Foto – Un salto nel mondo tra mari e montagne, vulcani e geysir. 43 Stati diversi #iviaggidispeedy

Standard

Un salto alla Cattedrale metropolitana dei Santi Stanislao e Ladislao con la torre campanaria di Gedimino, alta 57 metri. di Vilnius (Lettonia)Un salto a Castelfranco Veneto (Italia)Un salto sulle Dolomiti Un salto a Passo Pordoi 2240 metriUn salto sulle Dolomiti Un salto sulle Dolomiti Un salto al Ponte Vecchio di Firenze (Italia)Un salto al Castello di Eggenberg a Graz (Austria)Un salto al municipio di Graz (Austria)Un Salto nel Lago d'Antorno 1866 slm (Dolomiti - Italy)Un Salto nel Lago di Misurina 1754 slm (Dolomiti - Italy)Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2016Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2016Un salto sul Vesuvio (Italia)Un salto alla Moschea Blu di Istanbul (Turchia)Un salto alla Cattedrale di Aleksandr Nevskij di Sofia (Bulgaria)Un salto in Sicilia nella Valle dei Templi di Agrigento (Sicilia/Italia)Un salto alla Cattedrale dell'Ascensione ad Almaty (Kazakhstan)Un salto ad Almaty (Kazakhstan)Un salto lungo le montagne che portano al Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto lungo le montagne che portano al Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto ad Almaty (Kazakhstan)Un salto ad Astana (Kazakhstan)Un salto al Partenone di Atene (Grecia)Un salto allo stadio Panathinaiko di Atene (Grecia)Un salto lungo la trada da Bishkek che porta al Lago Issyk-Kul (Kyrgyzstan)Un salto nel Castello di Dracula a Bran (Romania)Un salto nel Castello di Dracula a Bran (Romania)Un salto all'Atomium di Bruxelles (Belgio)Un salto a Bucarest (Romania)Un salto al parco memoriale della seconda guerra mondiale. Chisinau (Moldavia)Un salto sull'Isola di Comino (Malta)Un salto alla Sirenetta (Den lille Havfrue) di Copenaghen (Danimarca)Un salto a Passo San Pellegrino sulle Dolomiti (Italia)Un salto nella spiaggia del Bue Marino sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto nella spiaggia di Cala Azzurra sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto nella spiaggia di Cala Azzurra sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto al Ponte Vecchio di Firenze (Italia)Un salto al Parco Naturale delle Dune di Corralejo . Fuerteventura, Isole Canarie (Spagna)Un salto alla Playa de Sotavento. Fuerteventura, Isole Canarie (Spagna)Un salto alla Cattedrale di Helsinki (Finlandia)Un salto nel lago glaciale Jökulsárlón (Islanda)Un salto on the road verso il ghiacciaio Mýrdalsjökull (Islanda)Un salto nella cascata Skógafoss (Islanda)Un salto nel lago glaciale Fjallsárlón (Islanda)Un tuffo alla Laguna Blu (Blaa lónið) IslandaUn salto nella cascata Skógafoss (Islanda)Un salto all'Isola Grande (detta anche Isola Lunga) di Marsala (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto alla moschea Qol-Şärif a Kazan. Tatastan (Federazione Russia)Un slto alla Cattedrale dell'Annunciazione del Cremlino di Kazan (Tatastan/Federazione Russa)Un salto alla Cattedrale di Santa Sofia a Kiev (Ucraina)Un salto al Teatro dell'Opera di Leopoli.Leopoli (Ucraina)Un salto al Teatro dell'Opera di Leopoli.Leopoli (Ucraina)Un saltocon la Lampada gigante a piazza Lilla Torg, Malmö (Svezia)Un salto in Piazza Umberto I a Mezzojuso (Palermo) con la La Chiesa Matrice latina dell'Annunziata e la Chiesa Matrice greca di San Nicola (Sicilia/Italia)Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2014Un salto ad Almaty (Kazakistan)La mia faccia sui manifesti Vueling AirlinesUn salto al Palazzo Danzante di Praga (Repubblica Ceca)Un salto nela piazza di San Venceslao a Praga (Repubblica Ceca)Un salto a Ragusa Ibla (Sicilia/Italia)Un salto nella chiesa del Salvatore sul Sangue Versato a San Pietroburgo (Russia)Un salto nella chiesa del Salvatore sul Sangue Versato a San Pietroburgo (Russia)Un salto a San Vito Lo Capo, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto al Parco archeologico di Selinunte, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto al Parco archeologico di Selinunte, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto a Plaza de Toros di Siviglia (Spagna)Un salto a Plaza de España a Siviglia (Spagna)Un salto nela Cattedrale di Santa Maria della Sede a Siviglia (Spagna)Un salto alla spiaggia Las Teresitas, Isola di Tenerife (Isole Canarie - Spagna)Un salto alla spiaggia La Tejita sull'Isola di Tenerife (Isole Canarie - Spagna)Un salto sull'Isola di Tenerife( Isole Canarie - Spagna)Un salto al Palazzo del Governo di Tiraspol (Transnistria/Moldavia).Un salto a Tiraspol capitale dello stato fantasma della Transnistria (Moldavia)Un salto alle Saline di Nubia a Trapani (Sicilia/Italia)Un salto lungo la scalata al cratere dell'Isola di Vulcano, Isole Eolie (Messina/Sicilia/Italia)Un salto al cratere del'lIsola di Vulcano, Isole Eolie (Messina/Sicilia/Italia)Un salto alla Statua della madrepatria A Yerevan (Armenia)Un salto al Teatro Nazionale Croato di Zagabria (Croazia)Un salto nella Cattedrale Aleksandr Nevskij a Tallinn (Estonia)Un salto dal castello Toompea di Tallinn (Estonia)Un salto a Brasov (Romania)Un salto a Odessa (Ucraina)Un Salto ad Astana (Kazakhstan)Un Salto nel Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto a Piazza San Marco a Venezia (Italia)Un salto nella collina delle Croci di Vilnius (Lettonia)Un salto al Teatro Nazionale Croato di Zagabria (Croazia)

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Un salto nel mondo tra mari e montagne, vulcani e geysir. 43 nazioni diverse #iviaggidispeedy

Standard

IL MIO MARCHIO DI FABBRICA: I SALTI

Il mio marchio di fabbrica che è presente anche nel logo del mio blog sono i salti! Tutto ebbe inizio al Teatro Nazionale Croato di Zagabria nell’estate 2011 quando per la prima volta i miei amici (dopo vari tentativi) riuscirono ad immortalarmi in volo e da quel momento in poi non ho smesso più di saltare: tra mari e montagne, vulcani e geyser, città e villaggi, in tutti questi anni non ho perso l’occasione di fare questo tipo di foto in giro per il mondo.

