selvatico chiamato kemmuna in maltese, una delle poche piante che un tempo riusciva a crescere sul suolo arido. Secondo altre fonti, invece, il nome deriverebbe dall’arabo kimeni, che vuol dire adiacente, data la sua posizione fra Malta e Gozo. In antichità era conosciuta come Ephestia e qualche autore la chiama anche col nome di Lampas.

Comino è nota per la sua tranquillità e isolamento. Vi è stato costruito un albergo, ma la popolazione residente è di soli quattro abitanti. Un prete e un poliziotto, fanno la spola dalla vicina isola di Gozo per le necessità degli abitanti e dei turisti estivi. Oggi Comino è una riserva faunistica per gli uccelli e amministrativamente è parte della municipalità di Għajnsielem che abbraccia parte del sudest di Gozo.

Tra Comino e Cominotto si trova la Blue Lagoon (Laguna Blu o, in maltese, Bejn il-kmiemen), una delle principali attrazioni turistiche dell’isola; la piccola baia è infatti rinomata per la sua acqua trasparente di un profondo colore blu e per la ricca fauna marina che la rende popolarissima per le immersioni subacquee.

Nel 1993 il canale è stato chiuso alle imbarcazioni per fare in modo di preservare sia l’equilibrio ambientale che i frequentatori della laguna.

La Torre di Santa Maria

Costruita dal Gran Maestro Alof de Wignacourt dei Cavalieri Ospitalieri nel 1618 la Torre di Santa Maria si trova tuttora nella parte sud-est dell’isola, in vista del porto di Ċirkewwa. Venne costruita, assieme alle altre torri, come punto d’osservazione in caso di invasioni.


 

 

ISOLA DI GOZO

 

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI GOZO 2016”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI GOZO 2016"

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI GOZO 2016”

 

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI GOZO 2010”

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO "ISOLA DI GOZO 2010"

GUARDA IL BOOK FOTOGRAFICO “ISOLA DI GOZO 2010”

Gozo (in maltese Għawdex, in italiano anche Gozzo) è la seconda isola (per superficie) dell’arcipelago delle Isole Calipsee, compreso nella regione fisica italiana[1]. L’isola di Gozo è situata a 4 km a nord-ovest dell’isola di Malta, ed, essendo priva di scali aerei, fa riferimento all’Aeroporto di Malta. Dal punto di vista amministrativo costituisce, assieme a Comino e ad isolotti minori, la Regione di Gozo.

Gozo copre 67 km² di superficie, cioè l’equivalente dell’isola di Hong Kong. L’isola è popolata da circa 30.000 abitanti, di cui 6.000 nella capitale Victoria. Si estende per circa 14 km di lunghezza e 7,25 km nel punto di massima larghezza.

I principali centri abitativi sono Victoria, la capitale dell’isola, Għarb, Kercem, Marsalforn, Nadur, Qala, San Lawrenz, Sannat, Xagħra, Xewkija, Xlendi, Żebbug.

Collegamenti con l’Isola di Malta

La costruzione di un ponte o un tunnel tra le due isole è stato motivo di controversia per molti anni. Al momento l’isola è raggiungibile tramite traghetto o elicottero.

I collegamenti via traghetto attraverso il canale di Gozo sono effettuati dal porto di Ċirkewwa su Malta allo Mġarr Harbour su Gozo, e servono al trasporto di beni di consumo e di passeggeri. L’eliporto di Gozo collega l’isola all’aeroporto di Luqa mentre dal porto di Valletta è attivo un servizio con idrovolante per il porto di Mġarr Harbour.

Le bellezze natura di Gozo:

Il Mare interno a Dwejra

Nella zona di Dwejra (36°02′57.76″N 14°11′32.19″E), estremo punto dell’isola verso ovest, si può ammirare il Mare Interno (Il-Qawra in maltese) (36°03′12″N 14°11′32.5″E), il risultato del crollo della volta di una grande caverna per un centinaio di metri, che creò in tempi remoti un lago di acqua marina collegato al mare aperto attraverso una profonda fenditura nella roccia.

Sempre in questa zona si può ammirare la maestosa Finestra Azzurra (Azure Window o It-Tieqa ż-Żerqa in maltese), un arco di pietra scavato dal mare che domina l’intera zona e che offre, nelle giornate di mare calmo, un ottimo punto di partenza per le immersioni.

A circa 700 m a sud si può ammirare la Rocca del Generale (Il-Ġebla tal-Ġeneral in maltese) (36°02′47.26″N 14°11′23.23″E), un blocco di roccia che fuoriesce dal mare per oltre 50 metri e che, per la bellezza dei fondali, è un noto punto per le immersioni subacquee. Tale roccia è continuamente protetta poiché sulla sommità crescono funghi rari che devono essere conservati.


La Baia di Ramla

La Baia di Ramla è a detta di tutti la più bella spiaggia dell’isola; il nome significa baia sabbiosa, e deriva dalla particolare colorazione rossa della sua finissima sabbia.

