Minsk capitale della Bielorussia: 14 cose da vedere tra monumenti e statue di Lenin

Standard

Quali sono le cose da vedere a Minsk? Cosa c’è da fare a Minsk? Merita una visita la capitale della Bielorussia? Queste sono le domande che sempre più frequentemente mi vengono fatte in merito a Minsk (in bielorusso: Мінск o Менск, in russo: Минск).
Minsk secondo me è una delle capitali più sottovalutate d’Europa e visto che da un paio di anni i viaggiatori possono entrare in Bielorussia esibendo soltanto il passaporto senza il visto (ne parlerò sotto) questa soluzione offre a tutti noi grandi opportunità per conoscere al meglio e dal vivo la storia di un paese ancora poco noto alla maggioranza dei viaggiatori.

A Minsk il sentimento nazionale e la propaganda sono molto radicati nel pensiero e nel paesaggio cittadino e non è difficile infatti vedere numerosi slogan in rosso e verde (il colore della bandiera nazionale) con scritto frasi patriottiche o imbattersi in palazzi colorati di rosso e verde.


COSA FARE A MINSK

Iniziamo il nostro viaggio virtuale nella città di Minsk tra i suoi colori, le sue strade, i suoi palazzi e i suoi monumenti che hanno spesso qualcosa tra voglia di occidente e il periodo comunista. Sono stato a Minsk diverse volte e per tale motivo spero di esservi utile nei miei consigli:

MUSEO DELLA GRANDE GUERRA PATRIOTTICA

si trova nella parte bassa della città e raccoglie reperti d’ogni genere riguardanti la Seconda Guerra Mondiale

TEATRO NAZIONALE DELL’OPERA E DEL BALLETTO

Il Teatro Accademico Nazionale Bolshoi dell’Opera e del Balletto della Repubblica di Bielorussia è stato fondato nel 1933 come Teatro Statale dell’Opera e del Balletto di Belarus, sulle basi della Scuola di Opera e Balletto Bielorussa.

IL CIRCO DI MINSK

Merita una visita almeno dall’esterno anche il Circo di Stato di Bielorussia, quantomeno per la curiosità che suscita in noi occidentali un vero e proprio edificio dedicato al circo. Giocolieri, funamboli e clown decorano l’esterno di questa piccola arena.

BIBLIOTECA NAZIONALE

La particolare struttura dell’edificio (alto 72 metri), è composta da 22 piani e può ospitare circa 2000 lettori, più altri 500 nella sala conferenze. Al suo interno possiamo trovare oltre 8 milioni di titoli riguardanti i più svariati argomenti.La particolare struttura dell’edificio (alto 72 metri), è composta da 22 piani e può ospitare circa 2000 lettori, più altri 500 nella sala conferenze. Al suo interno possiamo trovare oltre 8 milioni di titoli riguardanti i più svariati argomenti.

PARCO GORKY

Un bellissimo ed enorme parco nel cuore della città di Minsk, posto ideale rilassarsi, fare sport, fare camminate e divertirsi. Posto adatto a famiglie, coppie e bambini visto la varietà e la grandezza del parco. Al suo interno c’è anche il Palazzo del Ghiaccio e pista coperta di pattinaggio su lame.

PIAZZA DELLA VITTORIA

Uno dei punti più importanti centrali della città dove si erge, uno dei monumenti più significativi della capitale: l’Obelisco alla Vittoria, alto 130 cm, in cima al quale si erge la Vittoria. Sul piedistallo dell’obelisco, invece, risiede una fiamma eterna, in memoria delle guerre che hanno devastato la Bieloussia.

PIAZZA DELL’INDIPENDENZA

Di fatto segna l’inizio della strada principale che attraversa la città.

CATTEDRALE DELLO SPIRITO SANTO

La Cattedrale dello Spirito Santo si trova nel cuore della città. Questa magnifica chiesa è un simbolo di Minsk e un luogo molto importante per i bielorussi cristiani ortodossi,

CHIESA DEI SANTI SIMONE ED ELENA

Comunemente conosciuta come la Chiesa Rossa, è un edificio di culto romano cattolico, la cui costruzione avvenne nei primi anni del Novecento, su progetto di Tomasz Pajzderski e Wladislaw Marconi.

STATUA DI LENIN E IL PALAZZO DEL GOVERNO

Per i nostalgici del comunismo non si può perdere la statua di Lenin proprio all’ingresso del palazzo del governo di  Minsk.

