Londra-London (Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord-United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland) – Cosa vedere, storia e foto

Standard

Londra (book fotografico)

bandiera_mappa_inghilterra

 

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL Book fotografico Londra (Regno Unito)

Book fotografico Londra (Regno Unito)


Il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord o brevemente Regno Unito (denominazione ufficiale in lingua inglese: United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland; sigla UK, pronuncia inglese [juː keɪ]) è uno stato situato nell’Europa occidentale. La capitale e sede del governo è Londra. Spesso viene impropriamente chiamato “Gran Bretagna” o “Inghilterra”, quando in realtà con il termine “Gran Bretagna” si indica un territorio geografico (l’isola maggiore) e con il termine “Inghilterra” si indica solo una delle quattro nazioni che compongono il regno.

Il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda (diviso in quattro nazioni che comprendono città molto importanti) nasce con l’Atto di Unione del 1800 che univa il Regno di Gran Bretagna e il Regno d’Irlanda. Gran parte dell’Irlanda si separò poi nel 1922 costituendo lo Stato Libero d’Irlanda (l’attuale Repubblica d’Irlanda). Il Regno Unito è uno stato unitario, composto da quattro Nazioni costitutive (Home Nations): Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord. È governato da un sistema parlamentare.

Il Regno Unito è situato al largo delle coste occidentali dell’Europa settentrionale circondato a est dal Mare del Nord, a sud dal Canale della Manica, ed a ovest dall’oceano Atlantico e dal mare d’Irlanda. Le Isole del Canale e l’Isola di Man sono dipendenze della Corona britannica, ma non fanno parte del Regno Unito.

La Gran Bretagna è l’isola comprendente la maggior parte del territorio dell’Inghilterra, del Galles e della Scozia. Le isole britanniche invece sono l’arcipelago comprendente la Gran Bretagna, l’Irlanda, l’Isola di Man, l’Isola di Wight, le isole Orcadi, le isole Ebridi, le isole Shetland, le Isole del Canale e altre isole minori.

Il Regno Unito possiede anche quattordici territori d’oltremare che costituiscono i resti dell’antico Impero britannico tra cui Bermuda, Gibilterra, le isole Pitcairn e le isole Falkland. Il Regno Unito è una monarchia parlamentare e la regina Elisabetta II è il Capo dello Stato di 16 paesi membri del Commonwealth delle nazioni: i reami del Commonwealth (tra i quali il Canada, l’Australia, la Nuova Zelanda e la Giamaica).

È stato il primo paese del mondo ad essere industrializzato[9], e ha costituito storicamente (dagli inizi del XVIII secolo) il modello di democrazia parlamentare moderna al quale si sono poi rifatti quelli delle altre nascenti democrazie europee occidentali. Fu una potenza di prim’ordine, soprattutto durante il XIX e gli inizi del XX secolo,[10], ma il costo economico delle due guerre mondiali e il declino del suo grande impero coloniale, nella seconda metà del XX secolo, segnarono un chiaro ridimensionamento della sua influenza nel mondo. Malgrado ciò, e in virtù della tenacia con la quale combatté nella Seconda guerra mondiale sino alla vittoria contro le potenze dell’Asse, cosa che gli valse l’attribuzione del seggio permanente con diritto di veto nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, esso continua ad esercitare, a livello internazionale, una considerevole influenza in campo politico, oltre che militare e scientifico.

Con un PIL nominale stimato sui 2500 miliardi di dollari, è la sesta potenza economica mondiale, dopo Stati Uniti, Cina, Giappone, Germania, e Francia, e la terza in Europa (dopo la Germania e la Francia); ha una popolazione di circa 63 milioni di abitanti, è membro fondatore dell’ONU e della NATO, nonché membro dell’Unione europea dal 1973, del G8 e del G7. Il Regno Unito è un paese con uno degli indici di sviluppo umano più elevati del pianeta. Non fa parte dell’unione economica e monetaria dell’Unione europea ovvero non adotta la moneta unica, l’euro.

 

Londra

Londra (inglese: London) è una speciale area amministrativa inglese di 8 615 246 abitanti. Capitale e maggiore città del Regno Unito e dell’Inghilterra, è situata nella parte meridionale della Gran Bretagna. Metropoli multietnica, è una città che ha enorme influenza nel mondo. Londra è la prima piazza borsistica d’Europa e possiede il più elevato PIL fra tutte le città europee, ed il quinto al mondo. I suoi cinque aeroporti internazionali ne fanno il più grande snodo del traffico aereo globale; è anche sede del più antico sistema di metropolitana del mondo, la London Underground (The Tube). Londra è stata la capitale indiscussa dell’Impero Britannico, e quindi meta di flussi migratori durante e soprattutto dopo l’era coloniale.

Londra è la città più popolata dell’Unione europea; l’area metropolitana conta circa 14 milioni di residenti e si estende per svariate decine di chilometri lungo la valle del Tamigi, fino al suo enorme estuario. Molti degli abitanti, chiamati londinesi (londoners), provengono dall’estero o sono di origine straniera: Londra risulta così una delle città più cosmopolite del mondo. È la città più visitata al mondo dal turismo internazionale.