 

Un salto alla Cattedrale metropolitana dei Santi Stanislao e Ladislao con la torre campanaria di Gedimino, alta 57 metri. di Vilnius (Lettonia)Un salto a Castelfranco Veneto (Italia)Un salto sulle Dolomiti Un salto a Passo Pordoi 2240 metriUn salto sulle Dolomiti Un salto sulle Dolomiti Un salto al Ponte Vecchio di Firenze (Italia)Un salto al Castello di Eggenberg a Graz (Austria)Un salto al municipio di Graz (Austria)Un Salto nel Lago d'Antorno 1866 slm (Dolomiti - Italy)Un Salto nel Lago di Misurina 1754 slm (Dolomiti - Italy)Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2016Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2016Un salto sul Vesuvio (Italia)Un salto alla Moschea Blu di Istanbul (Turchia)Un salto alla Cattedrale di Aleksandr Nevskij di Sofia (Bulgaria)Un salto in Sicilia nella Valle dei Templi di Agrigento (Sicilia/Italia)Un salto alla Cattedrale dell'Ascensione ad Almaty (Kazakhstan)Un salto ad Almaty (Kazakhstan)Un salto lungo le montagne che portano al Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto lungo le montagne che portano al Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto ad Almaty (Kazakhstan)Un salto ad Astana (Kazakhstan)Un salto al Partenone di Atene (Grecia)Un salto allo stadio Panathinaiko di Atene (Grecia)Un salto lungo la trada da Bishkek che porta al Lago Issyk-Kul (Kyrgyzstan)Un salto nel Castello di Dracula a Bran (Romania)Un salto nel Castello di Dracula a Bran (Romania)Un salto all'Atomium di Bruxelles (Belgio)Un salto a Bucarest (Romania)Un salto al parco memoriale della seconda guerra mondiale. Chisinau (Moldavia)Un salto sull'Isola di Comino (Malta)Un salto alla Sirenetta (Den lille Havfrue) di Copenaghen (Danimarca)Un salto a Passo San Pellegrino sulle Dolomiti (Italia)Un salto nella spiaggia del Bue Marino sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto nella spiaggia di Cala Azzurra sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto nella spiaggia di Cala Azzurra sull'Isola di Favignana (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto al Ponte Vecchio di Firenze (Italia)Un salto al Parco Naturale delle Dune di Corralejo . Fuerteventura, Isole Canarie (Spagna)Un salto alla Playa de Sotavento. Fuerteventura, Isole Canarie (Spagna)Un salto alla Cattedrale di Helsinki (Finlandia)Un salto nel lago glaciale Jökulsárlón (Islanda)Un salto on the road verso il ghiacciaio Mýrdalsjökull (Islanda)Un salto nella cascata Skógafoss (Islanda)Un salto nel lago glaciale Fjallsárlón (Islanda)Un tuffo alla Laguna Blu (Blaa lónið) IslandaUn salto nella cascata Skógafoss (Islanda)Un salto all'Isola Grande (detta anche Isola Lunga) di Marsala (Trapani/Sicilia/Italia)Un salto alla moschea Qol-Şärif a Kazan. Tatastan (Federazione Russia)Un slto alla Cattedrale dell'Annunciazione del Cremlino di Kazan (Tatastan/Federazione Russa)Un salto alla Cattedrale di Santa Sofia a Kiev (Ucraina)Un salto al Teatro dell'Opera di Leopoli.Leopoli (Ucraina)Un salto al Teatro dell'Opera di Leopoli.Leopoli (Ucraina)Un saltocon la Lampada gigante a piazza Lilla Torg, Malmö (Svezia)Un salto in Piazza Umberto I a Mezzojuso (Palermo) con la La Chiesa Matrice latina dell'Annunziata e la Chiesa Matrice greca di San Nicola (Sicilia/Italia)Un salto a Piazza Rossa a Mosca (Russia) 2014Un salto ad Almaty (Kazakistan)La mia faccia sui manifesti Vueling AirlinesUn salto al Palazzo Danzante di Praga (Repubblica Ceca)Un salto nela piazza di San Venceslao a Praga (Repubblica Ceca)Un salto a Ragusa Ibla (Sicilia/Italia)Un salto nella chiesa del Salvatore sul Sangue Versato a San Pietroburgo (Russia)Un salto nella chiesa del Salvatore sul Sangue Versato a San Pietroburgo (Russia)Un salto a San Vito Lo Capo, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto al Parco archeologico di Selinunte, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto al Parco archeologico di Selinunte, Trapani (Sicilia/Italia)Un salto a Plaza de Toros di Siviglia (Spagna)Un salto a Plaza de España a Siviglia (Spagna)Un salto nela Cattedrale di Santa Maria della Sede a Siviglia (Spagna)Un salto alla spiaggia Las Teresitas, Isola di Tenerife (Isole Canarie - Spagna)Un salto alla spiaggia La Tejita sull'Isola di Tenerife (Isole Canarie - Spagna)Un salto sull'Isola di Tenerife( Isole Canarie - Spagna)Un salto al Palazzo del Governo di Tiraspol (Transnistria/Moldavia).Un salto a Tiraspol capitale dello stato fantasma della Transnistria (Moldavia)Un salto alle Saline di Nubia a Trapani (Sicilia/Italia)Un salto lungo la scalata al cratere dell'Isola di Vulcano, Isole Eolie (Messina/Sicilia/Italia)Un salto al cratere del'lIsola di Vulcano, Isole Eolie (Messina/Sicilia/Italia)Un salto alla Statua della madrepatria A Yerevan (Armenia)Un salto al Teatro Nazionale Croato di Zagabria (Croazia)Un salto nella Cattedrale Aleksandr Nevskij a Tallinn (Estonia)Un salto dal castello Toompea di Tallinn (Estonia)Un salto a Brasov (Romania)Un salto a Odessa (Ucraina)Un Salto ad Astana (Kazakhstan)Un Salto nel Big Almaty Lake (Kazakhstan)Un salto a Piazza San Marco a Venezia (Italia)Un salto nella collina delle Croci di Vilnius (Lettonia)Un salto al Teatro Nazionale Croato di Zagabria (Croazia)