METROPOLITANA

Sicuramente non sarà come la metropolitana della “sorella” Mosca ma tra un cambio metro e l’altro vale la pena soffermarsi a far qualche foto dentro la metropolitana di Minsk tra le sue statue, mosaici, lampadari e tanto altro.

IL MUSEO DELL’ARCHITETTURA E VITA RURALE

E’ un museo a cielo aperto: aperto ai visitatori nel 1985 con 151 ettari del territorio si trovano nella pittoresca zona periferica, a 4 km da Minsk. La collezione del museo conta più di 22.000 articoli e tante chicche della vita della vecchie Bielorussia.

PIAZZA OTTOBRE

E’ una piazza nel centro di Minsk e al suo lato est ci sono aree limitate agli edifici del Palazzo della Cultura , il Museo della Grande Guerra Patriottica e il Palazzo della Repubblica di Minsk. Intorno alla piazza si trova la Camera Centrale degli Ufficiali, la residenza del Presidente della Bielorussia e il Teatro Accademico Nazionale Yanka Kupala.

IL MERCATO DI MINSK

Forse per molti poco importante ma quando vado in una nuova nazione amo andare nei mercati per mescolarmi tra la gente e vivere la loro quotidianità.


COME ARRIVARE A MINSK

Partiamo dalle informazioni essenziali su come arrivare a Minsk: chi viaggia in aereo deve sapere che l’aeroporto internazionale della capitale è Minsk 2, situato a 42 km circa dal centro della città e ben collegato con bus e taxi.
Se invece volete viaggiare in treno, la stazione centrale di Minsk-Passazhyrski è raggiunta dalle linee che da Varsavia porta Mosca attraversandola da ovest verso est oppure la linea che da sud porta verso nord Kiev verso Vilnius.
L’ultima opportunità è andare in autobus ma personalmente poco consigliata visto che i treni sono molto comodi ed economici ma in ogni caso la stazione degli autobus di riferimento è Bobruyskaya.


VISTO GRATUITO SE ARRIVATE ALL’AEROPORTO DI MINSK E RIMANETE IN BIELORUSSIA PER MASSIMO 30 GIORNI

Visto gratuito per la Bielorussia dal 2018 se arrivate all’aeroporto di Minsk


VITA NOTTURNA A MINSK

Siamo ormai giunti alla conclusione del nostro viaggio alla scoperta di Minsk e prima di lasciare la capitale bielorussa, c’è un’ultima cosa da fare molto importante che è quella di vivere la nightlife di Minsk.

Minsk è una città dai due volti: calma e tranquilla di giorno e trasgressiva di sera. La capitale bielorussa ha una vita notturna molto travolgente con una buona varietà di locali notturni dove trascorre le proprie serate divertendosi tra qualche drink e della buona musica. Le ragazze di Minsk sapranno ammaliarvi con la loro bellezza e in certi momenti vi sembrerà addirittura di essere ad una sfilata di moda visto le si vestono veramente molto bene anche per andare a comprare il pane … figuratevi per le uscite serali 🙂

Alcuni dei locali notturni dove trascorrere le proprie serate a Minsk sono: il DoZari, il Black House Club, il Madison Royal Club o il Next Night Club.

Altrimenti sempre più di moda nell’ultimo periodo è frequentare i tanti bar che popolano la via Zybitskaya e la via Oktabrskaya per qualche serata magari più soft.


LA MAPPA


BOOK FOTOGRAFICO ESTATE 2013

CLICCA QUI PER VISIONARE IL Book fotografico di Minsk (Bielorussia) 2013

Book fotografico di Minsk (Bielorussia) 2013


BOOK FOTOGRAFICO AUTUNNO 2014

CLICCA QUI PER VISIONARE IL Book fotografico di Minsk (Bielorussia) 2014

Book fotografico di Minsk (Bielorussia) 2014

Visto per la Bielorussia: costo, documentazione e tempi dell’Ambasciata Bielorussa

Standard

Per visitare la Repubblica di Bielorussia i cittadini italiani devono munirsi del visto d’ingresso all’Ambasciata della Repubblica di Belarus a Roma tranne se vi recate per turismo per massimo 30 giorni,  arrivando e ripartendo SOLTANTO dall’aeroporto di Minsk (leggere bene l’articolo sottostante)

Visto gratuito per la Bielorussia dal 2018 se arrivate all’aeroporto di Minsk


Informazioni importanti per la richiesta di tutti i tipi di visti d’ingresso a pagamento

La procedura ordinaria di rilascio del visto d’ingresso richiede 5 giorni lavorativi (a partire dalla data di presentazione di tutti i documenti richiesti). Per la procedura urgente sono previste invece 48 ore.

