Ristorante Belle Parti – Padova (Veneto)

Standard

Sono stato a cena al Ristorante Belle Parti di Padova e devo dire che è proprio un posto fantastico!! Sono rimasto veramente sbalordito dai piatti serviti e dall’atmosfera che si respira all’interno del ristornate. Sito nel centro storico di Padova all’interno di Palazzo Prosdocimi sono riusciti a creare un’ambiente veramente di classe con abbinamenti insoliti e prelibati, frutto di una sapiente rivisitazione della tradizione veneta.
La qualità del cibo è veramente eccellente e durante tutta la mia cena ho avuto modo di mangiare pietanze veramente uniche abbinate a dei vini veramente di alta fascia.

ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_001ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_002ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_003ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_004ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_005ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_006ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_007ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_008ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_009ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_010ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_011ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_012ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_013ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_014ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_015ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_016ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_017ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_018ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_019ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_020ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_021ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_022ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_023ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_024ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_025ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_026ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_027ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_028ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_029ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_030ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_031ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_032ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_033ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_034ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_035ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_036ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_037ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_038ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_039ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_040ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_041ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_042ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_043ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_044ristorante_padova_belle_parti_www.giuseppespitaleri.com_045

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Rifugio Burz – Arabba (Belluno) – Veneto (Italia)

Standard

Il rifugio Burz, inaugurato nel 2013, si presenta esternamente come un rifugio tradizionale, mentre gli interni stupiscono per l’affascinante modernità. La cucina, aperta a pranzo e a cena, è il fiore all’occhiello del rifugio: l’alta qualità caratterizza sia i piatti più ricercati, sia le specialità locali e la pizza.
Presso il bar all’esterno, panini e spuntini veloci. A colazione brioches di vario tipo, frutta fresca (anche per centrifugati), caffè ecc. Inoltre idromassaggio in alta quota.

Posizione strategica esposta al sole con panorama da cartolina sulle Dolomiti!! Molto spazioso e pulito con ampia scelta di menu: ristorante, pizzeria o panini con un servizio veloce e un ottimo rapporto qualità/prezzo.

rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_001rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_002rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_003rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_004rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_005rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_006rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_007rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_008rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_009rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_010rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_011rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_012rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_013rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_014rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_015rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_016rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_017rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_018rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_019rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_020rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_021rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_022rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_023rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_024rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_025rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_026rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_027rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_028rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_029rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_030rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_031rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_032rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_033rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_034rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_035rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_036rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_037rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_038rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_039rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_040rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_041rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_042rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_043rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_044rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_045rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_046rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_047rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_048rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_049rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_050rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_051rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_052rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_053rifugio_burz_arabba_veneto_www.giuseppespitaleri.com_054

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Agriturismo Bon Tajer – Lentiai (Belluno) – Veneto (Italia)

Standard

L’Agriturismo Bon Tajer s’impegna per creare emozioni negli ospiti che vogliono fare un’esperienza a 360° che soddisfi il palato ma anche l’occhio e l’animo. Immerso nella natura e con più di 800 taglieri dipinti il Bon Tajer è un contenitore ricco di proposte: da quelle culturali a quelle naturalistiche a quelle gastronomiche

Il Bon Tajer è un’Azienda Agricola e Agrituristica immersa nel verde delle dolci colline di Lentiai, comune in provincia di Belluno, alle porte delle Dolomiti UNESCO e del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. La natura, con la sua bellezza, che si può vedere e respirare al Bon Tajer è certamente il fulcro della filosofia del locale.


Mangiare al “Bon Tajer”

I piatti dell’Agriturismo Bon Tajer sono realizzati esclusivamente con prodotti di stagione di produzione propria. Il tutto servito in composizioni ricercate che propongano un connubio fra i gusti classici della tradizione bellunese e la delicatezza dei piatti moderni.

Personalmente sono rimasto colpito dalle quantità e qualità dei prodotti serviti a tavola durante la mia cena per poi non parlare del vino sensazionale che ha accompagnato tutte le varie pietanze. Il personale molto cortese e molto professionale rispecchia l’anima del titolare Angelo che ha portato questo agriturismo tra il top nella sua categoria di tutta la regione…e non solo! Il loro cavallo di battaglia è il mais sponcio coltivato che viene utilizzato per la produzione di ottime croste di polenta che poi vengono serviti al tavolo o anche vendute presso l’agriturismo.

Necessaria prenotazione.

Indirizzo:  Via Colderù, 112/a – 32020 Lentiai (Belluno)
Telefono: 0437751105

lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_001lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_002lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_003lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_004lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_005lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_006lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_007lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_008lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_009lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_010lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_011lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_012lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_013lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_014lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_015lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_016lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_017lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_018lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_019lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_020lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_021lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_022lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_023lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_024lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_025lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_026lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_027lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_028lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_029lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_030lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_031lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_032lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_033lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_034lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_035lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_036lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_037lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_038lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_039lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_040lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_041lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_042lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_043lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_044lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_045lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_046lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_047lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_048lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_049lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_050lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_051lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_052lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_053lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_054lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_055lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_056lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_057lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_058lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_059lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_060lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_061lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_062


Dormire al “Bon Tajer”

Cerchi un luogo in provincia di Belluno dove poter comodamente raggiungere le splendide Dolomiti patrimonio UNESCO, o fare delle belle passeggiate immerso nella natura in ogni stagione dell’anno? Scopri gli Alloggi del Bon Tajer: camere ed appartamenti per il tuo soggiorno con servizio Bed & Breakfast.

lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_001lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_002lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_003lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_004lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_005lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_006lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_007lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_008lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_009lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_010lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_011lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_012lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_013lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_014lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_015lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_016lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_017lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_018lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_019lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_020lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_021lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_022lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_023lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_024lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_025lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_026lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_027lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_028lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_029lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_030lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_031lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_032lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_033lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_034lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_035lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_036lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_037lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_038lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_039lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_040lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_041lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_042lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_043lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_044lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_045lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_046lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_047lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_048lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_049lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_050lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_051lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_052lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_053lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_054lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_055lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_056lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_057

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Sofia/София (Bulgaria) – Cosa vedere, cosa mangiare, storia, foto e video