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Chi sono: Giuseppe Spitaleri (Travel Blogger) – Mediakit

Standard

Scarica il mediakit in formato pdf

Scarica il mediakit in formato pdf cliccando sull’immagine sopra

 


“IVIAGGIDISPEEDY” IN TUTTI I SOCIAL NETWORK:
#IVIAGGIDISPEEDY HASHTAG UFFICIALE

logo_youtube logo_twitter
4614 ISCRITTI
19642 FOLLOWERS
logo_instagram
9,4 K
FOLLOWERS

 

logo_facebook_fan logo_facebook
6569 LIKES
4128 AMICI

CHI SONO:

 

Mi chiamo Giuseppe Spitaleri, ho 34 anni e sono un travel blogger, influencer, fotografo e videomaker. Siciliano d’origine ma da qualche mese vivo in Veneto tra le Dolomiti e la splendida Venezia. Ho visitato 43 nazioni diverse negli ultimi 8 anni e uno stato “de facto” come la Transnistria, sono un appassionato dell’est Europa, amo scoprire posti nuovi (molto meglio se poco turistici) e per tutto il 2014 sono diventato Ambasciatore per la mia Palermo della compagnia aerea spagnola Vueling finendo perfino sui cartelloni pubblicitari.
Ho un blog www.giuseppespitaleri.com (I VIAGGI DI SPEEDY – Giuseppe Spitaleri) dove scrivo e svolgo la mia attività da travel blogger ma nello stesso tempo non trascuro tutti i miei canali sui vari social network dove sono anche lì ben seguito da un vasto bacino di persone (circa 50.000) e collaboro attivamente con diverse aziende di calibro nazionale e internazionale come Ciak Roncato (valigeria), Manfrotto (fotografia), GoPro (action cam) o anche l’ente del turismo Svezia, Malta, Finlandia, Estonia, Kazakistan, partecipando anche a diversi eventi nazionali ed internazionali tra cui anche questa Expo 2017 proprio in Kazakistan come blogger in cooperazione con l’ambasciata locale.
Sono unico fondatore e gestore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web ( www.lucianoligabuefanclub.com ) con oltre 1.500.000 visite uniche e circa 15.000 iscritti alla newsletter.

Durante i miei viaggi o collaborazioni con aziende, la prima cosa che faccio è raccontare in diretta sui miei social tutte le notizie/foto/video più importanti, in modo da aggiornare i miei followers in tempo reale sulle mie vicissitudini e nello stesso tempo stuzzicare la loro curiosità e spingerli a seguirmi fino alla pubblicazione del diario di viaggio completo sul mio blog nei giorni/settimane successive al viaggio.

I miei followers hanno una età media di 18/40 anni e con una provenienza per metà dall’Italia e per l’altra metà dai paesi dell’est Europa o dell’ex Unione Sovietica (parlo un poco di russo) dove sono molto popolare per i miei molteplici viaggi, articoli, foto e video.

Per ovvie ragioni mi trovo spessissimo in giro per il mondo e lo dimostra il fatto che negli ultimi 8 anni ho visitato 43 nazioni diverse (Andorra, Armenia, Belgio, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Georgia, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Italia, Islanda, Kazakistan, Kyrgyzstan, Kosovo, Lettonia, Lituania, Macedonia FYROM ex repubblica di Jugoslava di Macedonia, Malta, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Ucraina, Ungheria, Vaticano) e uno “de facto” come la Transnistria che molti sconoscono ma posso sicuramente affermare che è uno dei posti più pericolosi e inospitali dell’intera Europa.

Se volete leggere qualche articolo o vedere qualche foto/video basta cliccate su una qualsiasi nazione colorata di rosso da me visitata: quasi tutta l’Europa 🙂


IL MIO GIRO DEL MONDO IN 43 STATI DIVERSI

 


IL MIO MARCHIO DI FABBICA: I SALTI

Il mio marchio di fabbrica che è presente anche nel logo del mio blog sono i salti! Tutto ebbe inizio al Teatro Nazionale Croato di Zagabria nell’estate 2011 quando per la prima volta i miei amici (dopo vari tentativi) riuscirono ad immortalarmi in volo e da quel momento in poi non ho smesso più di saltare: tra mari e montagne, vulcani e geyser, città e villaggi, in tutti questi anni non ho perso l’occasione di fare questo tipo di foto in giro per il mondo.

Clicca qui per visionare tutte le foto "in volo" girovagando per il mondo

Visionatutte le foto “in volo” girovagando per il mondo


LE MIE COLLABORAZIONI PIU’ IMPORTANTI:

logo_vuelingDai primi mesi del 2014 sono diventato testimonial e ambasciatore nella mia splendida Palermo per la compagnia aerea spagnola VUELING AIRLINES. Un’esperienza unica, irripetibile e fantastica che mi ha portato a viaggiare gratuitamente fino al 31 dicembre 2014 con i 50 voli che mi ha omaggiato la compagnia aerea. Inoltre il mio volto è comparso affisso su tutti i cartelloni pubblicitari, fermate degli autobus, gigantografie sui palazzi, giornali, quotidiani e tanto altro.