Si ricorda che, indipendentemente dal tipo di visto richiesto, sul territorio della Repubblica di Belarus è possibile rimanere solo 90 giorni all’anno.

Il modulo di richiesta del visto d’ingresso deve essere compilato in tutte le voci e firmato dal richiedente.

Scaricare il formulario.

Al formulario di richiesta del visto è necessario allegare una copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione). Se l’assicurazione è stata rilasciata in lingua diversa dal russo, bielorusso oppure l’inglese, L’Ufficio d’immigrazione della Repubblica di Bielorussia per la registrazione di un cittadino straniero richiede una traduzione autenticata in una delle lingue sopraindicate.

Al formulario di richiesta del visto d’ingresso si allega anche una fototessera recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto.

Il visto d’ingresso per i minori di anni 14 è gratuito

La richiesta del visto d’ingresso tramite servizio postale o corriere

La richiesta del visto d’ingresso può essere effettuata anche tramite il servizio postale o un corriere. In tale caso, alla documentazione richiesta, si allega un assegno circolare non trasferibile, intestato all’Ambasciata della Repubblica di Belarus in Italia.

Inoltre, per la spedizione di passaporti ai richiedenti del visto a mezzo di un corriere è richiesta una busta con indicazione dell’indirizzo del destinatario.

Compiute le formalità di rilascio del visto d’ingresso, l’Ufficio Consolare può provvedere a rispedire il passaporto tramite un corriere. Tutti i costi della spedizione saranno a carico del destinatario.

Nel caso di mancato rispetto delle modalità previste per la richiesta del visto d’ingresso, tutti i documenti saranno rispediti al richiedente senza visto e senza preavviso sempre a mezzo di un corriere (a carico del destinatario).

L’Ufficio Consolare non assume alcuna responsabilità per lo smarrimento dei documenti o dei valori durante la spedizione ovvero per un ritardo della loro consegna.

Il Consolato si riserva il diritto di richiedere ulteriori documenti che riterrà indispensabili per il rilascio del visto.

L’Ufficio Consolare rilascia i seguenti tipi di visti

Visto per Visita Privata

ll visto per visita privata si rilascia ai cittadini stranieri che intendono recarsi nella Repubblica di Belarus per visitare conoscenti, amici o parenti di cittadinanza bielorussa residenti sul territorio bielorusso.

Documenti da presentare:

  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura del richiedente);
  • una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • Lettera d’invito rilasciata da parte di un cittadino bielorusso in originale – vedi annotazione

Annotazione: Il visto di visita privata per il soggiorno non superiore ai 30 giorni può essere richiesto senza presentare l’invito del cittadino bielorusso. Tuttavia al punto 21, 22, 23 del formulario occorre indicare il nome e cognome del cittadino bielorusso che sarà il vostro referente in Belarus e che vi ospiterà. È indispensabile indicare l’indirizzo dell’albergo o della casa privata dove pernotterete durante il soggiorno in Belarus.Se invece la durata del soggiorno nella Repubblica di Belarus è superiore ai 30 giorni occorre procurarsi l’invito in originaledel cittadino bielorusso residente nella Repubblica di Belarus. L’invito può essere formalizzato a cura del cittadino bielorusso presso l’Ufficio di Migrazione e Cittadinanza più vicino al luogo di residenza.
Inoltre tale invito può essere formalizzato presso il Consolato della Repubblica di Belarus a Roma o a Milano. I cittadini bielorussi possono trovare le relative informazioni su questo sito (disponibile solo in lingua russa).
Il visto annuale per visita privata può essere rilasciato esclusivamente ai parenti stretti dei cittadini bielorussi e solo dietro la presentazione dell’originale dell’invito del cittadino bielorusso.

Il pagamento dei diritti consolari per il rilascio di visto viene riscosso al momento della presentazione dei documenti (in contanti o con assegno circolare) ed il suo ammontare varia in base al numero di ingressi nel periodo di validità del visto.