Standard

Sofia (book fotografico e video)

bandiera_mappa_bulgaria


CLICCA QUI PER VEDERE Il Book fotografico di Sofia (Bulgaria) - 2017

Il Book fotografico di Sofia (Bulgaria) – 2017

SOFIA CAPITALE DELLA BULGARIA

Sofia è la terza capitale più antica d’Europa dopo Roma ed Atene. Plasmata da popoli diversi, fattore che le da un fascino e testimonianze monumentali uniche: il suo centro è pulito, organizzato e moderno, con ottimi servizi che ti accoglieranno nel migliore dei modi.
Sofia (София in bulgaro) è ancora una destinazione insolita e quindi non è preda di orde di turisti, ciò la rende una meta economica e originale.
Nonostante sia la città più grande della Bulgaria, essa ha dimensioni talmente ridotte da rendere possibile la visita dei principali luoghi di interesse in un weekend. Il centro è molto raccolto e quindi offre il vantaggio di poter toccare tutte le attrazioni più importanti con una lunga e bella passeggiata a piedi ma attenzione che il clima di Sofia è tipicamente continentale: questo ti costerà una valigia ampia con abiti pesanti per le fredde notti e leggeri per il caldo di giorno,quindi magari cercate di vestirvi a cipolla per adattarvi con il trascorrere delle ore.


COSA VEDERE A SOFIA

Cattedrale di Alexander Nevski

Uno dei simboli di Sofia è la cattedrale di Aleksandăr Nevski, realizzata per ricordare i soldati russi morti nella guerra turco-russa. La costruzione iniziò nel 1882 e terminò nel 1912, dedicata in origine ai Santi Cirillo e Metodio e solo nel 1924 ad Aleksandăr Nevski, santo eroe della chiesa ortodossa russa.
Una sezione della Cattedrale ospita un museo di icone che arrivano da tutta la Bulgaria. Nel mercato nei pressi della Chiesa è possibile acquistare un’icona dipinta a mano a prezzi accessibili.
La Chiesa in stile neo-bizantino è alta 45 metri con un campanile che supera i 50 metri e può ospitare al suo interno oltre 5.000 persone. L’interno della Cattedrale è di gusto italiano, con decorazioni di artisti e artigiani da ogni parte d’Europa.

Palazzo Nazionale della Cultura

Il Palazzo Nazionale della Cultura, chiamato da tutti gli abitanti di Sofia NDK ed è anche una delle principali attrazioni della capitale bulgara e si trova a circa 20 minuti a piedi dal centro di città. All’interno di questo edificio dall’aspetto di un castello potrete visitare interessanti mostre e assistere a spettacoli di musica dal vivo.
Per via della sua pianta ottagonale, il centro culturale viene spesso scambiato per una moderna fortezza. Sugli otto piani del palazzo troverete 13 sale adibite a spazi espositivi e diversi ristoranti. Ciascuna sala è decorata con affreschi, mosaici e sculture, gran parte dei quali sono dedicati a personaggi ed eventi che hanno fatto la storia della nazione.
Dopo aver visitato il palazzo, concedetevi una rilassante passeggiata su Boulevard Vitoša, la principale via dello shopping a Sofia.

Vitoša Boulevard

Se cerchi negozi e locali per shopping e divertimento devi assolutamente percorrere Vitosha Boulevard, una delle strade principali della città, luogo d’incontro e di svago privilegiato. Lungo la lunga via resa di recete pedonale, troverai eleganti negozi con I grandi nomi della moda internazionale oltre ad altre tantissime boutique, ristoranti, locali.

Lungo il percorso di Vitosha Boulevard incontrerai anche importanti palazzi e spazi cittadini come il Palazzo della Cultura con il bel parco che lo circonda, Il Palazzo di Giustizia e la grande Moschea di Banya Bashi, che dal cinquecento è uno dei simboli del dominio turco. Alle spalle della Moschea potrai rilassarti nelle Terme di Sofia.

Chiesa di Santa Sofia

L’antichissima chiesa risale al VI secolo dopo Cristo, l’epoca dell’Imperatore Giustiano e da addirittura il nome alla Città. La chiesa conserva i segni di profonde trasformazioni avute nel corso della storia, raccontando il movimentato passato di Sofia. L’edificio passa, infatti, da luogo di culto cristiano occidentale a chiesa orientale, trasformata poi in Moschea sotto il dominio turco, ritorna chiesa ortodossa dalla fine dell’ottocento.
Tra l’edificio e l’esterno si possono vedere i resti dell’arte dei primi anni del cristianesimo e una  necropoli romana. Come puoi vedere a Sofia, Bulgaria, luoghi d’interesse non mancano.

Teatro Nazionale Ivan Vazov

Il Teatro Nazionale è uno dei simboli di Sofia e affaccia su un rilassante Parco, dedicato al più importante scrittore–autore Bulgaro. Fondato nel 1904 e costruito in stile neoclassico, è il teatro più antico e prestigioso della capitale. La sua storia è segnata dalla sfortuna: negli anni venti un incendio lo danneggiò seriamente e durante la seconda guerra mondiale fu colpito dai bombardamenti.
Oggi è un moderno e attrezzatissimo teatro, dove vengono messe in scene opere famose in cui si esibiscono prestigiosi musicisti, cantanti e attori, ospitando circa mille spettatori.

La rotonda di San Giorgio (Sveti Georgi)

La chiesa di San Giorgio è un edificio paleocristiano del IV secolo d.C.,  il più antico della città, costruito quado Sofia era ancora la romana Serdica, importante centro della Tracia. È riconoscibile dai mattoni rossi utilizzati per la costruzione. La chiesa in origine spoglia, fu affrescata con splendidi dipinti tra il X e il XIV secolo; anche la chiesa di San Giorgio fu convertita in Moschea durante la dominazione ottomana e oggi è ritornata ad essere un luogo di culto cristiano.
La Chiesa di San Giorgio è circondata da un’importate area archeologica dove è possibile vedere quello che resta dell’antica città romana di Serdica e, poco distante, troverai il Palazzo del Presidente della Repubblica.