Clicca qui per visionare le foto della campagna pubblica Vueling Airlines a Palermo

Clicca sopra per visionare le foto della campagna pubblica Vueling Airlines a Palermo

poster vueling 2014


clicca per vedere il sito CIAK RONCATO

Dal settembre 2015 ad oggi sono brand ambassador “Ciak Roncato” (una delle aziende leader in Italia produttrice di trolley, borse, valigie e articoli da viaggio) per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog la loro 2 linee di trolley “Crazy We” e la “To Do” personalizzata da me.
I miei scatti fotografici vengono anche pubblicati nei loro social network ufficiali.
book_ciak_roncato


clicca per vedere il sito MANFROTTODa ottobre 2015 ad oggi sono brand ambassador “Manfrotto” per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog la loro linea zaini “Manfrotto bags”. Manfrotto è leader mondiale nella ideazione, produzione e distribuzione di supporti professionali per i mercati della fotografia, del video, dell’illuminazione e dell’intrattenimento.
I miei scatti fotografici e articoli vengono anche pubblicati sui loro social network ufficiali e nel loro sito dove è presente anche la mia scheda alla sezione “fotografi” (vedi il mio ultimo articolo) con i miei articoli

Leggi l'articolo sul sito Manfrotto

Leggi l’articolo sul sito Manfrotto


logo_goproDall’estate 2015 brand ambassador “GoPro” per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog con foto e video la loro action cam “Hero4 Silver”. L’azienda GoPro è leader mondiale indiscussa nel settore delle action cam

Clicca qui per visionare le foto alcune foto GoPro

Clicca sopra per visionare le foto alcune foto GoPro


clicca per vedere il sito VISIT SWEDENA dicembre 2015 collaborazione e sponsorizzazione del mio viaggio in Svezia a Malmö con l’Ente del Turismo nazionale “Visit Sweden” che mi ha dato il sostegno per tutta la permanenza in Svezia.
malmo_svezia_www.giuseppespitaleri.com_000


A settembre 2016 collaborazione e sponsorizzazione turistica con l’Ente del Turismo Kazako e l’Ambascita del Kazakistan a Roma per promuovere le bellezze del Kazahstan e in particolar modo delle 2 città principali Almaty e Astana in vista della prossima EXPO 2017 che si terrà propria nella capitale Astana sabato 10 giugno 2017 con un lungo viaggio di 2 settimane nella loro Nazione.


kazakistan_app

logo_expo_2017_astana_kazakhstan_future_energy1


A novembre 2016 collaborazione e sponsorizzazione con l’Ente del Turismo Maltese “Visit Malta” per promuovere le bellezze delle 3 isole Malta, Comino e Gozo con un viaggio stampa.


A novembre 2016 collaborazione con la compagnia “AirMalta” per promuovere le nuove tratte in promozione da Palermo e Catania  per l’Isola di Malta


A maggio 2017 collaborazione e sponsorizzazione con l’Ente del Turismo Finlandese “Visit Finland” per promuovere le bellezze di Helsinki.


A maggio 2017 collaborazione e sponsorizzazione con l’Ente del Turismo Estone “Visit Estonia” per promuovere le bellezze di Tallinn.


ALCUNE COLLABORAZIONI IMPORTANTI:
audi-logoestathe_logofriskiesHotel Jumbaktas (Bishkek, kyrgyzstan)logo-enellogo-nescafelogo-vodafonelogo__alpha_hotel_moscowlogo_absolute_hotel_astanalogo_adidaslogo_amazon-primelogo_amazonprimelogo_betterlogo_BlaBlaCarlogo_bmwlogo_buzzoolelogo_cavallinologo_cereslogo_comixlogo_dacialogo_dislogo_emozione3logo_enilogo_fordlogo_ford-sociallogo_foxlifelogo_galleryparkhotel_rigalogo_genertellogo_gimme5logo_goggleboxlogo_grouponlogo_hisenselogo_hotel_favignana_iprettilogo_Hotel_Katajanokkalogo_hotel_napoleon_romalogo_hotel_rantapuistologo_hotel_shymbulaklogo_hotel_vulcano_therasialogo_huaweilogo_InteContinentallogo_jeeplogo_lucanologo_menarinilogo_montefarmacologo_mycicerologo_nikelogo_novotellogo_paddypowerlogo_parkinn_radissonlogo_paypallogo_pensapulitologo_postelogo_red_bulllogo_renaultlogo_schesirlogo_shahlogo_smartlogo_snailogo_takeseatlogo_timlogo_toyotalogo_travel_assistancelogo_trelogo_ubibancalogo_ucilogo_vilniusgrandresortlogo_volagratislogo_walliancelogo_windmercedes-benznissan_logosony_logoturkishairlines_logoubi-nbaubuntu-logo32

 


ALCUNI MEETING/EVENTI NAZIONALI/INTERNAZIONALI IMPORTANTI A CUI SONO STATO INVITATO:

Data Nome evento
Città
17/05/2014 Italian Travel Blogger Meeting Roma
01/06/2014 Europe Vueling Ambassador Meeting Malaga
18/05/2015 Italian Travel Blogger Meeting Roma
8/10 ottobre 2015 Travel Blogger Destination Italy Rimini
20/11/2015 Youtube “Creator Day” Roma
09/07/2016 Youtube “Creator Day” Roma
13/15 ottobre 2016 Fiera del Turismo TTG
Rimini
7/9 novembre 2016 World Travel Market London
Londra
12/14 ottobre 2017 Travel Blogger Destination Italy Rimini

ALTRI VIDEO CHE POSSONO DARE L’IDEA DEI MIEI VIAGGI:

—————————–
Giuseppe Spitaleri
www.giuseppespitaleri.com
info@giuseppespitaleri.com  
Cellulare +39 3292946931

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

VIDEO – Un anno da Ambasciatore Vueling per Palermo – 2014 volte grazie Vueling Airlines

Video

Un anno da Ambasciatore Vueling Airlines per Palermo.
Un’esperienza fantastica che mi ha portato a viaggiare per tutto il 2014 tra 16 nazioni e tantissime città!

 2014 volte grazie … Vueling Airlines

 

Negli ultimi 7 anni ho visitato 34 stati europei riconosciuti (Andorra, Armenia, Belgio, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Georgia, Grecia, Inghilterra, Italia, Islanda, Kosovo, Macedonia FYROM ex repubblica di Jugoslava di Macedonia, Malta, Moldavia, Montenegro, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Turchia, Ucraina, Ungheria, Vaticano) e uno “de facto” come la Transnistria.

