Valle dei Templi di Agrigento – Secondo sito Italiano

Standard

Il sito archeologico più affascinante di Agrigento è senza dubbio la nota Valle dei Templi, imponente testimonianza della Magna Grecia in Sicilia.
Dal 1997 la Valle dei Templi fa parte della lista del Patrimonio mondiale dell’umanità secondo l’UNESCO Il parco che la accoglie è il più esteso parco archeologico del mondo: circa 1300 ettari.
La Valle dei Templi raccoglie dieci templi dorici, tre santuari e diverse necropoli:
Montelusa, Mosè, Pezzino, necropoli romana e tomba di Terone, Paleocristiana e Acrosoli.

Sono presenti nell’area anche opere idrauliche come il giardino della Kolymbetra e gli Ipogei, fortificazioni e una parte di un quartiere ellenistico-romano. Fra i luoghi di riunione dell’antica Grecia, troviamo l’Agorà inferiore nei pressi del tempio di Zeus olimpio e l’Agorà superiore nel complesso museale. E ancora un Olympeion e un Bouleuterion (sala del consiglio) di epoca romana su pianta greca.

Tempio della Concordia

Nella meravigliosa ed incantata Valle dei Templi, lì dove la storia è restata intatta e presente, si trova il Tempio della Concordia.
È un tempio dell’antica città greca di Akragas e fu costruito nel 430 a. C., ha forma quadrangolare e occupa una superficie di 843,38 metri quadrati e sviluppa per 13,481 metri di altezza, misure davvero imponenti che tramandano la grandezza della civiltà greca. La cella principale era preceduta da un’anticamera molto spartana con due colonne ed era seguita da un altro vestibolo, adibito a tesoriera dei doni votivi e dell’archivio del tempio.
Il colonnato rispetta i modelli classici, con 6 colonne per 13, ed ogni colonna è costituita da 4 tamburi, con un fascio di 20 scanalature a spigolo vivo.

Il nome di questo tempio fu scelto dallo storico Fazello che rinvenne un’iscrizione latina nelle vicinanze dedicata alla Concordia degli Agrigentini, ma che non ha alcuna relazione con esso. Nel 597 il Tempio della Concordia fu trasformato in basilica cristiana dal vescovo Gregorio.
Come il Tempio di Hera quello della Concordia è stato costruito su un massiccio basamento, edificato al fine di limitare i dislivelli del terreno roccioso.

L’ottimo stato di conservazione fa di questo tempio uno degli edifici sacri dell’epoca classica più notevoli. L’interno e l’esterno del tempio erano ricoperti da un rivestimento di stucco bianco sottolineato da elementi policromi, le dodici arcate che si possono ammirare furono scavate nei muri della cella e le tombe scavate nel pavimento risalgono al periodo in cui il Tempio fu trasformato in basilica. Arrivare in questo posto è come tornare indietro nel tempo, la magnificenza ti avvolge e ti fa rivivere le magiche atmosfere antiche, ti fa sentire il patos di coloro che con fede e ammirazione si recavano in questi posti, una volta ad Agrigento è impossibile non visitare la Valle dei Templi e il tempio della Concordia.

Noi di Esplora Sicilia consigliamo vivamente di visitare il Tempio della Concordia e tutta la Valle dei Templi per non perdersi uno dei posti più belli che la Sicilia offre.

Tempio di Giunone (Hera Lacinia)

Sul punto più alto della collina della Valle dei Templi si trova il Tempio di Giunone, Hera Lacinia, fondato nel 460 a.C., un magnificente tempio le cui colonne gravano direttamente su quattro gradoni, costruite con venti scanalature e quattro tamburi. All’interno del tempio si trovano il Pronao, la Cella o Naos, dove sono ancora visibili le tracce dell’incendio provocato dai cartaginesi nel 406 a.C., e l’Opistodomo.
Ai lati della porta della cella si trovavano le scale di accesso al tetto mentre il basamento con tre gradini sul fondo fu aggiunto in epoca successiva.
Sul lato est si trovano i resti dell’altare preceduto da una scalinata di dieci gradini che conduceva al piano dove si celebravano i sacrifici.