Tutti i tipi dei visti individuali Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
60 euro 120 euro

 

Visto per affari

Il visto per affari si rilascia a:

  • dirigenti e funzionari delle aziende, enti e organizzazioni straniere che si recano in Belarus per svolgere le trattative inerenti all’istituzione e l’attività delle aziende miste e straniere sul territorio bielorusso;
  • esperti stranieri diretti in Belarus per partecipare alla preparazione e svolgimento delle mostre e fiere, nonché per fornire l’assistenza tecnica e le consulenze alle persone giuridiche di nazionalità bielorussa;
  • esponenti di cultura e dell’arte che si recano in Belarus per promuovere lo sviluppo dei rapporti culturali o per un tourné;
  • scienziati che si recano in Belarus per partecipare ai convegni e seminari scientifici, alle ricerche scientifiche o alle trattative d’affari;
  • esponenti di religione e sacerdoti che si recano in Belarus per svolgere i riti religiosi e le attività missionarie — dietro approvazione del Consiglio per le Religioni presso il Consiglio dei Ministri della Repubblica di Belarus;
  • cittadini stranieri che si recano in Belarus con la missione di beneficienza o per aiuti umanitari;
  • capi e funzionari delle rappresentanze delle aziende straniere, banche, organizzazioni pubbliche debitamente registrate nella Repubblica di Belarus;
  • sportivi e membri delle delegazioni sportive;
  • studenti per lo svolgimento del tirocinio

La richiesta di un visto per affari presuppone che il richiedente si rechi nella Repubblica di Belarus sull’invito delle strutture amministrative, commerciali, industriali, organizzazioni scientifiche, d’istruzione, sociali, religiose, società culturali ed altre persone giuridiche di nazionalità bielorussa di qualsiasi forma di proprietà. Le rappresentanze delle aziende straniere, banche straniere ed ecc. non hanno la personalità giuridica bielorussa e sono, dunque, sprovviste del diritto di invitare. La richiesta di un visto d’affari per l’ingresso nella Repubblica di Belarus significa anche che il richiedente già collabora con l’invitante in base ad un contratto o si reca in Belarus al fine di stabilire rapporti commerciali o umanitari. Sono da indicare nel Formulario di richiesta di visto d’ingresso la denominazione ufficiale e la sede legale dell’organizzazione invitante.

Documenti da presentare:

  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura del richiedente);
  • una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • Lettera d’invito rilasciata da parte di una persona giuridica di nazionalità bielorussa in originale o in copia – vedi annotazione

Annotazione: Il visto per affari per il soggiorno non superiore ai 30 giorni può essere richiesto senza presentare l’invito dell’organizzazione/ditta bielorussa. Tuttavia al punto 21, 22, 23 del formulario occorre indicare il titolo dell’organizzazione o della dittà che sarà il vostro referente in Belarus e che vi ospiterà. È indispensabile indicare l’indirizzo dell’hotel o della casa privata dove pernotterete durante il soggiorno in Belarus. Se invece la durata del soggiorno nella Repubblica di Belarus è superiore ai 30 giorni occorre procurarsi la lettera dell’invito in originale o in fotocopia dell’organizzazione o della ditta bielorussa con sede nella Repubblica di Belarus.

Tale invito deve essere redatto sulla carta intestata dell’organizzazione bielorussa, con il numero di protocollo, la firma del Dirigente ed il timbro dell’organizzazione, nonché contenere le seguenti informazioni:

    1. cognome, nome, anno di nascita, numero del passaporto, cittadinanza ed incarico della persona invitata;
    2. motivo e date della visita,
    3. impegni della parte invitante inerenti il rispetto delle regole di soggiorno e di registrazione sul territorio bielorusso dei cittadini stranieri invitati in Belarus.Il modello della lettera dell’invito per affari può essere richiesto dall’organizzazione bielorussa al Ministero degli Affari Esteri o al Ministero degli Interni della Repubblica di Belarus.

Scaricare il modulo d’invito (per il periodo 30-90 giorni consecutivi)

Scaricare il modulo d’invito (per il periodo annuale)

Il pagamento dei diritti consolari per il rilascio di visto viene riscosso al momento della presentazione dei documenti (in contanti o con assegno circolare) ed il suo ammontare varia in base al numero di ingressi nel periodo di validità del visto.

Per richiedere il visto d’ingresso per affari annuale multiplo occorre presentare ulteriori documenti:

  • invito da parte dell’azienda-partner bielorussa in originale;
  • estratto del registro unico delle imprese dell’azienda bielorussa in originale oppure una copia del certificato di registrazione autenticato dal notaio bielorusso con autentica originale;
  • il contratto di collaborazione;

! Per il visto annuale la fotocopia del contratto deve essere firmata e timbrata con indicazione che la copia conforme all’originale su ogni pagina da una delle parte del contratto. Altrimenti si prega presentare l’originale del contratto per dichiarare la conformità della copia.

