Locanda ai Dogi: la vera cucina tipica delle Dolomiti – Pieve di Cadore (Belluno)

Standard

Tappa da non perdere se passate da Pieve di Cadore è senza dubbio fare una cena alla Locanda ai Dogi: piatti della cucina tipica del Cadore, fatte rigorosamente fatte in casa vi stupiranno. Ho scoperto questo ristorante quasi per caso girando dietro la piazza principale e devo dire che è stata un’esperienza fantastica tra salumi, carni e vini locali.

Tanto per cominciare mi hanno omaggiato subito un bicchiere di prosecco (che non dispiace mai), subito dopo abbiamo aperto le danze con un tagliere di salumi e formaggi a km zero, seguito da caserecce con porro e pancetta e tagliatelle al ragù di cervo che consacrano la cucina locale per poi continuare con una tagliata di Black Angus che mi ha lasciato veramente senza parole!!
Una prelibatezza dopo l’altra che mi ha riempito all’inverosimile 🙂
Dopo aver chiesto il caffè il cameriere (simpaticissimo) mi ha portato l’espresso ordinato e ancora in omaggio una grappa artigianale al fieno fatta da loro che mi ha lasciato senza parole!!
Complimenti allo chef e a tutto lo staff

Locanda ai Dogi
Via: Piazza Municipio, 21, Pieve di Cadore (BL)

Telefono: 0435 581279

Weekend a Feltre: crocevia tra Venezia, Trento e Belluno con uno sguardo al suo Palio.

Standard

Avete in programma un weekend romantico per fuggire dal tram tram quotidiano della grande città? Feltre è il posto che fa per voi. Comune italiano della provincia di Belluno raggiungibile comodamente in auto o in treno. Arrivati alla stazione di Feltre vi sembrerà che il tempo si è fermato, la stazione e il bar interno mantengono gli arredamenti degli anni 60 dando un aspetto vintage a tutto l’ambiente.

La città è divisa in due parti, una bassa e una alta racchiusa in delle imponenti mura. Nel centro storico potrete fare una serena passeggiata tra i negozi senza essere disturbati dal rumore delle macchine perché Largo Castaldi è completamente zona pedonale a servizio di chi vuol fare una tranquilla passeggiata.  La parte superiore è raggiungibile da una panoramica scalinata o per i più pigri tramite un ascensore. Arrivati nel cuore della città dentro le mura troverete la bellissima piazza Maggiore sovrastata da palazzi nobiliari, dall’imponente Castello di Alboino  e dalla chiesa di San Rocco. Nella stagione estiva ogni anno la piazza ospita i cortei storici dei quattro quartieri che partecipano al Palio di Feltre e la Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale.

Nelle giornate di martedì e venerdì si può trovare il tradizionale mercato nel centro storico della città. Qui potete trovare le solite bancarelle con ottimi capi di abbigliamento ma anche alimentari formaggi provenienti dalle vicine malghe e il famoso radicchio di Treviso a prezzi davvero competitivi.

Se avete voglia di vedere la neve lontani dal caos dei comprensori sciistici, il comprensorio che fa per voi è quello del Monte Avena: promontorio che si affaccia su Feltre che oltre ad essere una stazione sciistica adatta alle famiglie è il luogo ideale per tranquille passeggiate tra i boschi e per respirare aria un pò d’aria pulita delle Dolomiti Bellunesi.


NEI DINTORNI

A circa 3 chilometri da Feltre si trovava il comune di Pedavena sede della famosissima omonima birreria. Oltre a visitare la fabbrica con dei percorsi guidati potrete degustare piatti tipici ricchi dei profumi della montagna e bere dell’ottima birra nel ristorante/pub della Birreria. La sala interna è un ambiente caldo e accogliente con degli storici affreschi. Fiore all’occhiello della birreria è la  rinomata birra Centenario dal profumo e sapore inconfondibile. Ogni pasto che si rispetti si chiude con un dolce e anche qui la birreria Pedavena non vi lascia di certo a bocca asciutta, tra tutti i dolci vi consiglio l’esclusivo Birramisù: un tiramisù alla birra dalla consistenza soffice e corposa. Dopo il pranzo potete fare una passeggiata nel parco della birreria che nel periodo natalizio ospita i tradizionali mercatini di Natale.

A circa 8 kilometri da Feltre nella località di Busche troverete la latteria LatteBusche e il vicino bar Bianco con uno spaccio di formaggi di ottima qualità fatto di latte italiano da mucche dei pascoli bellunesi. Il bar Bianco rappresenta una piacevole sosta, per un gelato artigianale, una cioccolata calda, il mio consiglio è di farvi servire un gelato o un caffè con la loro cremosissima panna montata, ma è anche il luogo giusto per fare una scorta di formaggi da portare con sé.