Da fine aprile 2014 sono diventato testimonial e ambasciatore nella mia splendida Palermo della compagnia aerea spagnola VUELING AIRLINES ! Un’esperienza unica e irripetibile che mi darà la possibilità fino al 31 dicembre 2014 di seguire in Italia, in Europa e nel mondo, tutti i maggiori eventi organizzati da questa splendida compagnia aerea catalana e avrò anche la fortuna di poter usufruire di 50 voli gratis da utilizzare ovviamente in tutte le città servite da Vueling

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Mediakit: Giuseppe Spitaleri (Travel Blogger)

Standard

TUTTI I LINK/FOLLOWERS SUI MIEI SOCIAL NETWORK:

YOUTUBE
speedypalermo
TWITTER
speedy83palermo

logo_youtube logo_twitter
4614 ISCRITTI
19642 FOLLOWERS

PAGINA FAN
Becco Travel by Giuseppe Spitaleri
PAGINA PERSONALE
Giuseppe Spitaleri
logo_facebook logo_facebook
6569 LIKES
3750 AMICI

INSTAGRAM
speedy83palermo
logo_instagram
9905 FOLLOWERS

CHI SONO:

Jökulsárlón è il più grande e più conosciuto lago di origine glaciale dell'Islanda. Situato a sud del ghiacciaio Vatnajökull, tra il Parco nazionale Skaftafell e la città di Höfn, apparve per la prima volta tra il 1934 e il 1935 e dal 1975 crebbe dai 7,9 km² agli attuali 18 km² di superficie, a causa dello scioglimento accelerato dei ghiacciai islandesi. Possiede una profondità massima di 260 m, il che lo rende il lago più profondo d'Islanda. Una delle sue caratteristiche più sorprendenti è la presenza di numerosi iceberg che derivano dalla lingua del ghiacciaio del Breiðamerkurjökull. Vicino al Jokulsarlon, si trovono altri due laghi glaciali, il Fjallsárlón e il Breiðárlón. I blocchi di ghiaccio che cadono dal fronte del ghiacciaio Vatnajökull, in particolare dalla parte chiamata Breidamerkurjokull, derivano sul lago, fino raggiungere il mare. I colori di questi piccoli iceberg vanno dal turchese al blu profondo, ma anche giallo a causa del solfuro di origine vulcanica, nero per colpa delle cenere, e ovviamente bianco, in diverse tonalità. l lago si trova a 250 chilometri da Reykjavík, a 75 chilometri ad ovest della città di Höfn, e a 60 chilometri all'est del Parco nazionale di Skaftafell. La Strada N°1 che ci porta, passa vicino a una dozzina di altri ghiacciai, che pure loro si ritirano, e include un ponte che passa sopra alla bocca del lago, nella sua parte sud. Dei parcheggi sono stati costruiti per facilitare l'accesso ai visitatori. Il lago Jokulsarlon offre una vista eccezionale sulla calotta ghiacciaia, grande cupola di ghiaccio che sorge ad un'altezza di 910 metri. Comincia a scivolare 19 chilometri prima di raggiungere la laguna. In estate, gli iceberg possono derivare nel lago per anni, fino alla sua bocca, dove si fondono gradualmente prima di scomparire nel mare. D'inverno, il lago congela e blocca gli iceberg. Enormi blocchi di ghiaccio si staccano dal Vatnajökull: possono raggiungere i 30 m di altezza. La velocità impressionante alla quale il Vatnajökull si ritira suggerisce la possibile nascita di un fiordo profondo. Inoltre, questo fenomeno di scioglimento è anche visto come una minaccia a lungo termine per la Strada nº1. Delle misure di protezione per il ponte sono già state messe in atto, compresa la costruzione di una diga. Quest'ultima facilita l'accesso al sito per le macchine di cantiere di protezione, come durante la posa di pietre per evitare agli iceberg di colpire i pilastri delle ponte. Jökulsárlón (Islanda)

Ciao viaggiatori!

Il mio passaporto dice che mi chiamo Giuseppe Spitaleri ho 32 anni e sono di Mezzojuso un paesino a 40 km da Palermo!
Travel blogger, fotografo e videomaker per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “www.giuseppespitaleri.com I VIAGGI DI SPEEDY” con articoli, book fotografici, video e tanto altro.
Durante i miei viaggi la prima cosa che faccio è raccontare in diretta sui miei social tutte le notizie/foto/video più importanti, in modo da aggiornare i miei followers in tempo reale sulle mie vicissitudini e nello stesso tempo stuzzicare la loro curiosità e spingerli a seguirmi fino alla pubblicazione sul mio blog del diario di viaggio completo nei giorni successivi al viaggio.

Per ovvie ragioni mi trovo spessissimo in giro per il mondo e lo dimostra il fatto che negli ultimi 7 anni ho visitato 38 nazioni diverse (Andorra, Armenia, Belgio, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Georgia, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Italia, Islanda, Kosovo, Lettonia, Macedonia FYROM ex repubblica di Jugoslava di Macedonia, Malta, Moldavia, Montenegro, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Ucraina, Ungheria, Vaticano) e uno “de facto” come la Transnistria che molti sconoscono ma posso sicuramente affermare che è uno dei posti più pericolosi e inospitali dell’intera Europa.

Se volete leggere qualche articolo o vedere qualche foto/video realizzato da me basta cliccate su una qualsiasi nazione colorata di rosso.

IL MIO MARCHIO DI FABBICA: I SALTI

Il mio marchio di fabbrica che è presente anche nel logo del blog sono i salti! Tutto ebbe inizio al Teatro Nazionale Croato di Zagabria nell’estate 2011 quando per la prima volta i miei amici (dopo vari tentativi) riuscirono ad immortalarmi in volo e da quel momento in poi non ho smesso più di saltare: tra mari e montagne, vulcani e geysir, monumenti antichi e moderni, durante questi anni non ho perso l’occasione di fare questo tipo di foto in giro per il mondo.