La sua estensione superficiale la rende la città più estesa d’Europa, seguita da Roma e Berlino.

A Londra hanno sede numerose istituzioni, organizzazioni e società internazionali. Vi si trovano importanti musei, teatri e sale da concerto; la città contiene quattro patrimoni dell’umanità. Inoltre, vi risiede stabilmente il monarca del Regno Unito presso Buckingham Palace ed il parlamento; il primo ministro occupa l’abitazione a 10 Downing Street.

Per tutte le caratteristiche elencate, Londra conquista il titolo di Città globale, classificandosi come l’unica città britannica nella lista delle Città Mondiali Alfa[4].

Dal 2000, con le riforme volute dal governo di Tony Blair, Londra è amministrata in maniera federale da un’unica autorità centrale, la Greater London Authority con un proprio Sindaco e una propria Assemblea, e da 33 quartieri londinesi, tra cui la Città di Londra e la Città di Westminster.

Attualmente il concetto di Londra capitale è da riferirsi alla Grande Londra e non alla sola city, tant’è che tutte le istituzioni governative (a partire dall’incoronazione del re nell’Abbazia di Westminster) hanno sede nella città di Westminster.

 

Monumenti e luoghi d’interesse

Gli edifici di Londra sono troppo diversi tra loro per essere caratterizzati da un particolare stile architettonico essendo stati edificati in un lungo arco di tempo.

Molti grandi palazzi ed edifici pubblici, come la National Gallery, sono costruiti in pietra di Portland. Alcune zone della città, in particolare quelli appena ad ovest del centro, sono caratterizzate da stucchi bianchi e edifici dello stesso colore. Poche strutture antecedenti al grande incendio del 1666 sono sopravvissute in città, fatta eccezione per alcuni resti dell’epoca romana e dell’epoca Tudor e la Torre di Londra, un complesso costruito nel Medioevo (1078) e composto da diversi edifici fortificati che nel tempo sono stati usati come fortezza, polveriera, palazzo reale e prigione per detenuti di famiglie nobili. Oggi è utilizzato come museo ed ospita i Gioielli della Corona inglese.

Un importante edificio che rimane dal periodo Tudor è il palazzo di Hampton Court, fatto costruire dal cardinale Thomas Wolsey intorno al 1515.[36] Molte costruzioni del tardo XVII secolo dell’architetto Christopher Wren, i palazzi del XVIII e XIX come il Royal Exchange e la Banca d’Inghilterra e gli edifici del XX secolo, come l’Old Bailey e il Barbican Estate, formano il variegato patrimonio architettonico cittadino.

Oltre agli importanti palazzi, un ottimo esempio di architettura dell’epoca vittoriana viene da alcune stazioni ferroviarie, in particolare quelle di St. Pancras e Paddington.[37]

Lo sviluppo di grattacieli è limitato in alcune zone cittadine per preservare la visione della Cattedrale di San Paolo. Tuttavia, ci sono piani per realizzare più grattacieli nel centro di Londra, tra cui il palazzo di 72 piani Shard London Bridge progettato dall’architetto Renzo Piano.

Le aree a più intensa densità edilizia, corrispondenti ai quartieri finanziari della city e di Canary Wharf, sono caratterizzati dalla presenza di edifici di media e elevata altezza, tra cui: il 30 St Mary Axe, la Tower 42, la Broadgate Tower e il One Canada Square. Altri edifici moderni importanti sono la City Hall con la sua caratteristica forma ovale,[38] e la British Library a Somers Town/Kings Cross. Menzione a parte per la ruota panoramica London Eye, inaugurata il 31 dicembre 1999, e divenuta presto uno dei simboli cittadini.

 

Architetture religiose

Nella City di Londra, a circa 300 metri a nord del Tamigi, si erge la Cattedrale di San Paolo, la principale chiesa anglicana della città. La cattedrale ha una base a croce allineata in direzione est-ovest. Nel mezzo di questa croce vi è una cupola: la sua base è situata a circa 30 metri di altezza ed ha un diametro di 34 metri: in cima vi è la possibilità di ammirare il panorama su tutta la città.

La chiesa di Santa Margherita è una chiesa anglicana che si trova nel quartiere di City of Westminster in Parliament Square, accanto all’Abbazia di Westminster e di fronte al Palazzo di Westminster. È la chiesa parrocchiale del Parlamento britannico.

Alla periferia della City of Westminister vi è l’Abbazia di Westminster, dove, tradizionalmente, i re d’Inghilterra vengono incoronati e sepolti. L’ingresso principale si trova sul lato ovest. Nella navata vi è la tomba del Milite Ignoto. Tra le altre ci sono le tombe degli statisti William Pitt, Henry John Temple, III visconte Palmerston, Benjamin Disraeli, William Gladstone e dei reali Edoardo il Confessore, Enrico III, Edoardo I, Riccardo II ed Enrico V. Nel 1987 l’UNESCO ha dichiarato la chiesa patrimonio culturale mondiale.

