Weekend a Feltre: crocevia tra Venezia, Trento e Belluno con uno sguardo al suo Palio.

Standard

Avete in programma un weekend romantico per fuggire dal tram tram quotidiano della grande città? Feltre è il posto che fa per voi. Comune italiano della provincia di Belluno raggiungibile comodamente in auto o in treno. Arrivati alla stazione di Feltre vi sembrerà che il tempo si è fermato, la stazione e il bar interno mantengono gli arredamenti degli anni 60 dando un aspetto vintage a tutto l’ambiente.

La città è divisa in due parti, una bassa e una alta racchiusa in delle imponenti mura. Nel centro storico potrete fare una serena passeggiata tra i negozi senza essere disturbati dal rumore delle macchine perché Largo Castaldi è completamente zona pedonale a servizio di chi vuol fare una tranquilla passeggiata.  La parte superiore è raggiungibile da una panoramica scalinata o per i più pigri tramite un ascensore. Arrivati nel cuore della città dentro le mura troverete la bellissima piazza Maggiore sovrastata da palazzi nobiliari, dall’imponente Castello di Alboino  e dalla chiesa di San Rocco. Nella stagione estiva ogni anno la piazza ospita i cortei storici dei quattro quartieri che partecipano al Palio di Feltre e la Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale.

Nelle giornate di martedì e venerdì si può trovare il tradizionale mercato nel centro storico della città. Qui potete trovare le solite bancarelle con ottimi capi di abbigliamento ma anche alimentari formaggi provenienti dalle vicine malghe e il famoso radicchio di Treviso a prezzi davvero competitivi.

Se avete voglia di vedere la neve lontani dal caos dei comprensori sciistici, il comprensorio che fa per voi è quello del Monte Avena: promontorio che si affaccia su Feltre che oltre ad essere una stazione sciistica adatta alle famiglie è il luogo ideale per tranquille passeggiate tra i boschi e per respirare aria un pò d’aria pulita delle Dolomiti Bellunesi.


NEI DINTORNI

A circa 3 chilometri da Feltre si trovava il comune di Pedavena sede della famosissima omonima birreria. Oltre a visitare la fabbrica con dei percorsi guidati potrete degustare piatti tipici ricchi dei profumi della montagna e bere dell’ottima birra nel ristorante/pub della Birreria. La sala interna è un ambiente caldo e accogliente con degli storici affreschi. Fiore all’occhiello della birreria è la  rinomata birra Centenario dal profumo e sapore inconfondibile. Ogni pasto che si rispetti si chiude con un dolce e anche qui la birreria Pedavena non vi lascia di certo a bocca asciutta, tra tutti i dolci vi consiglio l’esclusivo Birramisù: un tiramisù alla birra dalla consistenza soffice e corposa. Dopo il pranzo potete fare una passeggiata nel parco della birreria che nel periodo natalizio ospita i tradizionali mercatini di Natale.

A circa 8 kilometri da Feltre nella località di Busche troverete la latteria LatteBusche e il vicino bar Bianco con uno spaccio di formaggi di ottima qualità fatto di latte italiano da mucche dei pascoli bellunesi. Il bar Bianco rappresenta una piacevole sosta, per un gelato artigianale, una cioccolata calda, il mio consiglio è di farvi servire un gelato o un caffè con la loro cremosissima panna montata, ma è anche il luogo giusto per fare una scorta di formaggi da portare con sé.


Se vi è piaciuto il mio articolo, ringraziate anche @momondo che ha chiesto ai suoi ambassadors di raccontare ai propri followers il proprio pensiero relativo a creare una guida sulla città in cui si vive 🙂
Se volete raggiungere Feltre o cercare qualche altra offerta su #momondo cliccate qui e avrete modo di trovare e confrontare i voli più economici

Alla scoperta del Veneto dalle splendide Dolomiti alla magica Venezia

Standard

Il Veneto è una delle regioni più complete: Veneto vuol dire Dolomiti per chi ama la montagna, Veneto vuol dire la magia e unica Venezia, Veneto vuol dire Verona e la sua Arena, Veneto vuol dire Jesolo e e le sue spiaggie, Veneto vuol dire San Antonio da Padova,  Veneto vuol dire Vicenza, Treviso, Chioggia, Belluno, Rovigo e tanto tanto altro ancora.