Clicca qui per visionare tutte le foto "in volo" girovagando per il mondo

Visionatutte le foto “in volo” girovagando per il mondo


LE MIE COLLABORAZIONI PIU’ IMPORTANTI:

 

logo_vuelingDai primi mesi del 2014 sono diventato testimonial e ambasciatore nella mia splendida Palermo per la compagnia aerea spagnola VUELING AIRLINES. Un’esperienza unica, irripetibile e fantastica che mi ha portato a viaggiare gratuitamente fino al 31 dicembre 2014 con i 50 voli che mi ha omaggiato la compagnia aerea. Inoltre il mio volto è comparso affisso su tutti i cartelloni pubblicitari, fermate degli autobus, gigantografie sui palazzi, giornali, quotidiani e tanto altro.

Clicca qui per visionare le foto della campagna pubblica Vueling Airlines a Palermo

Clicca sopra per visionare le foto della campagna pubblica Vueling Airlines a Palermo

poster vueling 2014


clicca per vedere il sito CIAK RONCATO

Dal settembre 2015 ad oggi sono brand ambassador “Ciak Roncato” (una delle aziende leader in Italia produttrice di trolley, borse, valigie e articoli da viaggio) per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog la loro linea trolley “To Do” personalizzata da me.
I miei scatti fotografici vengono anche pubblicati nei loro social network ufficiali.
book_ciak_roncato


clicca per vedere il sito MANFROTTODa ottobre 2015 ad oggi sono brand ambassador “Manfrotto” per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog la loro linea zaini “Manfrotto bags”. Manfrotto è leader mondiale nella ideazione, produzione e distribuzione di supporti professionali per i mercati della fotografia, del video, dell’illuminazione e dell’intrattenimento.
I miei scatti fotografici e articoli vengono anche pubblicati sui loro social network ufficiali e nel loro sito dove è presente anche la mia scheda e articoli alla sezione “fotografi” (vedi il mio ultimo articolo)

Leggi l'articolo sul sito Manfrotto

Leggi l’articolo sul sito Manfrotto


logo_goproDall’estate 2015 brand ambassador “GoPro” per promuovere attraverso i miei social network e il mio blog con foto e video la loro action cam “Hero4 Silver”. L’azienda GoPro è leader mondiale indiscussa nel settore delle action cam

Clicca qui per visionare le foto alcune foto GoPro

Clicca sopra per visionare le foto alcune foto GoPro


clicca per vedere il sito VISIT SWEDENA dicembre 2015 collaborazione e sponsorizzazione del mio viaggio in Svezia a Malmö con l’Ente del Turismo nazionale “Visit Sweden” che mi ha dato il sostegno per tutta la permanenza in Svezia.
malmo_svezia_www.giuseppespitaleri.com_000


 

ALCUNI MEETING/EVENTI NAZIONALI/INTERNAZIONALI IMPORTANTI A CUI SONO STATO INVITATO:

 

Data Nome evento
Città
17/05/2014 Italian Travel Blogger Meeting Roma
01/06/2014 Europe Vueling Ambassador Meeting Malaga
18/05/2015 Italian Travel Blogger Meeting Roma
8/10 ottobre 2015 Travel Blogger Destination Italy Rimini
20/11/2015 Youtube “Creator Day” Roma

ALCUNI VIDEO CHE DANNO IDEA DEI MIEI VIAGGI:

 

 

—————————–
Giuseppe Spitaleri
www.giuseppespitaleri.com
info@giuseppespitaleri.com  
Cellulare +39 3292946931

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

FOTO e VIDEO – Don’t Forget Srebrenica … 11 luglio 1995 – 11 luglio 2015! – 20 anni per non dimenticare il genocidio! Potočari (8372)

Standard

 



 

Domani sarà il ventesimo anniversario del genocidio di Srebrenica!
11 LUGLIO 1995 – 11 LUGLIO 2015! Ma di cosa stiamo parlando?!?!?
A scuola non se ne parla …. a volte non c’è nemmeno nei libri di storia. L’11 luglio è una data tristemente significativa e sempre più dimenticata: il Parlamento europeo nel 2009 la istituì come giornata della memoria per le vittime del genocidio di Srebrenica, consumatosi nel cuore dell’Europa 20 anni fa.

IL Book fotografico del Cimitero Potočari (8372) – Srebrenica (Bosnia Erzegovina)

IL Book fotografico del Cimitero Potočari (8372) – Srebrenica (Bosnia Erzegovina)

 

Srebrenica (in serbo: Сребреница ˈsrêbrenit͡sa) è una città e un comune nella parte orientale della Bosnia-Erzegovina appartenente all’entità della Repubblica Serba di Bosnia-Erzegovina (Republika Srpska).
Srebrenica è il più grande massacro avvenuto in Europa dalla fine della seconda guerra mondiale, e rappresenta la vittoria dei nazionalisti e la sconfitta delle Nazioni Unite. All’epoca, l’incaricato per i diritti umani dell’ONU Mazowiecki definì l’azione serba “una violazione molto seria e su scala enorme dei diritti umani, descrivibile solo con la parola barbarie: attacchi alla popolazione civile, uccisioni e stupri”. La città di Srebrenica svuotata dei propri abitanti viene presa d’assalto da famiglie serbo-bosniache, quasi tutte profughe a loro volta che alterarono la composizione e la cifra etnica della cittadina. Le autorità serbo-bosniache e jugoslave inizialmente avevano negato quanto accaduto. Fino ad oggi circa migliaia e migliaia di vittime sono state ritrovate tra i boschi e i vicini comuni. Uno sterminato cimitero musulmano e un maestoso monumento alla memoria, presso Srebrenica, inaugurato nel 2003, ne ha sepolti 8372 mentre tanti altri corpi esumati aspettano ancora i risultati per essere ufficialmente identificati. I responsabili della strage negli anni successivi al compimento del genocidio fecero di tutto per nascondere le prove, svuotando molte fosse originarie e riseppellendo i cadaveri frazionati in più fosse disseminate in un arco di cinquanta km da Srebrenica.
Il Massacro fu considerato crimine di guerra, per il quale furono perseguiti sia Ratko Mladić, arrestato lo scorso 26 maggio dopo una lunga latitanza, che Željko Ražnatović, meglio conosciuto come Arkan, sanguinario esecutore di genocidi e pulizie etniche nei Balcani. La giustizia non fece in tempo a fare il suo corso: Arkan fu assassinato nel 2000.
Ci sono ancora dei misteri irrisolti intorno alla carneficina, dalle cause effettive dell’esplosione di violenza al mancato intervento dei Caschi blu dell’ONU, che detenevano la sovranità militare del territorio di Srebrenica.