La cattedrale di Westminster è la principale chiesa cattolica in Inghilterra e Galles. Si trova nella città di Westminster. La sua costruzione si deve all’arcivescovo Wiseman (1802-1865) che iniziò la raccolta fondi per la nuova cattedrale. L’edificio fu terminato nel 1903. Lo stile architettonico è quello bizantino, all’esterno l’edificio vanta una sontuosa facciata in mattoni

Il Tempio Neasden (Shri Swaminarayan Mandir) situato nel quartiere di Brent è il più grande tempio indù fuori dell’India. È stato costruito nel 1990, le cupole e torrette sono realizzate in marmo di Carrara e pietra calcarea bulgara.

 

Architetture civili

Londra possiede tantissimi palazzi. Uno dei più famosi è certamente Buckingham Palace, situato a City of Westminster è la residenza ufficiale della monarchia britannica a Londra. Durante il regno di Edoardo VII ha subito una profonda ristrutturazione in stile Belle Epoque. Oggi ospita importanti eventi ufficiali dello Stato. A poca distanza il Palazzo di Westminster con la torre del Big Ben è la sede del parlamento del Regno Unito. La parte più antica conservata del Palazzo di Westminster è stata edificata nel 1097 ed ha servito in origine come residenza del re inglese. Nel 1834, a seguito di un incendio che lo ha distrutto quasi completamente, è stato ricostruito per opera dell’architetto Charles Barry.

Tra gli altri palazzi importanti per la monarchia si ricorda il palazzo di St. James, sede ufficiale del monarca fino al 1837, è ancora una delle residenze ufficiali della corte reale. L’edificio fu eretto tra il 1532 e il 1540 da Enrico VIII. Oggi è abitato da appartenenti alla famiglia reale e all’interno di esso vi è Clarence House. Il Palazzo di Kensington è situato nel quartiere di Kensington e Chelsea. Fu Sir Christopher Wren che lo trasformò da castello a tenuta di campagna privata, nel 1689, per volere di Maria II e Guglielmo III. Particolarmente noti sono le sue decorazioni del soffitto elaborate da William Kent. Dopo la morte di Giorgio II, nel 1760, l’edificio è diventato meno importante e nessun monarca vi ha più abitato.
A Lambeth, sulla riva sud del Tamigi, vi è il Lambeth Palace residenza ufficiale della regina, a Londra, dell’Arcivescovo di Canterbury: esso si trova a breve distanza dal Palazzo di Westminster, sito sulla riva opposta.

Un po’ fuori dal centro, a Richmond upon Thames, si trova Hampton Court, inizialmente sede dei Cavalieri Ospitalieri è divenuto in seguito una delle residenze dei monarchi. Nel 1838 sotto la Regina Vittoria il palazzo venne aperto al pubblico e attualmente è uno tra i più visitati palazzi inglesi.

Altro

La piazza principale di Londra è Trafalgar Square, dedicata alla battaglia di Trafalgar e sui cui al centro spicca la Colonna di Nelson in ricordo del celebre ammiraglio eroe della battaglia. Nella piazza sorge anche il palazzo che ospita la National Gallery. Non molto lontano, vi è Piccadilly Circus, famosa per i display luminosi e le insegne al neon posizionate su di un edificio posto al lato settentrionale della stessa e per la celebre fontana che rappresenta “l’Angelo della Carità Cristiana”. Sempre in centro, Leicester Square, è celebre per i cinema dove si svolgono molte “prime” di film internazionali.

Tra il Mall e Trafalgar Square, vi è l’Admiralty Arch, ultimato nel 1912, è stato fatto costruire dal re Edoardo VII in memoria di sua madre, la Regina Vittoria. Tra le vie più famose del centro di Londra Oxford Street e Regent Street, importanti vie di viabilità e per i loro negozi.

Nella City vi è il monumento al grande incendio di Londra (detto The Monument) che consiste in una imponente colonna realizzata su progetto di Christopher Wren. Un altro importante monumento è il Marble Arch un arco trionfale situato nei pressi di Hyde Park e vicino ad Oxford Street, costruito interamente con marmo di Carrara.

Aree naturali

A Londra esistono molti spazi aperti: dai nove Parchi Reali, antiche riserve di caccia aperte al pubblico (Green Park, St James’s Park, Hyde Park e Kensington Gardens nel West End, Regent’s Park a nord del centro città, Greenwich Park, Bushy Park, Richmond Park in periferia) e Brompton Cemetery ai molti giardini del centro costruiti ad uso dei residenti ed oggi spesso aperti a tutti.

Molti dei parchi comunali nacquero nella prima metà del XX secolo e fra questi si ricordano Victoria Park, Alexandra Park e Battersea Park. Molti altri grandi spazi verdi, più selvaggi e meno formali, sono in periferia, come Hampstead Heath, Wimbledon Common ed Epping Forest. I più importanti giardini a pagamento infine sono i Royal Botanic Gardens a Kew e quelli di Hampton Court.

Nella parte nord di Londra si trova il Trent Park che circonda una villa storica e ora forma il campus della Middlesex University.

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog "I VIAGGI DI SPEEDY". Ho visitato 43 nazioni diverse e uno stato "de facto” come la Transnistria. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Altri articoli interessanti