MIEI ARTICOLI SULLA REGIONE VENETO

Weekend a Feltre: crocevia tra Venezia, Trento e Belluno con uno sguardo al suo Palio.
Avete in programma un weekend romantico per fuggire dal tram tram quotidiano della grande città? Feltre è il posto che
Leggi di più
Mappa turistica della attrazioni sulle Dolomiti: foto, video e articoli
Quando si parla delle Dolomiti per chi ama la montagna, relax, le lunghe passeggiate e la fotografia è parlare del
Leggi di più
Weekend ad Arabba (Belluno): Cosa fare nel cuore delle Dolomiti – Veneto (Italia)
Nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, Arabba offre un paesaggio incantevole ideale per gli amanti della fotografia, trekking, relax e ovviamente per
Leggi di più
Escursione alla Cascata della Soffia (Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi)
Se passate vicino Belluno vi consiglio di fare un’escursione sul Lago del Mis alla scoperta della Cascata della Soffia. Con la
Leggi di più

Mappa turistica della attrazioni sulle Dolomiti: foto, video e articoli

Standard

Quando si parla delle Dolomiti per chi ama la montagna, relax, le lunghe passeggiate e la fotografia è parlare del paradiso in terra: la varietà dei paesaggi offerti da queste vette è veramente completa a 360 gradi! Particolarmente suggestivi in estate quando gli altipiani e le cime  diventano una tavolozza di colori ma altrettanto spettacolari d’inverno quando le sue cime vengono imbiancate e i suoi laghi ghiacciano regalando dei scenari da cartolina.


Ecco la mia mappa delle attrazioni delle Dolomiti (ANCORA DA AMPLIARE NELLE PROSSIME SETTIMANE)

Weekend ad Arabba (Belluno): Cosa fare nel cuore delle Dolomiti – Veneto (Italia)

Standard

Nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, Arabba offre un paesaggio incantevole ideale per gli amanti della fotografia, trekking, relax e ovviamente per gli appassionati di sci visto che Porta Vescovo ad Arabba è una delle piste più conosciute delle Dolomiti. In realtà non esiste: infatti nessuna pista di Arabba si chiama così ma con questo nome si identifica la zona in corrispondenza dell’arrivo del nuovo Funifur che da Arabba a 1602 metri porta sino ai 2478 metri di Porta Vescovo (nome geografico) dove si può godere di un panorama davvero mozzafiato: alle sue spalle la Marmolada mentre davanti le piste di Arabba e il Sella.


Dove dormire ad Arabba

Per il mio soggiorno ad Arabba ho avuto il piacere di soggiornare presso l’Hotel Evaldo; un gioiellino 4 stelle proprio nel centro di Arabba, con parcheggio gratuito e un centro benessere completo sempre incluso nel prezzo con piscina coperta, sauna, bagno turco, vasca idromassaggio, palestra attrezzata ma anche massaggi e trattamenti estetici ovviamente a pagamento
Da non sottovalutare invece è sicuramente la vastissima e buonissima colazione a buffet offerta ogni mattina ma anche il ristorante dell’Evaldo che sia a pranzo che a cena serve piatti della cucina locale rivisitati con maestria dallo chef e non abbinati a dei vini di primissima scelta.
Indirizzo: Via Mesdi, 3, Arabba
Telefono: 043679109


Dove mangiare nei dintorni di Arabba

Una tappa da non perdere è sicuramente il Rifugio Burz: raggiungibile con grande semplicità: dal centro di Arabba è possibile prendere l’omonima seggiovia in inverno mentre in estate si può anche arrivare con una camminata di 40 minuti, durante i quali ammirare il maestoso paesaggio circostante dove magari gustare i sapori tradizionali e le portate internazionali. Ottimo sia per chi cerca un pasto veloce in attesa di riprendere a sciare o snowboard, sia per chi vuole assaporare piatti più sostanziosi e gustosi, godendo del suggestivo belvedere che regala la location.
Indirizzo: Loc. Burz, 1, 32020 Arabba, Livinallongo del Col di Lana BL
Telefono: 0436 79399