  • certificato del datore di lavoro del richiedente, attestante che esso lavora presso l’azienda italiana che ha firmato il contratto con la società bielorussa (sulla carta intestata, con timbro e firma del responsabile)
Tutti i tipi dei visti individuali
Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
60 euro 120 euro

Visto turistico

Il visto turistico si rilascia ai cittadini stranieri che intendono recarsi in Belarus per motivi turistici. I cittadini stranieri che non soddisfano i requisiti necessari per la richiesta del visto d’ingresso per visita privata o per affari perchè non hanno nessun referente nella Repubblica di Belarus (non conoscono nessuna persona di cittadinanza bielorussa o organizzazione bielorussa che possa fare loro da referente durante il soggiorno sul territorio di Belarus o che li possa ospitare durante il soggiorno), possono in alternativa richiedere il visto turistico.

Documenti da presentare:

  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura del richiedente);
  • Una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • Passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • Per i viaggi meno di 10 giorni – prenotazione dell’albergo sulla carta intestata per il periodo del viaggio oppure l’invito dall’agenzia di viaggi bielorussa in originale o in fotocopia
  • Per i viaggi oltre i 10 giorni – l’invito dall’agenzia di viaggi bielorussa in originale o in fotocopia con programma dettagliato del viaggio.

Il visto turistico collettivo: Il costo del visto per ogni persona del gruppo turistico è di EURO 10 (nei casi di urgenza — EURO 20).

Tutti i tipi dei visti individuali
Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
60 euro 120 euro

Visto collettivo

Il visto collettivo può essere richiesto da un gruppo di persone (minimo 5) che intendono recarsi in Belarus in gruppo. I membri di tale gruppo hanno obbligo di entrare in Belarus, spostarsi, soggiornare e lasciare il paese tutti insieme.

Documenti da presentare:

  • elenco del gruppo (incluso il cognome, nome, anno di nascita, numero di passaporto, scadenza, cittadinanza)
  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura di ogni membro del gruppo);
  • una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • Lettera d’invito rilasciata da parte di una persona giuridica di nazionalità bielorussa in originale o in copia;
Visto collettivo Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
Per ogni persona 10 euro/persona

20 euro/persona

Visto di transito

Il visto di transito può essere richiesto dai cittadini stranieri che, recandosi in un terzo paese, dovranno attraversare il territorio nazionale della Repubblica di Belarus. La validità del visto di transito non supera 48 ore.
Documenti da presentare:

  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura del richiedente);
  • una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • fotocopia del visto del paese di destinazione o l’informazione attestante l’itinerario del viaggio.
Tutti i tipi dei visti individuali
Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
60 euro 120 euro

Visto per motivi di studio

Il visto per motivi di studio viene rilasciato per un massimo di 30 giorni ai cittadini stranieri che devono sostenere gli esami d’ammissione agli atenei bielorussi, diretti in Belarus allo scopo di conclusione di un contratto per gli studi, nonché ai partecipanti dei corsi di studi di breve durata (fino a 3 mesi).

Documenti da presentare:

  • Formulario di richiesta di visto d’ingresso (il formulario deve essere compilato in stampatello, in tutte le sue parti, a cura del richiedente);
  • una fototessera a colori (recente, fatta sullo sfondo bianco che deve corrispondere ai seguenti requisiti: dimensione fototessera — 35×45 mm, viso — 80% della superficie di foto);
  • copia della polizza di assicurazione sanitaria che copre tutta la durata del visto (stipulata con qualsiasi compagnia di assicurazioni con i massimali non inferiori al € 10.000, con la specifica della sua validità per la Repubblica di Belarus, e con indicazione delle generalità dell’assicurato e nominazione, indirizzo e recapiti della compagnia di assicurazione)
  • passaporto in corso di validità con la scadenza non inferiore ai 3 mesi dopo la scadenza del visto;
  • Lettera d’invito di un ateneo bielorusso in originale.
Tutti i tipi dei visti individuali
Procedura ordinaria Procedura d’urgenza
60 euro 120 euro

Rilascio di visti d’ingresso nella Repubblica di Belarus all’Aeroporto Nazionale Minsk-2

I visti d’ingresso possono essere rilasciati dall’Ufficio Consolare presso l’Aeroporto Nazionale Minsk-2 ai cittadini stranieri che si recano nella Repubblica di Belarus per motivi urgenti solamente dietro la presentazione di una copia della lettera di invito, l’originale della quale è stato consegnato all’Ufficio Consolare presso l’Aeroporto Nazionale Minsk-2 almeno 3 giorni lavorativi prima dell’arrivo previsto.