Piazza Aleksandar Battenberg

La piazza, in pieno centro di Sofia, è stata il cuore della Bulgaria Comunista; ospitava infatti la sede del Partito Comunista e il Mausoleo di Georgi Dimitrov, fondatore del socialismo bulgaro. Nella piazza si affaccia l’antico Palazzo Reale diventato in epoca ottomana la sede del tribunale e successivamente restaurato per volere del Principe Aleksandar Battenberg, durante la dominazione Russa; il palazzo, immerso in un parco, è oggi Il Museo Nazionale d’Arte, con una ricchissima collezione di opere d’arte Bulgara.

Poco distante dal Palazzo del Museo Nazionale d’Arte, percorrendo l’importante Boulevard Osvoboditel I, potrai visitare anche il Museo di Storia Naturale e accanto l’incantevole Chiesa russa di San Nicola.

Chiesa russa di San Nicola a Sofia

 

Percorrendo Boulevard Tsar Osvoboditel rimarrete colpiti da una delle più suggestive architetture di Sofia. La Chiesa di San Nicola, commissionata da un diplomatico Russo, fu realizzata  agli inizi del novecento imitando lo stile russo del XVII secolo. L’edificio è caratterizzata dal colore verde e oro dei tetti e delle cupolette in contrasto al bianco delle pareti. L’interno è decorato da affreschi, ricorda in tutto una chiesa ortodossa russa, con l’iconostasi, in ceramica, che divide lo spazio dell’altare e le pitture nello stile della Scuola di Novgorod.
Il monumento, seppur non antico, è uno dei luoghi più visitati e caratteristici della capitale, simbolo dell’ecletticità di Sofia.

Chiesa di Sveta Petka

La Chiesa di Santa Petka, patrona dei lavoratori di cuoio, è una chiesa ortodossa di epoca medievale. Per trovarla è sufficiente seguire il campanile che si staglia in alto. Il resto della chiesa è abbastanza nascosto e il tetto è l’unica cosa che si trova a un livello un po’ più alto di quello del suolo. Se considerate che il livello del terreno in passato era più basso, questa chiesa sembra appartenere all’epoca romana. In realtà la chiesa è stata costruita sotto il livello del terreno perché durante l’occupazione ottomana, la religione ortodossa veniva tollerata a condizione che le chiese di questa confessione non risultassero visibili.
La cripta della chiesa è stato scoperta durante gli scavi effettuati dopo la seconda guerra mondiale.
L’ingresso costa 3 euro ed è vietato scattare foto in modo da non danneggiare i dipinti.
La chiesa è menzionata nei documenti a partire dal XVI secolo e fu costruita al posto di un edificio religioso di epoca romana. È dedicata a Santa Petka, una santa bulgara del XI secolo. Nel Medioevo si sa che la confraternita dei lavoratori di cuoio veniva a compiere dei rituali presso questa chiesa. Questo luogo è oggi molto animato e pieno di attività commerciali nelle vicinanze.

Sveti Sedmochislenitsi

La chiesa, col nome di “Sveti Sedmochislenitsi” (“I sette santi” della tradizione ortodossa, cioè Cirillo, Metodio e cinque dei loro allievi), in principio era una moschea chiamata “La Moschea Nera” per il colore scuro del granito del minareto ma andata in parte distrutta, venne poi ricostruita ed inaugurata il 27 luglio 1903 ma gli affreschi interni, però, vennero completati solo molti anni dopo, nel 1996.
Si trova nella via del mercato della frutta e dove ci sono molte bancarelle di libri.

Monumento all’Armata Rossa

E’ questo il più grande monumento dedicato all’Armata Rossa in Bulgaria. Imponente sia per le dimensioni sia per la varietà degli elementi architettonici che ospita. Divenne rapidamente una specie di prototipo per la successiva serie di strutture commemorative dedicate a esprimere plasticamente, seguendo le indicazioni del Partito, la gratitudine del popolo bulgaro verso i secondi liberatori sovietici (i primi, nella storiografia promossa dal regime, erano i russi del 1877-78) . Venne inaugurato con una solenne cerimonia nel X anniversario della “rivoluzione socialista” in Bulgaria (1954).
La scultura centrale poggia su un alto piedistallo, circondato da una scalinata e da una piattaforma per le cerimonie politiche: raffigura un soldato sovietico che avanza, trionfante; ai lati, quasi trascinati dal suo vigore, lo seguono due bulgari, un operaio e una contadina. Le articolate composizioni che coprono i lati del basamento e i due complessi scultorei posti all’ingresso dell’area monumentale ospitano numerose allegorie dedicate a commemorare la lotta vittoriosa della Armata rossa e i successi del Partito nella opera di ricostruzione. Dopo il 1989 l’intera area fu oggetto di frequenti contestazioni. Le richieste di smantellamento si susseguirono però senza successo. Il grande monumento continua quindi a caratterizzare ancor’oggi il profilo della città.

Mercatino dell’antiquariato in stile sovietico

 

Nei vialetti antistanti e circostanti la (bellissima) Cattedrale Alexander Nevsky, ogni giorno c’è un mercatino delle pulci in cui è possibile trovare vecchi cimeli di guerra, oggetti con simboli socialisti, icone sacre e antiche macchina fotografiche. Ma non solo, come in molti mercatini dell’antiquariato in molte capitali europee è anche possibile trovare oggetti di artigianato moderno ma anche  orologi, bambole, bigiotteria, vecchie foto, riviste e libri (beh, ovviamente in caratteri cirillici e lingua bulgara).

Mercatino delle icone sacre

Sempre nei vialetti antistanti e circostanti la Cattedrale Alexander Nevsky che ho appena citato c’è un’area specifica del parco dedicata alle icone sacre della chiesa ortodossa.

