10 cose da fare a Marrakech: alla scoperta del Marocco in un weekend

Standard

Se state organizzando un bellissimo viaggio in Marocco vi consiglio di visitare Marrakech (o Marrakesh); città ricca di tradizioni e storia, ricca di colori e profumi, dai tramonti infuocati mentre il canto del muezzin richiama alla preghiera i propri fedeli.

10 COSE DA FARE E VEDERE A MARRAKECH

PIAZZA JAMAA EL FNA

La Piazza Jamaa el Fna è la piazza centrale di Marrakech ed è il luogo più importante della Medina. Qui si svolge la vita sociale di Marrakech: conosciuta pure come la “Place” non una piazza qualsiasi, ma la più frequentata dell’intera Africa (dal 2001 Patrimonio dell’Umanità UNESCO) con migliaia di persone che l’attraversano a tutte le ore del giorno e della notte.

IL SOUKS DELLA MEDINA

La medina di Marrakech è un labirinto di vie piene di bancarelle, dove i marocchini fanno i propri acquisti e dove i commercianti fanno affari con i turisti. Su diverse guide avevo letto messaggi allarmistici, della serie vi perderete, vi sentirete a disagio, non ritroverete la via del ritorno, è pericolosa … ma … devo dire che a parte il primo impatto dove ovviamente mi sono perso diverse decine di volte, presi alcuni punti di riferimento non è stato così complicato da girare. È vero che apparentemente ci sono diversi vicoli che si incrociano, ripieni di mercanzia di ogni colore e odore che vi spiazzeranno un poco ma sicuramente non ho avuto mai paura di girare la medina di giorno o di notte

LA MOSCHEA DELLA KOUTOUBIA

La Moschea della Koutoubia è più importante di Marrakech. Quando fu conclusa la sua costruzione nel 1158 era una delle maggiori del mondo islamico. Ai non musulmani è vietato l’ingresso quindi noi la possiamo ammirare solo da fuori: il minareto è l’edificio (per legge) più alto di tutta la città e vi servirà per orientarvi. Vicino alla moschea ci sono delle rovine di una moschea precedente con gli abbozzi delle colonne.

PALAZZO EL BAHIA

Il Palazzo El Bahia è una delle opere architettoniche più importanti di Marrakech. Fu costruito nel 1890 da un gran visir che non badò a spese, è un palazzo molto raffinato con soffitti decorati e portali meravigliosi in legno e pietra. Non ci sono praticamente arredi, quindi passerete tutto il tempo con il naso all’insù. Noi l’abbiamo visitato mentre pioveva e in effetti è un’ottima soluzione in caso di pioggia.

HAMMAM DI MARRAKECH

Per comprendere l’importanza dell’hammam nella cultura di Marrakech basti considerare che da qualche anno a questa parte c’è addirittura chi si diverte a fare il tour di questi locali in giro per la città. Negli hammam pubblici, infatti, diversamente dagli “hammam spa” sorti negli ultimi tempi, ci si continua a lavare e massaggiare a terra. Il massaggio, che si effettua con un guanto ruvido e un particolare sapone nero, è il momento clou di questo vero e proprio rito di purificazione cui si sottopongono sia gli uomini che le donne. Ovviamente i locali sono rigidamente separati non essendo contemplata la promiscuità. Il consiglio, se si decide di entrare in un hammam pubblico è quello di portare con sè accappatoio e/o asciugamano e indumenti di ricambio. Viceversa, negli hammam più turistici e occidentalizzati i percorsi non solo sono più confortevoli ma, in molti casi ormai, sono interni alla struttura prenotata.

GIRO CON IL TUK TUK PER MARRAKECH

Basta andare nella piazza Jamaa el Fna per trovare questi simpatici mezzi di trasporto che vi porteranno in giro per la città e tra le tante attrazioni della città evitando con agilità il traffico di Marrakech

COMPRARE LE SPEZIE E ARGAN TRA LE TANTE BANCARELLE

Spezie e frutta secca sono un’ottima idea per un souvenir dal vostro viaggio in Marocco per due motivi: fanno pensare immediatamente ad un posto esotico e soprattutto perchè costano poco.
Le spezie e l’olio di argan sono i souvenir più gettonati e più graditi per a Marrakech

TOMBE SA’DIANE

Questo luogo di sepoltura risale al XVI secolo ed è la dimora eterna di 66 membri della dinastia Sa’diana, che ha regnato a Marrakech tra il 1524 ed il 1668. Queste tombe includono quella del sovrano Al-Mansour, del suo successore e dei membri a lui più vicini della famiglia.

GIARDINI MAJORELLE

sono un’oasi all’interno della città nuova di Marrakech; un percorso tra spiazzi d’acqua e piante di ogni tipo che si conclude nei pressi dell’edificio blu, colorato del blu majorelle che contraddistingue tutti i giardini. Una tonalità di blu particolare che sebbene sia intensa, contribuisce al rilassamento.

FARE UN PRANZO O UNA CENA TIPICA MAROCCHINA

La cucina marocchina è un insieme di sapori e colori per la delizia degli occhi e del gusto. Il piatto da portata principale e il più famoso è il tajine: il termine fa riferimento al caratteristico recipiente di terracotta a forma di cono in cui viene stufata per ore la carne, il pollo o il pesce, preparato in tantissimi modi diversi.
Ovviamente la chiusura del pranzo è riservata all’immancabile tè caldo alla menta, digestivo e rinfrescante, emblema del sapore più tradizionale del Marocco e della sua raffinata bellezza. Il tutto racchiuso in un bicchierino finemente decorato.


GUARDA LE 145 FOTO


CONSIGLI: Non bere alcolici nei luoghi pubblici

L’Islam, si sa, vieta il consumo di alcolici. Questo non significa che a Marrakech non se ne bevano. Soltanto bisogna evitare di farlo in pubblico, soprattutto in prossimità dei luoghi sacri. Perciò, se avete voglia di una birra, un bicchiere di vino o un superalcolico conviene informarsi preventivamente sui locali dove, invece, l’acquisto e il consumo di alcol sono consentiti. In alternativa si sta senza che di sicuro male non fa.

CONSIGLI: Non vestire in abiti succinti


Vale per l’abbigliamento quanto già detto gii alcolici: Magari nel villaggio, nel riad, nell’hotel prenotato, vi sarà consentito pure girare in bikini, minigonna, pantaloncini aderenti o qualsiasi altra forma di trasparenza ma per strada è meglio evitare (specialmente durante il ramadan) specialmente in prossimità delle moschee e degli altri luoghi sacri dell’Islam. Allo stesso modo è preferibile evitare effusioni in pubblico, anche solo darsi la mano potrebbe dar fastidio a meno che non si tratti di una situazione riconducibile al menage familiare.


RIAD KARMELA E RIAD KARMELA PRINCESSE: DOVE CENARE E DORMIRE A MARRAKECH

Riad Karmela: dove dormire e dove mangiare a Marrakech (Marocco)

Riad Karmela Princesse: dove dormire e mangiare a Marrakech (Marocco)

Altri articoli interessanti

Commenti

Commenti