I restauri che questo tempio ha subito sono numerosi a partire dalla fine del XVIII secolo fino agli ultimi del 2000/2006. A Ovest del tempio si trova Porta III della quale oggi si può ammirare ben poco a causa della frana del costone roccioso. Originariamente questa porta era aperta in una rientranza obliqua rispetto alla linea delle fortificazioni ed era percossa da una carreggiata stradale tuttora visibile. Il sistema difensivo, della fine del VI sec. a.C., fu rinforzato durante il IV sec. a.C. con un imponente torrione di cui oggi rimane parte del crollo dell’elevato. L’attribuzione di questo tempio a Giunone è dovuta ad un’errata interpretazione di un brano di un autore latino. Quanta bellezza e quanto fascino racchiusi in uno dei templi più importanti della storia, lì dove un tempo venivano eseguiti sacrifici, lì dove gli uomini si recavano a chiedere perdono o una grazia, lì dove il tempo ha spazzato via le piccole tracce con il vento e con la pioggia ma che nulla ha potuto contro la monumentalità di queste opere antiche.


TUTTI I TEMPLI

Tempio di Hera Lacinia

Questo tempio sorge su un dirupo vicino al noto Tempio della Concordia. L’origine del nome è confusionaria: si riferisce per sbaglio al tempio di Hera a Crotone ed indica la dea della fecondità. Qui di solito venivano celebrate le nozze.
Nel 406 a.C. il tempio, in origine identico a quello della Concordia, fu distrutto dai Cartaginesi e le tracce di fuoco si possono ancora notare sulle mura della cella.
Ad est si trova un altare per sacrifici e nelle vicinanze una strada che portava i carri dalla porta III.

Tempio di Eracle (Ercole)

Il Tempio di Ercole o Eracle è stato distrutto da un terremoto. Oggi restano solo otto colonne del più antico dei templi greci.
All’interno si trovava la statua di Ercole, dio particolarmente amato ad Akragas come fosse un eroe.

Tempio di Castore e Polluce

Il Tempio di Castore e Polluce è dedicato ai due gemelli Dioscuri che secondo la leggenda sono figli della Regina di Sparta e di Giove.

Si conservano solo quattro colonne del tempio simbolo di Agrigento.

Tempio della Concordia

Il tempio che ha mantenuto più degli altri l’aspetto originale è il Tempio della Concordia sulla via Sacra. Costruito intorno al V secolo, è diventato successivamente edificio sacro.
Il nome del tempio è legato ad una iscrizione latina ritrovata nei dintorni.

Tempio di Zeus Olimpico (Giove)

Il Tempio è stato costruito in onore di Zeus, dopo la vittoria sui Cartaginesi del 480 a.C. Caratteristici di questo tempio sono i Talamoni: statue enormi dalle sembianze umane.

Tempio di Vulcano

Questo enorme tempio del passato (V secolo) oggi ha purtroppo solo pochi resti.
Nelle fondamenta del tempio sono stati trovati resti di un altro tempietto arcaico.

Tempio di Esculapio

Questo tempio era dedicato agli uomini in cerca di guarigione fisica ed era posto all’esterno delle mura della città. Sulle pareti si potevano leggere i messaggi di chi era guarito.

Tomba di Terone

La Tomba di Terone è stata costruita in onore dei caduti della seconda guerra punica.
La costruzione è di forma piramidale ed è fatta di pietra tufacea.


BIGLIETTO E ORARI DI INGRESSO

  • Orari di apertura tutti i giorni compresi domeniche e festivi dalle ore 08,30 alle 19,00.
  • Costo biglietto intero 10,00 € – ridotto 5,00 €
  • Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito

FOTO

agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_001agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_002agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_003agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_004agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_005agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_006agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_007agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_008agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_009agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_010agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_011agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_012agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_013agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_014agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_015agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_016agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_017agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_018agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_019agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_020agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_021agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_022agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_023agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_024agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_025agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_026agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_027agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_028agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_029agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_030agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_031agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_032agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_033agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_034agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_035agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_036agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_037agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_038agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_039agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_040agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_041agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_042agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_043agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_044agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_045agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_046agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_047agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_048agrigento_templi_italia_www.giuseppespitaleri.com_049agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_001agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_002agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_003agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_004agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_005agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_006agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_007agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_008agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_009agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_010agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_011agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_012agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_013agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_014agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_015agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_016agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_017agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_018agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_019agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_020agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_021agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_022agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_023agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_024agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_025agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_026agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_027agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_029agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_030agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_031agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_032agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_033agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_034agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_035agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_036agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_037agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_038agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_039agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_040agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_041agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_042agrigento_templi_italiawww.giuseppespitaleri.com_043

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 48 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Ho messo piedi in tutti gli stati dell’Europa ad eccezione dell’Albania. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

Cosa vedere in Sicilia: la mappa dei monumenti e dei luoghi da visitare

Standard

La Sicilia è un’isola fantastica tutta da visitare e lo dimostrano i 111 siti della regione che rappresentano il 26,4% di quelli presenti in tutta l’Italia! Un dato veramente incredible che dimostra il valore e la bellezza di un’isola che da sempre accoglie milioni di turisti ogni anno e la collocano come ambita meta sia per le vacanze balneari durante l’estive ma anche al top come viaggi culturali 365 giorni all’anno per l’altissimo numero di monumenti, chiese e tanto altro di influenza araba, normanna, bizantina, barocca e tanto altro.
E’ la più grande isola in Italia e nel Mediterraneo e comprende nel suo territorio gli arcipelaghi delle Eolie, delle Egadi, delle Pelagie e le isole di Ustica e Pantelleria. ll paesaggio vario e multicolore della Sicilia è semplicemente stupefacente! Un equilibrio perfetto tra mare, vulcani, siti di enorme interesse storico e artistico, in  uno scenario ideale per qualsiasi tipo di attività all’aria aperta come: mare e sport acquatici, montagna, trekking, escursioni di vario tipo, visite di siti archeologici patrimonio mondiale Unesco, tour enogastronomici e tanto altro.

Non credete a tutto quello che ho appena scritto? Esiste veramente un paradiso così a pochi chilometri da casa nostra? Se volete vedere con i vostri occhi potete fare un salto qui in Sicilia per un weekend, una settimana, un mese o ancora meglio per tutta la vita 😉 oppure visionate tutti gli articoli e i book fotografici che si apriranno cliccando sulla mappa interattiva sottostante, alla scoperta dei posti più belli della Sicilia che ho visitato personalmente durante questi anni.

 

Il clima dell’isola è tipicamente mediterraneo, caratterizzato da temperature medie tutto l’anno: inverni umidi ed estati secche. La temperatura in Sicilia viene influenzata dal caldo mar mediterraneo e dalla sua posizione in prossimità dell’Equatore. Le temperature dell’acqua vanno da un minimo di 15° in inverno a un massimo indicativo di 26 in estate. Le aree costiere della Sicilia hanno temperature diurne piacevoli in primavera, dai 15 gradi in media di marzo ai 27 di metà maggio. Quando arriva l’estate, le temperature diurne, nelle zone costiere, arrivano a 35 gradi e l’estate dura fino a ottobre inoltrato, con temperature che vanno via via diminuendo in autunno. In Sicilia si può organizzare una vacanza al mare da aprile ad ottobre. Non gela quasi mai sulle coste, con temperature che non scendono mai sotto i 10 gradi a gennaio, il mese più freddo per questa regione. Le zone montane dell’entroterra, invece, hanno temperature di quasi 10 gradi in meno della costa durante tutto l’anno. In dicembre e gennaio, sul Monte Etna compare spesso la neve, e si può praticare lo sci oppure semplicemente divertirsi con slittini e ciaspole.