Statua di Santa Sofia

Situata nel cuore commerciale di Sofia tra le due strade trafficate di Maria Louisa Blvd e Todor Alexandrov Blvd, la statua fu eretta con non poche polemiche nel 2001 per rimpiazzare quella di Lenin che evidentemente al nuovo governo democratico non andava molto a genio. Polemiche perché la statua sembrava troppo erotica e troppo pagana per rappresentare Sofia ed in effetti a vederla non sembrerebbe proprio la statua di una “santa”.
La statua, in rame e bronzo si trova proprio all’uscita del metro di Serdika ed è adornata di simboli: la corona che simboleggia il potere, l’alloro (fama) e il gufo (la saggezza).

La Chiesa di Bojana

Un  tuffo nel medioevo Bulgaro. La chiesa di Bojana, dal nome del quartiere di Sofia, nel 1979 è stata inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, grazie agli straordinari affreschi realizzati a partire dal 1259. Una parte dell’edificio a due piani fu costruita tra la fine X e l’inizio dell’XI secolo, mentre la parte centrale fu realizzata ai tempi del  Secondo impero bulgaro, nel XIII secolo. La chiesa e i suoi affreschi sono tra i migliori esempi dell’arte medievale in Europa orientale.
Le immagini rappresentate hanno una grande espressività con molti dettagli che testimoniano la tradizione religiosa ed eventi e personaggi storici di rilievo, tra cui I ritratti quelli dello zar bulgaro Costantino Tikh e della zarina Irina; le immagini e le suggestioni che trasmettono ti regaleranno un’esperienza unica.

Moschea Banya Bashi

E’ l’unica moschea in tutta la Bulgaria con una cupola (di ben 15 metri di diametro) sopra una struttura a pianta quadrata. La moschea ancora porta il nome dell’architetto Mimar Sinan (che ha progettato anche la Moschea Blu di Istanbul), anche se in realtà sembra che a costruirla furono i suoi discepoli.
Ogni giorno, dal minareto il muezzin chiama i fedeli a pregare: la preghiera era talmente forte che ultimamente è stata presa la decisione di “abbassare il volume” per non disturbare chi vive nelle vicinanze.

Bagni Pubblici Centrali

DCIM104GOPROGOPR6596.JPG

Il bellissimo palazzo oggi non funziona più come Bagno pubblico, ma ospita il Museo di Sofia e fa da sfondo ad un parco fiorito.
Realizzato dall’architetto Petko Momchilov, uno dei più stimati ed influenti architetti dell’epoca in tutta la Bulgaria, il palazzo fu terminato nel 1908 in stile neo bizantino e ospitava una grande piscina comune e due ali separate, una per gli uomini e una per le donne dal momento che si era soliti fare il bagno nudi nell’acqua termale.


I Musei di Sofia

Sofia, come altri capitali europee, è ricca di musei. Ti ho già presentato alcuni tra i più importanti ma ne restano molti altri:
Da visitare c’è sicuramente il Museo Nazionale di Storia, nel quartiere di Boyana, ai piedi del Monte Vitoša; il museo conserva una straordinaria collezione di reperti che testimoniano l’antichissima e complessa storia della Bulgaria, tra cui il tesoro dei Traci.

Nel centro, a pochi passi da Piazza Aleksandar Battenberg , c’è il grande Museo Archeologico. Nel Parco lungo Boulevard Cherni Vrah c’è l’Earth and People National Museum, uno dei musei mineralogici più grandi al mondo, e accanto il Museo di Arte Contemporanea.

Altro punto nevralgico per la cultura a Sofia è l’area che circonda la Cattedrale di Alexander Nevski dove, tra accademia e istituti culturali, troverai il Museo d’Arte Straniera, con raccolte di opere da ogni parte del mondo.


COSA VEDERE NEI DINTORNI DI SOFIA

Se il tuo soggiorno a Sofia è lungo abbastanza da permetterti di allontanarti dalla città e visitare i suoi dintorni ci resta ancora qualche cosa da vedere in Bulgaria.

Monastero di Rila

Uno dei luoghi più affascinanti della Bulgaria è sicuramente il Monastero di Rila, costruito sull’omonimo monte a 1140 metri di altitudine. Il Monastero è Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, e basta una semplice occhiata per capirne il motivo: all’esterno è fortificato, all’interno è un tripudio d’arte, immagini a fondo oro e suggestive architetture ti lasceranno a bocca aperta.
Nella stessa direzione, a quasi due ore di viaggio, c’è la seconda città della Bulgaria, Plovdiv. La città è l’antica Filippopoli macedone, capitale antica della Tracia, dove potrai visitare un incantevole centro storico e i resti archeologici della città romana, oltre al Monastero di Backovo, nei pressi della città.

Monte Vitoša

Se vuoi abbinare alla visita della città, un passeggiata nella natura, qui potrai fare trekking o sport invernali. La città di Sofia è dominata dal Monte Vitoša, un massiccio montuoso poco distante dalla capitale della Bulgaria, di cui è uno dei simboli.
Per raggiungere la montagna potrai utilizzare gli impianti di risalita di Dragalevci e Simeonovo, due quartiere periferici di Sofia  o raggiungerlo in bus dal centro.Nei mesi freddi (almeno sei mesi all’anno) il Monte Vitoša è attrezzato come stazione sciistica, piste di sci alpino, sci nordico e altri divertenti attività da praticare sulla neve.


DIVERTIMENTO E VITA NOTTURNA A SOFIA

Sofia ha una vivacissima vita notturna, con svaghi di ogni genere e tantissimi bar, disco e club di Sofia sono tra proprio tra Ulitsa Rakovski e Boulevard Vitosha. Il divertimento notturno per fortuna non costa molto e per bere, mangiare  ed entrare nei locali, in genere non i spendono grosse cifre.
Moltissimi locali e club li troverai anche nella zona dell’Univerisità, Studentski Grad, dove i tanti posti sono sempre meta degli studenti in città.

Per spostarsi in città di sera è consigliabile utilizzare i taxi, economici e veloci.


 DOVE MANGIARE A SOFIA

Cosa mangiare a Sofia? Ma è semplice, la cucina locale. Una delle prime regole che un viaggiatore deve rispettare è quella di immergersi nella cultura locale del posto che si intende visitare. Ecco perché la cucina tradizionale deve essere sempre presa in considerazione. Nel caso di Sofia non avrete nulla di che lamentarvi perché la gastronomia tipica di questa zona è assolutamente appetitosa.