A pochi chilometri da Arabba, vi consiglio il rifugio Ütia la Tambra: nuovissimo rifugio aperto a dicembre 2016 in una posizione strategica e con una magnifica esposizione sempre a sole (che sulle Dolomiti non dispiace mai. Il rifugio situato a passo Campolongo, all’interno del Sellaronda, unisce tradizione e modernità, ottimo per una pausa durante una giornata di sci.
Indirizzo: Via Passo Campolongo, 30 Arabba (Belluno)
Telefono:  0471 1889650

 

Escursione alla Cascata della Soffia (Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi)

Standard

Se passate vicino Belluno vi consiglio di fare un’escursione sul Lago del Mis alla scoperta della Cascata della Soffia. Con la macchina si arriva molto comodamente vicino all’inizio del sentiero dove c’è anche un ristorantino dove potersi rilassare all’andata o al ritorno. Il percorso per raggiungere la cascata è molto semplice e adatto a grandi e bambini e in 5/10 minuti viene raggiunto facilmente senza particolare sforzo o pericolo.
Come appena detto le cascate si raggiungono in una decina di minuti lungo un sentiero che vi porterà con una passeggiata in questo piccolo canyon nostrano dove sopra una piattaforma è possibile ammirare questa bella cascata.

A mio parere un bellissimo spettacolo … ma …. sicuramente se volete vedere qualcosa di ancora più bello dovete fare due giretti fuori dai circuiti segnali e se avete un pò di spirito di avventura sicuramente vi verrà ripagato con delle bellissime foto!!

1. Subito dopo la piattaforma sulla cascata, percorrendo il sentiero che costeggia il canyon verso l’alto, in un minutino si arriva alla fine del sentiero con un blocco di cemento alto 1,20/1,40 metri che blocca l’accesso a un’area fantastica! Secondo voi mi sono fermato qui? ovviamente no!! 🙂 Personalmente non ho resistito e nel giro di qualche secondo mi sono ritrovato dall’altra parte della barricata! 🙂 Vi ricordo che è assolutissimamente vietato l’accesso qui ma se fate molto attenzione alle rocce viscide lo spettacolo merita veramente tanto! Vi ritroverete in un paradiso di salti d’acqua e pozze medio/profonde creatasi nel corso dei millenni dove magari è possibile fare anche il bagno nel periodo estivo!! VI RIPETO…fate molta attenzione…perchè siete esattamente a 50/70 metri sopra la cascata …quindi…evitate questa esperienza in caso di torrente con una forte corrente o di grossa portata.

2. Il secondo giro …VIETATO …. l’ho scoperto per caso perchè mi sono chiesto….ma è possibile vedere le cascate dal basso o da più vicino? E allora…girando girando mi sono reso conto che ritornando al punto iniziale vicino al ristorantino a un centinaio di metri prima in basso c’era un sentiero non segnalato che con un pò di agilità vi porterà dritto alla spiaggia sul lago (che nei primi di settembre 2017 è praticamente priva d’acqua per via della siccità).
Da qui sulla sinistra noterete un torrente e una specie di foro sulla roccia….

che vi porterà metro dopo metro…foro dopo foro … ponte dopo ponte …
a pochi metri di distanza dalla Cascata della Soffia con tanto di schizzi d’acqua in faccia


IL BOOK FOTOGRAFICO

cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_001cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_002cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_003cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_004cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_005cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_006cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_007cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_008cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_009cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_010cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_011cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_012cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_013cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_014cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_015cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_016cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_017cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_018cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_019cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_020cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_021cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_022cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_023cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_024cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_025cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_026cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_027cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_028cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_029cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_030cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_031cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_032cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_033cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_034cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_035cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_036cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_037cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_038cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_039cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_040cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_041cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_042cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_043cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_044cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_045cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_046cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_047cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_048cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_049cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_050cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_051cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_052cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_053cascata_soffia_sospirolo_belluno_www.giuseppespitaleri.com_054