In caso di malattia grave o morte di un parente è sufficiente presentare la documentazione comprovante tale circostanza.

Ulteriori Informazioni sono disponibili sul sito del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus http://mfa.gov.by/en/visa/airport/ (inglese).

Registrazione obbligatoria degli stranieri in Belarus

Si ricorda che i cittadini stranieri soggiornanti temporaneamente sul territorio della Repubblica di Belarus sono tenuti di presentarsi entro 5 giorni lavorativi dall’ingresso nel paese, presso l’Ufficio di Migrazione e Cittadinanza più vicino al luogo del soggiorno, per completare la pratica di registrazione obbligatoria per gli stranieri. Se il cittadino straniero è in possesso del visto turistico e soggiorna in un albergo, sarà la cura dell’amministrazione alberghiera effettuare la registrazione all’Ufficio di Migrazione. Se il cittadino straniero è ospitato da un cittadino bielorusso o da un’organizzazione/ditta bielorussa, la registrazione all’Ufficio di Migrazione è obbligatoria: in tal caso il cittadino straniero si reca all’Ufficio di Migrazione insieme al cittadino bielorusso che lo ospita o il rappresentante della ditta bielorussa, sono tenuti entro 5 giorni lavorativi dall’ingresso nel paese.


LA MAPPA


I MIEI ARTICOLI SULLA BIELORUSSIA

Minsk capitale della Bielorussia: 14 cose da vedere tra monumenti e statue di Lenin
Quali sono le cose da vedere a Minsk? Cosa c’è da fare a Minsk? Merita una visita la capitale della
Leggi di più
Visto per la Bielorussia: costo, documentazione e tempi dell’Ambasciata Bielorussa
Per visitare la Repubblica di Bielorussia i cittadini italiani devono munirsi del visto d’ingresso all’Ambasciata della Repubblica di Belarus a
Leggi di più
Visto gratuito per la Bielorussia dal 2018 se arrivate all’aeroporto di Minsk
Da sempre per l’ingresso in Bielorussia è stato obbligatorio il visto d’ingresso tra ambasciate, consolati e agenzie ma il Presidente
Leggi di più
Weekend in Bielorussia a Mahilëŭ: la città alle sponde del fiume Dnepr
Mahilëŭ (in bielorusso Магілёў, in russo: Могилёв, Mogilёv) è una città della Bielorussia orientale, capoluogo della voblasc’ omonima. Sorge sul
Leggi di più
Weekend a Gomel (Bielorussia) a 30 anni dal vicino disastro di Chernobyl
Homel’ (in bielorusso: Гомель?, traslitterato: Homel; in russo: Гомель, traslitterato: Gomel) è la seconda città più popolosa della Bielorussia con
Leggi di più
Weekend a Brest (Bielorussia) città eroina dell’Unione Sovietica con la sua fortezza
Se citiamo la città di Brest/Brěst (in bielorusso Брэст) non possiamo dimenticare la fortezza di Brěst: divenne il teatro della
Leggi di più
La frontiera di Terespol (Polonia): crocevia verso Brest (Bielorussia) e la Russia
Terespol è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una decina di chilometri da Brest in Bielorussia. Sul
Leggi di più
La frontiera di Kuźnica Białystok (Polonia): terra del contrabbando dalla vicina Grodno/Hrodna (Bielorussia)
Białystok è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una ottantina di chilometri da Grodno/Hrodna o Гро́дна che
Leggi di più
Weekend a Grodno/Hrodna: città sospesa tra Polonia e Bielorussia
Hrodna (in bielorusso: Гро́дна; in russo: Гро́дно, traslitterato: Grodno; in polacco: Grodno; in lituano: Gardinas) è una città della Bielorussia,
Leggi di più
Tutto quello che c’è da sapere sulle ferrovie dell’ex Unione Sovietica tra Russia, Ucraina e Bielorussia
Che abbia un debole per i paesi dell’ex Unione Sovietica non è stato mai un segreto ma durante i miei articoli
Leggi di più