In Bulgaria è costume incominciare il pasto con una zuppa e poi seguire con un piatto unico, di solito composto da carne di maiale o di agnello e accompagnato da fagioli bianchi o dal cavolo. Tra le ricette tipiche di questa zona spicca il Tarator: si tratta di una zuppa fredda fatta con yogurt, acqua, cetrioli, prezzemolo, finocchio e noci macinate. E ancora la Shkembe Chorba, una zuppa a base di budella di agnello o di maiale, condita con aceto e aglio e la Musaka preparata con patate e carne macinata. Un altro piatto tipico è la Shopska Salata, che è una sorta di contorno misto preparato con pomodoro, cetriolo, peperone arrosto e formaggio bianco grattato che viene di solito alternato con il contorno di melanzane, pomodori e peperoni che compone la Kiopolu.Tra i secondi piatti primeggiano le Kebapcheta, ovvero le polpette di di carne di mucca e maiale o la carne Shishcheta. Anche i dolci meritano di essere provati: i più conosciuti sono Baklava,  il Kadaif, il Banitza, i primi due preparati con sciroppo, il terzo ripieno di formaggio.

Non mancano poi i ristoranti di cucina internazionale: italiana, russa, francese, cinese e quant’altro, pronti a rispondere alle vostre esigenze.


RISTORANTI CONSIGLIATI

  • Izbata Tavern: Posizione comoda, luogo pulito, cibo ottimo e personale cortese. Questo ristorante negli ultimi tempi è stato preso di mira proprio da tantissimi italiani che vengono a pranzare o cenare proprio presso Izbata e di fatti è di grande aiuto la presenza di un menù in italiano, speculare a quello bulgaro.
    Locale curato, 100% stile bulgaro con piatti veramente abbondanti e delizioni; personalmente ho assaggiato il formaggio fuso con le noci che mi ha impressionato veramente per poi non parlare della cane, funghi, patate, dolci  e tanto tanto altro!! Consigliatissimo!
    Indirizzo: ul. “Slavyanska” 18, 1000 Sofia, Bulgaria
    Telefono: +35929895533

  • Secret by Chef Petrov: A pochi metri dalla Cattedrale di Aleksandr Nevskij nel cuore di Sofia si trova questo incredibile ristorante di classe. Se siete a Sofia e cercate veramente qualcosa di particolare non potete fare altro che visitare il ristorante “Secret by Chef Petrov” uno dei top di alta fascia di tutta la Bulgaria. L’arredamento chic e il personale altamente qualificato vi spiegherà minuziosamente cosa c’è dentro ogni singolo piatto Io ho scelto il menù degustazione di 15 portate (tutte porzioni da nouvelle cuisine ovviamente ma una volta finito ci si sente più che sazi) e sono rimasto veramente senza parole per tutto quello che ho visto e assaggiato durante tutta la cena: la presentazione di ogni singolo piatto veramente impeccabile e il tutto accompagnato da alcuni vini internazionali a dir poco eccezionali.
    Per noi italiani la chicca è il fatto che ho potuto cenare con il tavolo con vista.Quindi non posso far altro che fare i complimenti allo Chef Petrov e a tutto lo staff di Secret: spero.
    Indirizzo: bul. “Tsar Osvoboditel” 12, 1000 Sofia, Bulgaria
    Telefono: +359878444474
  • Cosmos: A pochi passi dal centro storico troverete il Ristorante Cosmos in una bella location in acciaio e legno, tra musica soft collegata a sfere luminose che si muovono sul tetto come dei pianeti crea un’ atmosfera molto particolare. Un buon mix tra sapori della tradizione e accostamenti sicuramente originali dello chef portati a tavola da un personale giovanile, cortese, disponibile e sorridente.
    Indirizzo: ul. “Laveleye” 19, 1000 Sofia, Bulgaria
    Telefono: +359888200700

 


DOVE DORMIRE A SOFIA?
HOTEL CONSIGLIATO – NOVOTEL

  • Il Novotel Hotel di Sofia è una struttura alberghiera 4 stelle modernissima a metà strada (10 minuti) tra l’aeroporto e il centro città a 50 metri dal centro commerciale The Mall. L’hotel offre un centro fitness, un bagno di vapore, un ristorante di cucina internazionale con terrazza estiva e il WiFi ad alta velocità gratuito.Al momento del check ho avuto la bella sorpresa dell’upgrade gratuito della camera da standard a suite! Praticamente un appartamento con salotto, scrivania, angolo bar con caffè espresso, una bellissima camera da letto e un bagno incredibile.
    Colazione buona e abbondante, personale gentile e professionale.
    Indirizzo: 115 N Tsarigradsko Shosse Blvd, 1784 Sofia, Bulgaria
    Telefono: +35929043000

Il book fotografico completo del Novotel Hotel Sofia

Il book fotografico completo del Novotel Hotel Sofia

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Cosa vedere, come muoversi, dove mangiare e dormire a Roma

Standard

ROMA CAPUT MUNDI

 

Una delle espressioni più sentite in giro per il mondo riferita alla capitale è “Roma caput mundi” ovvero capitale del mondo. Una frase che si ricollega alla grande estensione raggiunta dall’impero romano che secondo il punto di vista degli storiografi imperiali, la città capitolina era il crocevia di ogni attività politica, economica e culturale mondiale.
Nonostante siano passati svariati secoli, il fascino verso Roma sembra non sia cambiato e ogni anno accoglie milioni e milioni di turisti da tutto il mondo per ammirare i tesori e i capolavori dell’arte che la mette in cima tra le città più belle al mondo.
Proprio per la sua grandezza e l’enorme numero di luoghi da visitare, Roma è una città che a primo impatto può anche confondere un turista alla sua prima visita e per godere al meglio le bellezze della leggendaria Roma città eterna è importante se possibile pianificare con cura le date del soggiorno e i siti da visionare.