Se vi è piaciuto il mio articolo, ringraziate anche @momondo che ha chiesto ai suoi ambassadors di raccontare ai propri followers il proprio pensiero relativo a creare una guida sulla città in cui si vive 🙂
Se volete raggiungere Feltre o cercare qualche altra offerta su #momondo cliccate qui e avrete modo di trovare e confrontare i voli più economici

Dal Lago di Alleghe alla Cascata Ru De Rialt: le Dolomiti che non ti aspetti

Standard

Girovagando per le Dolomiti quasi per sbagli ho scoperto questa cascata a poche centinaia di metri dal famoso Lago di Alleghe. Uscendo dal centro di Alleghe in direzione Belluno, costeggiando il lago vi ritroverete un’insegna “CASCATA” sulla sinistra.

Imboccando questa stradina fino ai campi tennis a Pian Grant troverete un’altra indicazione con delle informazioni sul percorso dove indica un dislivello in salita di circa 200 metri e un tempo di percorrenza per andata e ritorno di un’ora … ma non spaventatevi!!!  Girate a destra e proseguendo per una ventina di minuti a medio/veloce vi ritroverete proprio sotto la Cascata Ru De Rialt.

Avvicinandosi al salto si sente sempre più lo scroscio d’acqua e specialmente nel periodo più caldo ci si può rinfrescare con le goccioline nebulizzate che si espandono vicino la cascata e rilassarsi un poco tra la natura incontaminata e qualche scatto fotografico.

Se invece volete proprio osare, attraversa il ruscello sotto la cascata, si entra il un sentiero dentro il bosco fitto che in un’oretta vi porterà alla Casera di Casamatta 1651 metri s.l.m


BOOK FOTOGRAFICO

cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_01cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_02cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_03cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_04cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_05cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_06cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_07cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_08cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_09cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_10cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_11cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_12cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_13cascata_alleghe_ru_de_rialt_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_14_salto

Il Lago di Alleghe immerso tra i boschi delle Dolomiti – Belluno (Veneto)

Standard

Tra le innumerevoli chicche che offrono le Dolomiti un posto da visitare è sicuramente il Lago di Alleghe. Sulle Dolomiti dell’Agordino a quasi 1000 metri d’altezza sul livello del mare offre scenari tanto diversi ma tanto mozzafiato sia d’estate che d’inverno! Formato nel 1771 dopo una frana che ha ostruito il corso del torrente Cordevole oggi con i suoi hotel e ristoranti è sicuramente una meta turistica degna di nota.

Si può visitare Alleghe durante la stagione più fredda per rimanere colpiti dalla vista sul lago completamente ghiacciato che vi lascerà senza parole: se siete fortunati e non ci sarà nessuno strato di neve in superficie, il sole si rifletterà sullo specchio d’acqua ghiacciato regalandovi colori incredibili. In questo periodo il lago si ghiaccia e tantissimi residenti e turisti si dilettano con pattinare o farsi la classica foto sopra il lago. Ma Alleghe non è solo  questo perchè in alternativa si può raggiungere le innumerevoli piste da sci del comprensorio del Civetta.

Durante la stagione più calda il contesto è completamente diverso, le sue acque ritornano ad essere popolate dai cigni e la zona viene popolata dagli amanti dell’escursionismo che possono inerpicarsi nei sentieri alpini per raggiungere i rifugi collegati all’Alta via n.1 delle Dolomiti. In alternativa c’è sempre la spiaggia attrezzata “Alleghe Beach che ravviva le estati in riva al lago.