Visto gratuito per la Bielorussia dal 2018 se arrivate all’aeroporto di Minsk

Standard

Da sempre per l’ingresso in Bielorussia è stato obbligatorio il visto d’ingresso tra ambasciate, consolati e agenzie ma il Presidente della Repubblica Alexander Lukashenko il 24 luglio 2018 ha dato una svolta storica: entrare in Bielorussia per turismo sarà molto più facile e addirittura senza visto. In un periodo storico dove tantissime nazioni tendono a chiudere le proprie frontiere, la Bielorussia (nazione più chiusa d’Europa) apre timidamente le porte ed elimina il visto di ingresso per chi si reca a Minsk per turismo per massimo 30 giorni e arriva/riparte SOLTANTO dall’aeroporto di Minsk.
NON E’ POSSIBILE LASCIARE LA NAZIONE TRAMITE LE FRONTIERE TERRESTI CONFINANTI COME LITUANIA, POLONIA, UCRAINA, LETTONIA, RUSSIA.

I cittadini stranieri devono possedere il passaporto valido o il documento sostitutivo destinato per i viaggi all’estero, denaro per ogni giorno di permanenza in rubli bielorussi o equivalenti di circa 25€ per ogni giorno di permanenza oppure di circa  615€ per tutto il soggiorno in caso che il viaggio duri fino ad un massimo di 30 giorni e infine la polizza di assicurazione medica per un importo non inferiore a 10 mila euro che si può acquistare direttamente all’arrivo in aeroporto di Minsk per un costo di circa 0.50€ al giorno per ogni giorno di permanenza in territorio Bielorusso.
La norma senza visti non si applica neanche ai cittadini stranieri che entrano la Belarus per gli scopi di lavoro, affari o istruzione, in caso se la durata del soggiorno supera 30 giorni.

La durata del soggiorno senza visto si calcola in interi giorni di calendario. Il primo giorno corrisponde alla data d’arrivo, l’ultimo invece alla data di partenza (indipendentemente dalle ore di arrivo o di partenza). Il periodo del soggiorno senza visto come già detto non può essere esteso oltre i 30 giorni stabiliti.


LA MAPPA


I MIEI ARTICOLI SULLA BIELORUSSIA

Minsk capitale della Bielorussia: 14 cose da vedere tra monumenti e statue di Lenin
Quali sono le cose da vedere a Minsk? Cosa c’è da fare a Minsk? Merita una visita la capitale della
Leggi di più
Visto per la Bielorussia: costo, documentazione e tempi dell’Ambasciata Bielorussa
Per visitare la Repubblica di Bielorussia i cittadini italiani devono munirsi del visto d’ingresso all’Ambasciata della Repubblica di Belarus a
Leggi di più
Visto gratuito per la Bielorussia dal 2018 se arrivate all’aeroporto di Minsk
Da sempre per l’ingresso in Bielorussia è stato obbligatorio il visto d’ingresso tra ambasciate, consolati e agenzie ma il Presidente
Leggi di più
Weekend in Bielorussia a Mahilëŭ: la città alle sponde del fiume Dnepr
Mahilëŭ (in bielorusso Магілёў, in russo: Могилёв, Mogilёv) è una città della Bielorussia orientale, capoluogo della voblasc’ omonima. Sorge sul
Leggi di più
Weekend a Gomel (Bielorussia) a 30 anni dal vicino disastro di Chernobyl
Homel’ (in bielorusso: Гомель?, traslitterato: Homel; in russo: Гомель, traslitterato: Gomel) è la seconda città più popolosa della Bielorussia con
Leggi di più
Weekend a Brest (Bielorussia) città eroina dell’Unione Sovietica con la sua fortezza
Se citiamo la città di Brest/Brěst (in bielorusso Брэст) non possiamo dimenticare la fortezza di Brěst: divenne il teatro della
Leggi di più
La frontiera di Terespol (Polonia): crocevia verso Brest (Bielorussia) e la Russia
Terespol è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una decina di chilometri da Brest in Bielorussia. Sul
Leggi di più
La frontiera di Kuźnica Białystok (Polonia): terra del contrabbando dalla vicina Grodno/Hrodna (Bielorussia)
Białystok è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una ottantina di chilometri da Grodno/Hrodna o Гро́дна che
Leggi di più
Weekend a Grodno/Hrodna: città sospesa tra Polonia e Bielorussia
Hrodna (in bielorusso: Гро́дна; in russo: Гро́дно, traslitterato: Grodno; in polacco: Grodno; in lituano: Gardinas) è una città della Bielorussia,
Leggi di più
Tutto quello che c’è da sapere sulle ferrovie dell’ex Unione Sovietica tra Russia, Ucraina e Bielorussia
Che abbia un debole per i paesi dell’ex Unione Sovietica non è stato mai un segreto ma durante i miei articoli
Leggi di più