QUANDO VISITARE ROMA

Roma si può visitare 365 giorni all’anno proprio per la sua bellezza e clima mite ma se proprio dovessi scegliere un periodo per visitare Roma a mio parere il top sono la stagioni di mezzo e quindi la primavera o in autunno, quando l’afflusso di turisti in città è importante ma non è ancora caotico e il tempo è in grado di regalare delle bellissime giornate di sole.
Nei mesi estivi e in particolar modo luglio e agosto il numero di turisti invece può diventare piuttosto elevato e di conseguenza le file per visitare i musei e/o monumenti a pagamento aumentano esponenzialmente non tralasciando il fatto che per l’eccessiva richiesta lievitano anche i costi delle strutture alberghiere e delle compagnie aeree se utilizzate gli aeroporti di Ciampino e Fiumicino per raggiungere Roma.


RAGGIUNGERE ROMA IN AEREO E SPOSTARSI IN CENTRO

Roma ha due aeroporti: il Leonardo da Vinci di Fiumicino e il Pastine di Ciampino. Fiumicino è l’aeroporto più importante e più grande su cui arrivano la stragrande maggioranza dei voli di linea nazionali e internazionali come Alitalia ma anche delle low cost Vueling e Ryaniar, Ciampino invece, negli ultimi anni è diventato l’aeroporto di riferimento per i voli low cost come Ryaniar e Wizzair.

Dall’aeroporto di Roma Ciampino al centro di Roma in bus

L‘aeroporto di Roma Ciampino si trova sulla Appia Nuova, a circa 15 km dal centro di Roma. Per chi arriva a Ciampino può raggiungere il centro di Roma in autobus attraverso il servizio di Terravision o Bus Shuttle  che effettuano corse tutti i giorni e a tutti gli orari con un costo di circa 4/5€ a tratta con la possibilità anche di prenotazione online.

Dagli aeroporti Ciampino o Fiumicino al centro di Roma in taxi

Il costo dall’aeroporto di Ciampino al centro di Roma (e viceversa) é di 30,00 € invece dall’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino al centro di Roma (e viceversa) di 48,00 €.
L’amministrazione comunale Capitolina ha stabilito che questa tariffa fissa tutto compreso è valida unicamente in queste particolari circostanze:

  • Il cliente deve salire in un punto all’interno delle cosiddette “Mura Aureliane” (in caso di tratta per l’aeroporto)
  • Il cliente deve recarsi direttamente all’aeroporto o a Roma, senza soste o deviazioni intermedie.
  • Il prezzo è valido fino ad un massimo di quattro passeggeri. Se i passeggeri sono di più si utilizzerà la normale tariffa calcolata con il tassametro.
  • I bagagli sono compresi, quindi non si aggiunge il normale supplemento per i bagagli.
  • Non si aggiungono neanche i normali supplementi per il festivo o per il notturno.

 

Dall’aeroporto di Roma Fiumicino al centro di Roma in bus

L’aeroporto Leonardo da Vinci si trova a 32 Km dal centro di Roma che si raggiunge attraverso l’autostrada Roma-Fiumicino che porta al Grande Raccordo Anulare e da qui verso il centro. Per chi arriva all’aeroporto Fiumicino può raggiungere il centro di Roma in autobus attraverso il servizio offerto da diverse compagnie come Terravision (Terminal 3), Sit Bus Shuttle (Terminal 3), T.A.M (Terminal 3) o Cotral (Terminal 2) che effettuano corse tutti i giorni e a tutti gli orari con un costo di circa 4/5/6 € a tratta con la possibilità anche di prenotazione online.
Vi ricordo che è molto conveniente fare direttamente il biglietto di a/r con la stessa compagnia in modo da risparmiare qualche euro (che non dispiace mai). Tanto per farvi un esempio una compagnia può farvi pagare 6€ solo andata oppure 8€ andata/ritorno.

Dall’aeroporto di Roma Fiumicino al centro in 32 minuti con il treno Leonardo Express
Per chi vuole raggiungere il centro di Roma in modo veloce senza problemi di traffico, il servizio migliore è il treno Leonardo Express: un servizio no stop che collega la stazione di Roma Termini (binari 23 e 24) all’Aeroporto di Roma Fiumicino in soli 32 minuti con partenze programmate ogni 15 minuti (in alcune fasce orarie ogni 30 minuti) al costo di 14 € per la singola corsa.
Il servizio è operativo in partenza da Roma Termini dalle 05.35 alle 22.35, invece dall’aeroporto Fiumicino dalle 06.23 alle 23.23.

Dall’aeroporto di Roma Fiumicino in treno (poco veloce e conveniente)

C’è anche il treno regionale FL1 che collega l’aeroporto Fiumicino con le principali stazioni dell’area metropolitana di Roma come: Trastevere (27 minuti), Ostiense (31 minuti), Tuscolana (41 minuti) e Tiburtina (48 minuti) al costo di 8 euro.
Se dovete raggiungere la stazione centrale di Roma Termini senza ombra di dubbio non è conveniente sia come tempi di percorrenza che come costi, visto che dalla stazione Tiburtina (è una fermata della stazione della Linea B) a Termini vi occorrerà fare un cambio e spendere un altro 1,5 € di biglietto per la metropolitana.


INFO, COSTI E ORARI DELLA METROPOLITANA DI ROMA

La metropolitana di Roma ha due linee: Linea A (Battistina/Anagnina) e Linea B (Rebibbia/ Laurentina) e dal 13 giugno 2012 è stata attivata la Linea B1 (Bologna-Conca d’Oro) che aggiunge alle fermate preesistenti della linea B tre nuove stazioni: Sant’Agnese/Annibaliano, Libia e Conca d’Oro.

Le due linee della metropolitana di Roma si incrociano alla Stazione Termini, dove è possibile cambiare linea. I treni della metropolitana circolano ogni giorno dalle 5:30 alle ore 23:30, invece il sabato e la domenica fino alle 01:30.

Linea A , conosciuta anche come linea rossa  va dalla periferia sud-est di Roma, poi lungo la zona nord-est del centro e poi alla sezione nord della città, nei pressi di Città del Vaticano. Si connette con la linea B alla stazione Termini, insieme a molti altri servizi ferroviari nazionali e regionali.