Per farvi un’idea ho girato questo video con un drone nel maggio 2018


Guarda le foto scattate sia in estate che in inverno

lago_alleghe_2018_aprile_00lago_alleghe_2018_aprile_01lago_alleghe_2018_aprile_02lago_alleghe_2018_aprile_03lago_alleghe_2018_aprile_04lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_01lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_02lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_03lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_04lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_05lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_06lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_07lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_08lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_09lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_10lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_11lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_12lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_13lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_14lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_15lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_16lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_17lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_18lago_alleghe_agosto_2017_www.giuseppespitaleri.com_19lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_01lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_02lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_03lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_04lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_05lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_06lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_07lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_08lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_09lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_10lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_11lago_alleghe_dicembre_2017_www.giuseppespitaleri.com_12lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_01lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_02lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_03lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_04lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_05lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_06lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_07lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_08lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_09lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_10lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_11lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_12lago_alleghe_gennaio_2016_www.giuseppespitaleri.com_13lago_alleghe_luglio_2017_www.giuseppespitaleri.com_01lago_alleghe_luglio_2017_www.giuseppespitaleri.com_02lago_alleghe_luglio_2017_www.giuseppespitaleri.com_03lago_alleghe_luglio_2017_www.giuseppespitaleri.com_04lago_alleghe_luglio_2017_www.giuseppespitaleri.com_05lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_01lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_02lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_03lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_04lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_05lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_06lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_07lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_08lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_09lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_10lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_11lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_12lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_13lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_14lago_alleghe_maggio_2018_www.giuseppespitaleri.com_16sdrsdr

 

Weekend o settimana bianca a Padola: la magia del Comelico Superiore

Standard

Se state cercando un paesino tranquillo dove poter trascorrere un weekend o una settimana bianca in pieno relax lontano dal caos cittadino, allora Padola è il posto giusto! Ultimo paese del Veneto verso nord in provincia di Belluno, al confine con il Trentino Alto Adige e a 30/40 minuti circa dal confine con l’Austria, si estende lungo una conca che lo rende un posto incantato sotto le maestose Dolomiti del Comelico Superiore.


A fine gennaio 2018 ho deciso di trascorrere un weekend proprio a Padola a quota 1215 metri e devo dirvi che sono rimasto molto affascinato da questa piccola comunità montana. E’ la stazione sciistica del Comelico Superiore e dispone di piste da discesa di varie difficoltà, servite da impianti di risalita che partono proprio dal centro del paese e raggiungibili a piedi. Le piste sono adatte sia ai principianti che ad esperti ma la cosa bella di Padola è che offre svariate possibilità di divertimento anche per chi non scia (come me): oltre al slittino, percorsi a cavallo, pattinaggio sul ghiaccio e tanto altro io ho optato per una lunga passeggiata con le ciaspole tra la neve.

La Chiesa di S. Luca Evangelista è la chiesa principale del paesino: progettata dall’architetto Giuseppe Segusini è ben visibile da tutto il paese e da qualsiasi punto del Comelico che si affaccia a Padola non si può fare a meno di notare la chiesa che entra nello skyline di Padola.

Per gli amanti della fotografia, armatevi di treppiedi e una discreta macchina fotografica perchè la notte vi potrà regalare (tempo permettendo) dei panorami unici che non dimenticherete facilmente!


Le mie 83 foto su Padola

Book fotografico completo di Padola

Book fotografico completo di Padola

Dove si trova Padola?

 


Dove dormire a Padola?

Per il mio weekend a Padola ho pernottato presso l’Hotel SPA La Torre che inaugurato nel luglio 2010 oggi è l’unico hotel 4 stelle di Padola. Come si può ben immaginare una struttura veramente nuova e molto pulita ma la cosa che più mi ha colpito è stata questa gestione tutta al femminile e a livello familiare che mi ha fatto sentire quasi un membro della loro famiglia e non un semplice cliente.

La colazione semplicemente da dieci e lode con prodotti genuini e di altissima qualità e anche questa volta come mia consuetudine ho potuto fare il mio solito mix di dolce e salato!

Da visitare assolutissimamente è il centro benessere all’ultimo piano dove poter farsi una sauna finlandese o bagno turco, prendersi il sole sulla terrazza panoramica o rilassarsi nell’area relax all’interno con della musica soft e un bella tisana con vista sulle Dolomiti.


Dove mangiare a Padola?

Come appena scritto ho pernottato presso l’Hotel SPA La Torre e usufruendo dei pasti in Hotel non ho avuto modo di testare altro ma posso sicuramente dirvi che i piatti offerti sono veramente buoni e abbondanti con una carta di vini/birre ampia e per tutti i gusti. Durante i 2 giorni ho assaporato diversi pietanze e tutte erano veramente buone e con prodotti locali.


Guarda le mie 93 foto sull’Hotel SPA La Torre

Book fotografico completo dell'Hotel La Torre Spa di Padola

Book fotografico completo dell’Hotel La Torre Spa di Padola

 

 

Brent Del Art: un canyon da scoprire nella Valbelluna (Belluno)

Standard

ggi mi trovo in Valbelluna dove il torrente Ardo nei pressi di Sant’Antonio di Tortal (Belluno) ha scavato un canyon veramente incredibile! I Brent de l’Art rappresentano un piccolo gioiello naturale nascosto gelosamente nei boschi sopra il comune di Trichiana. Questo canyon praticamente semisconosciuto a mio parere è veramente molto molto carino e poi anche poco impegnativo da raggiungere.


