Locanda ai Dogi: la vera cucina tipica delle Dolomiti – Pieve di Cadore (Belluno)

Standard

Tappa da non perdere se passate da Pieve di Cadore è senza dubbio fare una cena alla Locanda ai Dogi: piatti della cucina tipica del Cadore, fatte rigorosamente fatte in casa vi stupiranno. Ho scoperto questo ristorante quasi per caso girando dietro la piazza principale e devo dire che è stata un’esperienza fantastica tra salumi, carni e vini locali.

Tanto per cominciare mi hanno omaggiato subito un bicchiere di prosecco (che non dispiace mai), subito dopo abbiamo aperto le danze con un tagliere di salumi e formaggi a km zero, seguito da caserecce con porro e pancetta e tagliatelle al ragù di cervo che consacrano la cucina locale per poi continuare con una tagliata di Black Angus che mi ha lasciato veramente senza parole!!
Una prelibatezza dopo l’altra che mi ha riempito all’inverosimile 🙂
Dopo aver chiesto il caffè il cameriere (simpaticissimo) mi ha portato l’espresso ordinato e ancora in omaggio una grappa artigianale al fieno fatta da loro che mi ha lasciato senza parole!!
Complimenti allo chef e a tutto lo staff

Locanda ai Dogi
Via: Piazza Municipio, 21, Pieve di Cadore (BL)

Telefono: 0435 581279

Weekend ad Arabba (Belluno): Cosa fare nel cuore delle Dolomiti – Veneto (Italia)

Standard

Nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, Arabba offre un paesaggio incantevole ideale per gli amanti della fotografia, trekking, relax e ovviamente per gli appassionati di sci visto che Porta Vescovo ad Arabba è una delle piste più conosciute delle Dolomiti. In realtà non esiste: infatti nessuna pista di Arabba si chiama così ma con questo nome si identifica la zona in corrispondenza dell’arrivo del nuovo Funifur che da Arabba a 1602 metri porta sino ai 2478 metri di Porta Vescovo (nome geografico) dove si può godere di un panorama davvero mozzafiato: alle sue spalle la Marmolada mentre davanti le piste di Arabba e il Sella.


Dove dormire ad Arabba

Per il mio soggiorno ad Arabba ho avuto il piacere di soggiornare presso l’Hotel Evaldo; un gioiellino 4 stelle proprio nel centro di Arabba, con parcheggio gratuito e un centro benessere completo sempre incluso nel prezzo con piscina coperta, sauna, bagno turco, vasca idromassaggio, palestra attrezzata ma anche massaggi e trattamenti estetici ovviamente a pagamento
Da non sottovalutare invece è sicuramente la vastissima e buonissima colazione a buffet offerta ogni mattina ma anche il ristorante dell’Evaldo che sia a pranzo che a cena serve piatti della cucina locale rivisitati con maestria dallo chef e non abbinati a dei vini di primissima scelta.
Indirizzo: Via Mesdi, 3, Arabba
Telefono: 043679109


Dove mangiare nei dintorni di Arabba

Una tappa da non perdere è sicuramente il Rifugio Burz: raggiungibile con grande semplicità: dal centro di Arabba è possibile prendere l’omonima seggiovia in inverno mentre in estate si può anche arrivare con una camminata di 40 minuti, durante i quali ammirare il maestoso paesaggio circostante dove magari gustare i sapori tradizionali e le portate internazionali. Ottimo sia per chi cerca un pasto veloce in attesa di riprendere a sciare o snowboard, sia per chi vuole assaporare piatti più sostanziosi e gustosi, godendo del suggestivo belvedere che regala la location.
Indirizzo: Loc. Burz, 1, 32020 Arabba, Livinallongo del Col di Lana BL
Telefono: 0436 79399


A pochi chilometri da Arabba, vi consiglio il rifugio Ütia la Tambra: nuovissimo rifugio aperto a dicembre 2016 in una posizione strategica e con una magnifica esposizione sempre a sole (che sulle Dolomiti non dispiace mai. Il rifugio situato a passo Campolongo, all’interno del Sellaronda, unisce tradizione e modernità, ottimo per una pausa durante una giornata di sci.
Indirizzo: Via Passo Campolongo, 30 Arabba (Belluno)
Telefono:  0471 1889650