A poca distanza dalla spiaggia (36°03′39.97″N 14°17′05.59″E), sul crinale della vicina cresta rocciosa, la grotta di Calipso dell’Odissea di Omero (vedi sotto), dalla cui posizione si può ammirare la baia in tutto il suo splendore.

Sul lato opposto vi sono alcuni resti di un’antica villa romana.

San Blas Bay e Daħlet Qorrot

Spostandosi ad est rispetto a Ramla Bay si trovano altre due piccole spiagge sabbiose, San Blas Bay (36°03′24.98″N 14°18′06.16″E) e Daħlet Qorrot (36°02′56.01″N 14°18′59.3″E): la prima è difficilmente raggiungibile per via della strada in pessimo stato, ma decisamente molto suggestiva e poco frequentata dai turisti, la seconda molto più affollata e contornata da formazioni rocciose di globigerina, la tipica pietra maltese.

I Templi di Ġgantija

I templi megalitici di Ġgantija situati a Xagħra (36°02′56.7″N 14°16′10.1″E), due dei sette dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, sono degni di nota per le loro strutture risalenti all’Età del rame, tuttora ben conservate: in uno di questi venne trovato il bassorilievo del serpente, conservato ora nel museo archeologico di Victoria.

Miti e leggende

Una leggenda dice che è a Gozo che la ninfa Calipso trattenne Ulisse prigioniero per sette anni, e ancora oggi si può vedere la grotta dove la ninfa, sempre secondo la leggenda, viveva, in prossimità della rinomata spiaggia di Ramla. Intorno alla caverna non c’è alcuna abitazione, a causa di una leggenda secondo la quale dentro la grotta ci sarebbe ancora lo spirito di Ulisse che produrrebbe strani lamenti.

Barcellona, Siviglia, Malaga, Tenerife, Fuerteventura: alla scoperta della Spagna e delle Isole Canarie

Standard

La Spagna è molto simile all’Italia: da nord a sud cambia lo scenario e la temperatura. Madrid, Barcellona, Valencia, Siviglia, Saragozza e Malaga, accompagnate da altre mete turistiche d’eccellenza come Bilbao e Cordoba ma anche le isole minori come le Baleari e le Canarie. Molti la etichettano tra “sole, sabbia e sangria” ma penso che sia molto riduttivo visto che la  Spagna è anche chiese e  palazzi, sapori e cultura ma ovviamente anche coste e isole da sogno dove rilassarsi o godersi la movida.


LA MAPPA


I MIEI ARTICOLI SULLA SPAGNA E LE ISOLE CANARIE

Dall’aeroporto di Barcellona (Catalunya – Spagna) al centro città in bus, treno o taxi
Barcellona è una delle città più visitate al mondo ed è perfettamente organizzata per accogliere migliaia di turisti ogni giorno.
Leggi di più
Weekend in Barcellona (Spagna): 10 cose da fare in Catalunya
Barcellona è una città che riesce sempre a stupire: una volta visitata per la prima volta, non si vede l’ora
Leggi di più
Weekend in Andalucia a Siviglia (Spagna): 5 cose da fare tra la Malagueta e l’Alcazaba
La città di Siviglia è tra le più visitate di Spagna: la capitale dell’Andalusia è ricca di cultura, storia e
Leggi di più
Vueling weekend in Andalucia a Malaga (Spagna): 5 cose da fare tra la Malagueta e l’Alcazaba
Malaga è la “capitale” della Costa del Sol e la seconda città per importanza della regione Andalusia dopo Siviglia. In città
Leggi di più
Weekend a Tenerife – Isole Canarie (Spagna): cosa fare e cosa vedere
Oltre duemila chilometri di superficie, circa un milione di abitanti, 31 municipalità, la vetta più alta di tutta la Spagna,
Leggi di più
Weekend a Fuerteventura (Spagna): 10 cose d fare e non fare sull’isola selvaggia delle Isole Canarie
Fuerteventura è una delle 7 isole che fanno parte dell’arcipelago delle Canarie, situato nell’Oceano Atlantico, al largo della costa Africana
Leggi di più
Norwegian Cruise Line Epic: Barcellona, Napoli (Vesuvio e Pompei), Civitavecchia
Nella scelta dei miei viaggi, una vacanza in nave da crociera non è mai stata una delle aspirazioni maggiori. Ho sempre avuto la
Leggi di più
Norwegian Cruise Line Epic: che il sogno abbia inizio
La Norwegian Epic ovvero la seconda più grande nave della flotta Norwegian Cruise Line, è lunga 329 metri, ha 9
Leggi di più
VIDEO – Tutti gli ambasciatori Vueling d’Europa per un weekend a Malaga e Barcellona (Spagna)
    Tra fine maggio e i primi di giugno 2014 tutti gli AMBASCIATORI VUELING EUROPA che hanno vinto il
Leggi di più
VIDEO – Barcellona (Spagna) – INVERNO 2008
    Barcellona (in catalano e spagnolo Barcelona) è una città di 1.602.386 abitanti (area metropolitana istituzionale: 2.215.581 abitanti) della
Leggi di più