COME RAGGIUNGERE BRENT DE L’ART

Arrivare ai Brent de l’Art è comunque abbastanza semplice anche se le indicazioni non sono poi così complete: arrivati nella piazza principale del comune di Trichiana si seguono le indicazioni per il Passo Santo Boldo e dopo circa 10 km si arriva al paese di Sant’Antonio di Tortal dove si gira a destra (indicazioni campo sportivo) nell’unico incrocio del paese. Da qui la strada, a tratti sterrata, passa attraverso delle antiche fattorie e termina in un piccolo parcheggio di 10 posti auto dove si può lasciare la macchina e un chioschetto con qualche bibita fresca per rigenerarsi al ritorno.


COSA NASCONDE QUESTO CANYON

Seguendo dal parcheggio il sentiero, si attraversa un prato erboso per poi scendere ripidamente nel mezzo di un bosco e dopo una decina di minuti finalmente si arriva al ponticello da dove si ha tutta la visuale sul Brent de l’Art!
Qui alle pendici delle Dolomiti a pochi km dall’ingresso del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi il torrente Ardo ha realizzato questa bellezza della natura che merita sicuramente una visita! Personalmente mi sono avventurato tra le rocce per fare qualche bella foto ma tra zaino con attrezzatura fotografica e abbigliamento poco adatto mi son dovuto fermare dopo un poco perchè in alcuni punti si rischia di finire in acqua e anche se la sua profondità max è di un metro circa ho preferito evitare per non rischiare la mandare in acqua reflex e obiettivi vari 🙂 Per il momento godetevi queste foto … ma state tranquilli che ritornerò presto…anzi…prestissimo e con un abbigliamento e attrezzatura adatta 🙂

brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_001brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_002brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_003brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_004brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_005brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_006brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_007brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_008brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_009brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_010brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_011brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_012brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_013brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_014brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_015brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_016brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_017brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_018brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_019brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_020brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_021brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_022brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_023brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_024brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_025brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_026brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_027brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_028brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_029brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_030brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_031brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_032brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_033brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_034brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_035brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_036brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_037brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_038brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_039brent_del_art_trichiana_belluno_www.giuseppespitaleri.com_040

BRENT DEL ART IN INVERNO

A distanza di 5 mesi ho avuto il piacere di ritornare nello stesso posto e lo scenario che mi si è presentato è stato completamente diverso! Con mio stupore ho potuto ammirare tantissime colate di ghiaccio che caratterizza il canyon durante tutto il periodo freddo dall’anno!

Book fotografico invernale

brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_001brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_002brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_003brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_004brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_005brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_006brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_007brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_008brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_009brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_010brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_011brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_012brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_013brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_014brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_015brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_016brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_017brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_018brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_019brent_dellart_12_2017_www.giuseppespitaleri.com_020

Dove mangiare vicino il Brent de l’Art

L’Agriturismo Bon Tajer s’impegna per creare emozioni negli ospiti che vogliono fare un’esperienza a 360° che soddisfi il palato ma anche l’occhio e l’animo. Immerso nella natura e con più di 800 taglieri dipinti il Bon Tajer è un contenitore ricco di proposte: da quelle culturali a quelle naturalistiche a quelle gastronomiche

Il Bon Tajer è un’Azienda Agricola e Agrituristica immersa nel verde delle dolci colline di Lentiai, comune alle porte delle Dolomiti UNESCO e del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. La natura, con la sua bellezza, che si può vedere e respirare al Bon Tajer è certamente il fulcro della filosofia del locale.

I piatti dell’Agriturismo Bon Tajer sono realizzati esclusivamente con prodotti di stagione di produzione propria. Il tutto servito in composizioni ricercate che propongano un connubio fra i gusti classici della tradizione bellunese e la delicatezza dei piatti moderni.

Personalmente sono rimasto colpito dalle quantità e qualità dei prodotti serviti a tavola durante la mia cena per poi non parlare del vino sensazionale che ha accompagnato tutte le varie pietanze. Il personale molto cortese e molto professionale rispecchia l’anima del titolare Angelo che ha portato questo agriturismo tra il top nella sua categoria di tutta la regione…e non solo! Il loro cavallo di battaglia è il mais sponcio coltivato che viene utilizzato per la produzione di ottime croste di polenta che poi vengono serviti al tavolo o anche vendute presso l’agriturismo.