 

Srebrenica, 12 luglio 1995. Le truppe serbe entrano a Potocari, un villaggio a sei chilometri da Srebrenica, dove le truppe dell’Onu hanno il loro quartier generale. Il comandante dei caschi blu ha ottenuto da Mladic l’assicurazione che donne, vecchi e bambini saranno evacuati nel territorio sotto il controllo dei musulmani. Nel primo pomeriggio arrivano a Potocari 40-50 veicoli, tra furgoni, camion e jeep, su cui viene caricato un primo contingente di persone. Mladic si fa vedere sulla scena dai giornalisti, che osservano i soldati serbi mentre distribuiscono acqua e pane agli sfollati e gettano dolci ai bambini. “Non abbiate paura – dice Mladic davanti alle telecamere. – State calmi, calmi. Lasciate che donne e bambini vadano per primi. Verranno tanti autobus. Non abbandonatevi al panico. State attenti che nessuno dei bambini si perda. Non abbiate paura. Nessuno vi farà del male”.

Ratko Mladic dopo l’arresto, avvenuto il 26 maggio 2011, dopo 16 anni di latitanza (ilmessaggero.it)

Intanto a New York il Consiglio di sicurezza dell’Onu adotta all’unanimità una risoluzione per chiedere “l’immediata cessazione dell’offensiva dei serbi bosniaci e il loro ritiro dalla zona di protezione di Srebrenica”. Una pronuncia formale, che non avrà alcun effetto. Sul calar della notte, i serbi raccolgono a Potocari gli uomini che sono riusciti a rastrellare in un edificio di fronte all’accampamento dell’Onu, noto come “casa bianca”. Alcuni di loro vengono uccisi sul posto, mentre la maggioranza viene trasportata a Bratunac, dove viene sottoposta a sevizie, prima di essere trucidata. Il 13 luglio inizia la grande mattanza in un’atmosfera di esaltazione collettiva, come sarà testimoniato dagli appartenenti a un convoglio dell’Agenzia Onu per i rifugiati, che vedono i serbi bosniaci, molti dei quali ubriachi, festeggiare nelle strade. Nei quattro giorni successivi le uccisioni di massa continuano senza tregua, con ogni tipo di arma, anche con granate.

Boutros Boutros-Ghali, segretario generale Onu dal 1992 al 1996. La comunità internazionale non impedì la strage di Srebrenica (agenziastampaitalia.it)

Per quanto già il 13 luglio le notizie che qualcosa di terribile sta accadendo a Bratunac comincino a raggiungere i vertici delle Nazioni Unite, Jasushi Akashi – rappresentante speciale del segretario Boutros-Ghali – chiede che non vengano rese pubbliche, per non mettere in pericolo gli osservatori militari dell’Onu ancora a Srebrenica. Solo il 16 e il 17 luglio, quando i giornalisti intervistano i primi fuggiaschi all’aeroporto di Tuzla e i caschi blu rimpatriati attraverso Zagabria, cominciano a trapelare le prime informazioni sul massacro. Uno degli uomini dell’Onu racconterà: “La stagione di caccia è al culmine… presi al bersaglio non sono solo gli uomini al servizio del governo bosniaco… ma anche donne, pure quelle incinte, bambini e vecchi… su alcuni si spara o li si ferisce, ad altri vengono tagliate le orecchie e alcune donne sono state stuprate”.

Il 16 luglio sul tardi e nelle prime ore del 17 luglio una colonna di uomini e ragazzi fuggiti attraverso i boschi raggiunge dopo sei giorni di marcia il territorio controllato dal governo di Sarajevo. Di 15mila, quanti erano partiti, ne sono rimasti vivi tra i 4500 e i 6000.


Don’t Forget Srebrenica

 

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

VIDEO – Sarajevo (Bosnia Erzegovina) tra croci, minareti e sinagoghe – ESTATE 2011

Video

 

 

« Una città che nel suo centro ha quattro luoghi di preghiera. È raro.
Un luogo musulmano, due cristiani, uno ebraico. A un centinaio di metri uno dall’altro. Non esiste in nessuna altra parte del mondo.
L’aveva scritto tempo fa, prima della guerra, un rabbino sefardita, chiamato Kaa »
Predrag Matvejević

Sarajevo (in alfabeto cirillico Сарајево; in italiano: Saraievo o, meno frequente, Seraievo) è la capitale e la più grande città della Bosnia-Erzegovina. La sua popolazione si aggira attorno ai 750.000 abitanti. Conosciuta principalmente come scenario dell’attentato all’arciduca austriaco Francesco Ferdinando, la città ha ospitato, nel 1984, i XIV Giochi olimpici invernali e, tra il 1992 e il 1995, ha sofferto più di tre anni d’assedio da parte delle forze serbo-bosniache, durante la guerra di Bosnia.
Il momento di massima crescita della città si ebbe agli inizi degli anni ottanta quando Sarajevo venne nominata città ospitante dei giochi olimpici invernali.

A causa dell’inizio della guerra in Jugoslavia, il 6 aprile 1992 la città venne accerchiata ed in seguito assediata dalle forze serbe. La guerra, che è durata fino all’ottobre del 1995, ha portato distruzione su larga scala e una fortissima percentuale di emigrazione.

Tra i beni culturali maggiormente devastati dal conflitto si rammentano la Biblioteca Nazionale ed Universitaria, che era il monumento più rappresentativo dell’architettura pseudo-moresca del XIX secolo, il “Museo di Stato della Bosnia-Herzegovina” e la Moschea di Gazi Husrev Beg (del XVI secolo).