Linea B conosciuta come la linea blu è stata la prima linea della metropolitana di Roma. Collega il nord-est della città, con il sud-ovest. Dispone di 25 stazioni con terminali a Rebibbia, Conca d’Oro e Laurentina

COSTO E TIPOLOGIA DEI BIGLIETTI DELLA METRO

Biglietto normale (100 minuti): il visitatore può prendere qualunque mezzo verso ogni destinazione in un tempo massimo di 100 minuti. Prezzo 1,50 €

C.I.S. (turistico di una settimana biglietto integrato): Questo biglietto è valido per 7 giorni di fila ed è necessario scrivere il proprio nome sulla carta affinché sia valido. Prezzo 24,00 €

Roma 24h: Questo biglietto è valido per 24 ore dalla timbratura su qualsiasi mezzo di trasporto e deve essere timbrato una sola volta. Questo biglietto può essere utilizzato sulla metropolitana più di una volta in tutte le direzioni, ed è valido per una sola persona. Prezzo 7,00 €

Roma 48h: Questo biglietto è valido per 48 ore dalla timbratura su qualsiasi mezzo di trasporto e deve essere timbrato una sola volta. Questo biglietto può essere utilizzato sulla metropolitana più di una volta in tutte le direzioni, ed è valido per una sola persona. Prezzo 12,50 €

Roma 72h: Questo biglietto è valido per 72 ore dalla timbratura su qualsiasi mezzo di trasporto e deve essere timbrato una sola volta. Questo biglietto può essere utilizzato sulla metropolitana più di una volta in tutte le direzioni, ed è valido per una sola persona. Prezzo 18,00 €


DOVE DORMIRE A ROMA


Roma è una città immensa, l’estensione del comune è 10 volte quella di Parigi. Non sono eresie, basta controllare i dati Wikipedia: 1287 Kmq per Roma e 105 per la capitale francese. I quartieri dove dormire sono tanti e i posti in cui alloggiare innumerevoli. Dire quale sia il migliore non è cosa facile e dipende da vari fattori: di tipo economico, vicinanza al centro, alla metro o alla stazione Termini e per questi motivi, cercherò di darvi qualche consiglio in caso decidiate di passare qualche notte nella capitale.
Per il mio modo di viaggiare, quando programmo un’uscita fuori porta la prima cosa che faccio è pensare subito all’hotel e personalmente ogni volta che ritorno a Roma pernotto sempre presso lHotel Napoleon che è un hotel 4 stelle, elegante, pulito, molto accogliente, ideale sia per una vacanza che per viaggi di lavoro. L’hotel costruito all’interno di un grande palazzo del XIX secolo, si trova di fronte ai Giardini di Piazza Vittorio, a meno di 1 km dal Colosseo, dalle Basiliche di San Giovanni e Santa Maria Maggiore e dalla Stazione Termini.
L’ingresso alla fermata metropolitana Vittorio Emanuele (linea A) si trova a 10 metri dall’hotel e permette di raggiungere rapidamente molti luoghi d’interesse.
L’hotel accoglie i suoi ospiti in saloni spaziosi ed eleganti, ricchi di pregiati pezzi di antiquariato e arredati con tessuti dai toni morbidi e caldi, in un’atmosfera intima e rilassata, con la comodità della Tv con Sky, delle due postazioni internet e dell’area Wi-Fi, tutto ovviamente gratuito.
Il ristorante è elegante e particolarmente accogliente ed offre piatti con prodotti freschi e genuini in un menù di cucina italiana ampio e a prezzi molto ragionevoli. Al bar potrete gustare cocktail, ottimi vini e consumare pasti veloci. Invece la colazione in hotel comprende un’ampia scelta dolce/salato ed è inclusa in tutte le tariffe.

Piazza Vittorio Emanuele II, N°105, Roma
Telefono 06/4467264

Visiona il book fotografico completo

Visiona il book fotografico completo


PREMESSA PRIMA DEL TOUR PER ROMA

Se potete trattenervi una settimana le cose da vedere non mancheranno e vi sembrerà in ogni caso di avere la sensazione di andare via troppo presto ma se avete poco tempo cercate di visitare almeno in 4 giorni perchè se cercherete di visitarla in un weekend non farete altro che correre freneticamente da un posto all’altro con la sensazione di aver visto poco e male.

Il modo migliore per visitare Roma, infatti, consiste nell’usare i mezzi pubblici che per un turista senza impegni di lavoro o personali, garantiscono una certa agilità negli spostamenti e per tale motivo la prima cosa da comprare non appena arrivati alla stazione Roma Termini o qualsiasi altra stazione metropolitana è un biglietto giornaliero per tutti i mezzi di trasporto (metro+bus) per che copra tutta la durata del nostro viaggio. Come detto prima ci sono 4 tipologie di biglietti: 1 giorno 7€, 2 giorno 12€, 3 giorni 18€ o per 7 giorni 24€!
L’itinerario che vi propongo di seguito è stato ideato (e collaudato) utilizzando esclusivamente le due linee metropolitane e gli autobus, oltre che ovviamente gli spostamenti a piedi.
Personalmente consiglio di arrivare a Roma in mattinata, di abbandonare i bagagli in albergo e mettersi subito in moto per le prime tappe.

COSA VISITARE IN 4 GIORNI

Visiona il book fotografico completo sulla città di Roma

Visiona il book fotografico completo sulla città di Roma

Ho deciso di proporvi un itinerario che vi consentirà di visitare i più importanti punti di interesse senza trascurare nessun aspetto (storico, mondano, naturistico) di Roma.

E’ ovvio che per quanto mi sia sforzato di inserire quante più tappe possibile per visitare Roma nella sua totalità non basterebbe (secondo me) un intero mese ma purtroppo non si ha a disposizione tutto questo tempo.