Necessaria prenotazione.

Indirizzo:  Via Colderù, 112/a – 32020 Lentiai (Belluno)
Telefono: 0437751105

lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_001lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_002lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_003lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_004lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_005lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_006lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_007lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_008lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_009lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_010lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_011lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_012lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_013lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_014lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_015lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_016lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_017lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_018lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_019lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_020lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_021lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_022lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_023lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_024lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_025lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_026lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_027lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_028lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_029lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_030lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_031lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_032lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_033lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_034lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_035lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_036lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_037lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_038lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_039lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_040lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_041lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_042lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_043lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_044lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_045lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_046lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_047lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_048lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_049lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_050lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_051lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_052lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_053lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_054lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_055lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_056lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_057lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_058lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_059lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_060lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_061lentiai_belluno_agriturismo_risto_www.giuseppespitaleri.com_062

Dove dormire vicino il Brent de l’Art

Il Bon Tajer non è solo agriturismo ma anche camere ed appartamenti per il tuo soggiorno con servizio Bed & Breakfast.

lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_001lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_002lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_003lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_004lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_005lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_006lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_007lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_008lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_009lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_010lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_011lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_012lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_013lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_014lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_015lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_016lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_017lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_018lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_019lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_020lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_021lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_022lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_023lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_024lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_025lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_026lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_027lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_028lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_029lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_030lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_031lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_032lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_033lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_034lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_035lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_036lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_037lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_038lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_039lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_040lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_041lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_042lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_043lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_044lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_045lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_046lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_047lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_048lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_049lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_050lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_051lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_052lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_053lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_054lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_055lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_056lentiai_belluno_agriturismo_hotel_www.giuseppespitaleri.com_057

Il Lago di Sorapis a 1.923 metri s.l.m. una perla tra le Dolomiti

Standard

Il Lago di Sorapis a quota 1923 metri è uno spettacolo della natura: 4/5 ore di camminata tra andata e ritorno, tra sentieri e rocce vi porteranno a questo splendido lago con l’acqua turchese incastonato tra cime delle Dolomiti.

Difficoltà: media
Lunghezza: 11,0 km
Punto più basso: 1732 m
Punto più alto: 1941 m


Come raggiungere in auto il Lago di Sorapis

Per raggiungere il lago si può arrivare con l’auto fino al Passo Tre Croci raggiungibile tranquillamente da Cortina prendendo la SR48, direzione Auronzo-Misurina ma ovviamente si può raggiungere anche  nel senso opposto da Misurina verso Cortina 🙂
L’auto si lascia al parcheggio dell’hotel Tre Croci ormai in disuso o anche sui lati della strada da dove parte il sentiero CAI n.215 verso il Lago di Sorapis.


Il sentiero per il Lago di Sorapis

La sua difficoltà è media e vi permetterà di arrivare al Rifugio Vandelli e di conseguenza al Lago Sorapiss in 3 ore circa o anche 2 ore se siete un poco allenati.
Il sentiero è ben battuto e fattibile per quasi tutti gli adulti, tranne in certi punti un pò faticosi per l’alta pendenza ma attenzione soprattutto che dopo circa un’ora si arriva ad una parte di un centinaio di metri molto esposta dove troverete alla vostra destra una corda di acciaio di sicurezza per tenervi … e vi consiglio di non guardare dalla parte opposta se soffrite di vertigini.Superato questo punto critico,  raggiungerete spediti la vostra mera per tante foto, un bagno o qualche momento di relax guardando il magico lago con le sue acque di un blu turchese davvero spettacolare magari per  prendere un po’ di sole o per un piacevole pic-nic all’aria aperta.


Quando andare?

Il periodo migliore è chiaramente l’estate, ma è anche il periodo di maggior affollamento, specie agosto. Se la stagione lo consente, si può salire da metà maggio fino alla prima metà di ottobree il Rifugio Vandelli invece è aperto dal 20 giugno al 20 settembre.
Tutto dipende dalla neve e dalle condizioni meteoreologiche: una volta volevo fare questa camminata a fine aprile e arrivato a passo Tre Croci mi sono ritrovato con il sentiero coperto da 60 cm di neve…e son dovuto ritornare indietro e cambiare programma perchè sarebbe stato un suicidio! 🙂
Nei periodi di luglio o agosto, nelle ore di punta si rischia di procedere in fila indiana e bisogna tener conto che si dovrà fare lo stesso sentiero anche al ritorno, quindi potrete incrociare altre persone.