La ricostruzione della città è iniziata a partire dal marzo del 1996, subito dopo la fine della guerra. Sebbene già nel 2003 la maggior parte della città presentasse il frutto dei primi processi della ricostruzione, ad oggi (novembre 2011) Sarajevo mostra ancora i diversi segni del conflitto, sia nella parte nuova che in quella più antica (in particolare risultano abbastanza evidenti i colpi di proiettile presenti su moltissimi edifici ricoperti di gesso). Il centro storico ottomano e la parte ottocentesca, di impronta austriaca, a parte alcuni singoli edifici sono completamente rimesse a nuovo. I segni più evidenti della guerra si possono ancora trovare nella città nuova, Novo Sarajevo, dove molti edifici sono ancora distrutti, e accanto ad essi sono molti i cantieri di nuovi centri commerciali ed edifici destinati ai servizi.
Sarajevo è da sempre città multi-etnica e multi-religiosa, al suo interno convivono tre diverse religioni: l’islam, il cristianesimo (con due confessioni: cattolica ed ortodossa) e l’ebraismo. Il grande clima di tolleranza e rispetto tra queste confessioni ha portato a soprannominare Sarajevo la Gerusalemme d’Europa. I rapporti tra queste fedi si sono incrinati in seguito alle guerre jugoslave.

(Fonte Wikipedia)

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

FOTO (Poster) e VIDEO – Il mio 2014 … un anno da Ambasciatore Vueling per Palermo! – Thanks Vueling Airlines

Immagine


poster vueling 2014


Cosa vuol dire essere Ambasciatore Vueling? Per chi ama viaggiare e la fotografia come me è semplicemente un sogno da cui non vorresti mai svegliarti!!
Un’esperienza unica, irripetibile e fantastica che mi ha portato a viaggiare per tutto il 2014 tra 15 Stati:
Andorra (Andorra la Vella), Armenia (Yerevan), Belgio (Bruxelles), Bielorussia (Brest, Grodno, Minsk, Mogilev), Germania (Düsseldorf), Georgia (Tbilisi), Grecia (Atene), Italia (Firenze, Roma), Islanda (L’intero perimetro dell’isola per un viaggio lungo 2400 km), Olanda (Amsterdam), Polonia (Bialystok, Terespol e Varsavia), Portogallo (Lisbona), Repubblica Ceca (Praga), Russia (Kazan, Mosca, San Pietroburgo), Spagna (Barcellona, Malaga, Siviglia), Spagna/Isole Canarie (Fuerteventura, Tenerife)!

Ho avuto il piacere e la fortuna di poter ammirare nello stesso viaggio posti veramente agli antipodi che mi hanno fatto capire per l’ennesima volta com’è vario e bello il nostro pianeta: sia sotto il punto di vista climatico ma anche culturale/monumentale/gastronomico!
Ad agosto per esempio sono passato dall’Islanda all’Armenia!  Dall’isola più giovane d’Europa dove praticamente non c’è sono nessun monumento degno di nota ma caratterizzata dai suoi scenari lunari creati dal transito della lava, distese di muschio, deserti di lava, fiordi, colline verdeggianti, ghiacciai che si gettano in mare, fiumi e cascate ma anche geyser, soffioni, sbuffi e calde pozze naturali dove immergersi mentre fuori c’è il gelo … per poi nel giro di qualche ora ritrovarmi in Asia con uno sbalzo termico di 40/45 gradi (dato che l’Armenia con il suo clima continentale è caratterizzato da estati molto molto torride e con scarse precipitazioni) e in un stato in cui è spesso definito un museo all’aria aperta dove i visitatori possono trovare circa 4.000 monumenti storici in tutta l’Armenia, appartenenti ai vari periodi della storia del paese: dalla preistoria all’età ellenistica, dai primi anni dell’epoca cristiana al Medioevo. Nel corso dei secoli gli armeni hanno creato i loro capolavori durante i rari periodi di pace e di relativa prosperità. Solo a Yerevan ci sono più di 40 musei e gallerie di belle arti!

Oppure l’ultimo viaggio di fine 2014 dopo essere stato per quasi 20 giorni nella gelida Russia da Kazan a Mosca e poi ancora a San Pietroburgo sono passato dai -30 gradi della Federazione Russa ai +28 gradi di Fuerteventura alle Isole Canarie.
Uno sbaldo termico di quasi 60 gradi nel giro di qualche ora e per fortuna senza prendere il raffreddore !:-)
Ma la differenza non è stata soltanto climatica ma anche sotto tutti i punti d vista.
Dalla “Venezia del Nord” per le somiglianze geografiche, strutturali e architettoniche di San Pietroburgo nonchè uno dei principali centri culturali d’Europa alle Isole Canarie dove praticamente ho trovato l’esatto contrario ovvero un’isola privata di monumenti e storia ma dall’altra parte compensava con un mare da favola che non ha nulla da invidiare a nessuna altra spiaggia al mondo e dove ho avuto la possibilità di fare il bagno perfino a Capodanno.

2014 volte grazie … Vueling Airlines

Giuseppe Spitaleri.

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

VIDEO – Giuseppe Spitaleri vince il concorso ambasciatori Vueling Italia per Palermo

Video

Grazie a VUELING  e grazie a tutti coloro che mi hanno supportato in questa avventura!!
SONO DIVENTATO AMBASCIATORE VUELING PER PALERMO!
Ho vinto il concorso #ambasciatorivueling che mi permetterà di viaggiare per tutto il 2014 con questa splendida compagnia aerea spagnola!! Avrò 50 voli da utilizzare da aprile 2014 al  31/12/2014 per tutte le tratte Vueling!!!
Come si evince dagli ultimi secondi del video I LOVE VUELING :)

 

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

VIDEO – GRAZIE ROMA – GLI AMBASCIATORI VUELING A ROMA

Video

Gli ambasciatori di Vueling per le strade di Roma a caccia di selfie, in occasione del concorso “Grazie Roma!”. 39 voli in palio dal 16 al 20 giugno 2014, per festeggiare i 7 milioni di passeggeri trasportati nella capitale.

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com