1° Giorno: LA ROMA DELLE PIAZZE E DELLE FONTANE

Visualizza la mappa dell'intero tragitto a piedi

Visualizza la mappa dell’intero tragitto a piedi

Prendete la metropolitana rossa (Linea A) e raggiungete la fermata “Spagna” e da qui procedete a piedi per le seguenti tappe:
Per tornare a Termini, puoi riprendere la metro A (Flaminio).
In serata, vi consiglio una bella cenetta in uno dei ristoranti nelle vie di Trastevere che offrono la possibilità di mangiare all’aperto, spendendo molto poco e godendo dell’allegria degli stornelli cantanti dagli artisti di strada.
Anche il dopo cena si rimanere tranquillamente in zona in questo quartiere pieno di vita, di caffetterie, ristoranti, wine bars, pubs e locali per godersi in pieno la notte.
 –
2° Giorno ANTICA ROMA – I atto
Anzichè proporvi di iniziare il tour dal centro di Roma, ho pensato di consigliarti di partire dall’Appia Antica. A me piacciono molto gli itinerari in bici proposti dal sito ufficiale.
Vi consiglio di scegliere il percorso numero 3 – Porta S. Sebastiano, Cecilia Metella e Circo di Massenzio. Ha un livello di difficoltà molto basso e una lunghezza di 6 chilometri:
Nei tre chilometri compresi tra la Sede del Parco (la Porta S.Sebastiano è poco
prima) e il Mausoleo di Cecilia Metella si incontrano le Catacombe di
S.Callisto, la Basilica di S.Sebastiano, le Catacombe annesse, il Mausoleo di
Romolo con i resti della villa di Massenzio, il Circo della Villa Imperiale.
(fonte
parcoappiaantica.it)
Nel pomeriggio, una bella visita a Ostia Antica. Info e orari li puoi trovare qui.
Per raggiungere gli scavi puoi scendere alla fermata della metro B, Piramide, e da qui prendere uno treni della linea Roma-Lido.
A seconda delle vostre priorità potete scegliere se dedicare più tempo alla visita dell’Appia Antica o di Ostia Antica.
3° Giorno: ANTICA ROMA – II atto

Visualizza la mappa dell'intero tragitto a piedi

Visualizza la mappa dell’intero tragitto a piedi


L’itinerario che vi propongo di seguito è stato scelto per la sua praticità e a seconda della vicinanza dei punti di interesse.
Mattino:
  • Domus Aurea
  • Arco di Costantino e Colosseo
  • Circo Massimo
  • Bocca della Verità
Pomeriggio:
Se vi rimane del tempo, vi consiglio vivamente di visitare i Musei Capitolini che si trovano proprio nella piazza del Campidoglio.
 4° Giorno: ROMA SACRA

Visualizza la mappa dell'intero tragitto a piedi

Visualizza la mappa dell’intero tragitto a piedi

Anche qui l’itinerario suggerito deve tenere conto dei propri interessi e dato che si tratta dell’ultimo giorno, anche dell’orario di partenza.

Prendendo la Metropolitana A, bisogna scendere alla fermata Ottaviano o Cipro-Musei Vaticani.
  • Musei Vaticani – Cappella Sistina (consiglio di arrivare all’ingresso molto presto: la coda che si forma diventa esageratamente lunga già nelle prime ore)
  • Basilica di San Pietro
  • Gianicolo (Possibilità di raggiungere con una navetta il terrazzo di fronte al monumento di Garibaldi, da cui ammirare tutta Roma in un solo colpo d’occhio)
  • Castel S.Angelo (magari fate un salto a pranzo alla Fraschetta di Castel Sant’Angelo citata in fondo alla pagina)
Se vuoi, puoi sostituire alcuni dei luoghi citati con questi altri, che meritano comunque una visita:

– Museo di Castel S.Angelo
– Museo di S.Pietro
– Ara Pacis
– S. Pietro In Vincoli (Mosè di Michelangelo)
– Villa Adriana



DOVE MANGIARE A ROMA

In una città come Roma non mancano certo i posti in cui mangiare, spendendo cifre non eccessivamente alte. A ogni angolo di strada si aprono bar, locali multitasking, pub, friggitorie e pizzerie a taglio, senza contare ristoranti e trattorie, locali etnici e paninari. Quando però cerchiamo di coniugare spesa contenuta e qualità, ecco i primi problemi. Vi vogliamo proporre 10 indirizzi dove poter consumare un buon pasto, più o meno completo, mantenendo il costo entro limiti contenuti. Troverete veri ristoranti, take away e trattorie, anche della serie si mangia tanto (ma anche bene) spendendo il giusto:

 

    • Il Ristorante Osteria Barberini si trova nel centro storico di Roma a pochi metri da Piazza del Tritone. Le esperienze maturate dallo Chef Gabriele, nei piccoli e grandi ristoranti di Roma, offrono ai clienti di Osteria Barberini una cucina che ha il sapore degli ingredienti genuini, semplice e creativa insieme. Piatti ricercati al Tartufo nero e bianco sono il grande richiamo di un menu che riconosce lo giusto spazio alla tradizione romana.
      Avrete a disposizione 40 posti a sedere nelle 3 piccole sale climatizzate, musica jazz e swing di sottofondo.
      Via della Purificazione, N°21, Roma
      Dal Lunedì al Sabato – Pranzo 12:30-14:30 Cena 18:30-22:30
      Domenica chiusi

      Telefono 06/4743325

Visiona il book fotografico completo

Visiona il book fotografico completo

 

 

  • La Fraschetta di Castel Sant’Angelo nasce nel 2007 per portare i tipici locali dei castelli romani finalmente anche in città, dove si mangia in un ambiente allegro e accogliente ascoltando gli stornelli romani e assaporando i piatti di una volta. Potrete gustare degli ottimi vini locali e le nostre Romanelle che daranno allegria alle vostre serate.
    Aperti a pranzo e a cena, accetta anche ordinazioni per pranzi da portar via o per preparare degli ottimi panini con la Porchetta di Ariccia.
Via del Banco di Santo Spirito, N°20, Roma
Dal Lunedì al Sabato – Orario no-stop 11.30-23.00
Domenica chiusi
Telefono 06/68307661

Visiona il book fotografico completo

Visiona il book fotografico completo

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com