«L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto» […] «La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra…chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita».
(J.W.Goethe, “Viaggio in Italia”, 1817)

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 48 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Ho messo piedi in tutti gli stati dell’Europa ad eccezione dell’Albania. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com

VIDEO – Tra le 10 più belle spiaggie d’Italia c’è anche “Torre Salsa” a Siculiana (Agrigento)

Standard

Se vivi in Sicilia e una mattina di domenica d’agosto vuoi organizzare una gitarella con i tuoi amici in qualche località di mare hai solo l’imbarazzo della scelta.
Dal trapanese al ragusano, dal catanese al palermitano si ha soltanto l’imbarazzo della scelta sia come numero sia come diversità: spiaggie con sabbia bianca, dorata, vulcanica, ciottoli o tanto tanto altro.
Tra le dieci spiagge più belle d’Italia premiate nell’ambito del concorso “La più bella sei tu” promosso da Legambiente c’è anche quella di Torre Salsa gestita dal WWF a Siculiana in provincia di Agrigento dove mi sono recato domenica 30 agosto 2015 per un bagno e provare qualche video con la mia GoPro HERO 4 Silver.

 

Sono 6 chilometri di mare spettacolare, con fondali sabbiosi vicino all’arenile e calcarei più al largo! Questa varietà dona un’estrema trasparenza e una miriade di sfumature che vanno dal turchese allo smeraldo. La costa è un susseguirsi di maestose falesie, composte di gesso e marne calcaree, spesso di un bianco abbagliante, fra cui nidificano poiane, gheppi e falchi pellegrini. Si alternano ad ampie dune di sabbia modellate dal vento, ricoperte di gigli marini ed euforbia marittima. Caratteristiche della riserva, anche le orchidee selvatiche, gli uliveti e gli aranceti dell’immediato entroterra. Un’esplosione di colori e profumi che raggiunge il culmine in primavera con la fioritura della macchia mediterranea: timo, lentisco, rosmarino e ginepro.
Il divieto per le imbarcazioni di avvicinarsi eccessivamente alla costa, garantisce la quiete ai bagnanti e tutela la biodiversità. Le acque pullulano di pesci, ricci di mare e piccoli crostacei che trovano nutrimento tra le praterie di posidonia che tappezzano i fondali, segno dell’ottimo stato di salute del mare. Da fine maggio, le tartarughe Caretta Caretta depongono le uova sugli arenili dell’area protetta dove a tra settembre e ottobre avviene la schiusa.

torresalsa

Ritornando al concorso “La più bella sei tu” promosso da Legambiente non vi ho detto che la cerimonia di premiazione si è svolta a Rispescia, in provincia di Grosseto nel corso della ventisettesima edizione di Festambiente. A vincere l’edizione 2015 è la spiaggia di Bue Marino a San Vito lo Capo (Trapani) … altra perla della Sicilia.

BUE MARINO – San Vito lo capo – Trapani – SICILIA
LA SPIAGGIA DEL NASTRO – Maratea – Potenza – BASILICATA
BAIA DELL’ORTE – Otranto – Lecce – PUGLIA
CALA LUNA – Dorgali – Nuoro – SARDEGNA
PUNTA ADERCI – Vasto – Chieti – ABRUZZO
BUONDORMIRE – Palinuro – Salerno – CAMPANIA
CHIAIA DI LUNA – Ponza – Latina – LAZIO
CALA DELLE CALDANE  – Isola del giglio – Grosseto –  TOSCANA
CALA DI FORNO – Magliano in Toscana – Grosseto – TOSCANA
TORRE SALSA – Siculiana – Agrigento – SICILIA
SPIAGGIA di MARINELLA  aCapo Rizzuto – Calabria
BAIA DEL SILENZIO – Sestri Levante – Genova – LIGURIA
DUE SORELLE – Sirolo – Ancona – MARCHE

Travel blogger, fotografo ed influencer per diversi siti web ma soprattutto per il mio blog “I VIAGGI DI SPEEDY”. Ho visitato 48 nazioni diverse e uno stato “de facto” come la Transnistria. Ho messo piedi in tutti gli stati dell’Europa ad eccezione dell’Albania. Brand Ambassador per diverse aziende italiane e internazionali. Fondatore del fanclub unofficial su Luciano Ligabue più famoso del web lucianoligabuefanclub.com