Weekend in Bielorussia a Mahilëŭ: la città alle sponde del fiume Dnepr

Standard

Mahilëŭ (in bielorusso Магілёў, in russo: Могилёв, Mogilёv) è una città della Bielorussia orientale, capoluogo della voblasc’ omonima. Sorge sul fiume Dnepr, in una zona collinare situata circa 180 km a est di Minsk.

Il punto di riferimento più notevole della città è il municipio della fine del XVII secolo , chiamato Ratuša, che fu costruito durante i tempi del Commonwealth polacco-lituano . La grande torre del municipio ha subito gravi danni durante la Grande Guerra del Nord e la Grande Guerra Patriottica . Fu infine demolito nel 1957 e ricostruito nella sua forma prebellica nel 2008.

Non può passare inosservato il palazzo dei governo con la statua di Lenin che troneggia al suo ingresso

Un altro punto di riferimento importante di Mogilev è la cattedrale di San Stanislao a sei colonne, costruita in stile barocco tra il 1738 e il 1752 e caratterizzata da affreschi.
Il convento di San Nicola conserva la sua magnifica cattedrale del 1668, così come l’iconostasi originale, il campanile, le mura e le porte. È attualmente in esame per diventare un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Punti di riferimento minori includono il palazzo arcivescovile e l’arco commemorativo, entrambi risalenti al 1780, e l’enorme teatro in una miscela di stili neo-rinascimentali e di revival russo .
Infine per gli amanti del calcio c’è anche il piccolo stadio della città, molto piccolino ma carino.


COME ARRIVARE A MAHILËŬ

Da Minsk a Mogilёv la via più breve e comodo è andare in bus. Dalla stazione degli autobus partono i minibus per tutta la nazione che in circa 3 ore vi porterà a questa piccola cittadina della Bielorussia orientale.


LA MAPPA


IL MIO BOOK FOTOGRAFICO

mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_001mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_002mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_003mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_004mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_005mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_006mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_007mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_008mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_009mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_009mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_010mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_011mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_012mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_013mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_014mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_015mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_016mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_017mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_018mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_019mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_020mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_021mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_022mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_023mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_024mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_025mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_026mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_027mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_028mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_029mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_030mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_031mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_032mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_033mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_034mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_035mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_036mogilev_2014_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_037mogilev_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_028

Weekend a Gomel (Bielorussia) a 30 anni dal vicino disastro di Chernobyl

Standard

Homel’ (in bielorusso: Гомель?, traslitterato: Homel; in russo: Гомель, traslitterato: Gomel) è la seconda città più popolosa della Bielorussia con mezzo milione di abitanti ma ciò nonostante non è una città che offre molto e mi sono fermato qui una notte soltanto per spezzare il viaggio che mi ha portato da Kiev a Minsk. Gomel si trova nella parte settentrionale della pianura di Dnieper, nei pressi del confine ucraino e della dismessa centrale nucleare di Černobyl’. Pur essendo stata fortemente contaminata in seguito al disastro di Chernobyl del 1986, la città continua ad essere abitata.

La città non è meta turistica d’eccellenza, come tutta la Bielorussia, nonostante ciò possiede alcune attrattive, esse si trovano principalmente nel parco presso il fiume Sož e comprendono il Palazzo Paskevič, la bellissima cappella, il Giardino d’Inverno e altri palazzi secondari.
Ovviamente come in tutta la Bielorussia è immancabile anche qui a Gomel la statua di Lenin vicino al palazzo del governo.

Il Cesio 137 (periodo di dimezzamento di circa 30 anni) si accumula nei tessuti muscolari, in particolare nel cuore. Il 70% dei bambini residenti nella regione di Gomel, la più colpita dalle radiazioni, soffre di disturbi cardiaci: aritmie e per fortuna molto più di rado di infarto miocardico precoce. I danni riguardano anche l’occhio, causando cataratta precoce nel 25% dei bambini. Infine, passando nel latte materno, questo isotopo può provocare nel neonato sindromi da immunodeficienza simili all’AIDS.


COME ARRIVARE A GOMEL

La mia esperienza per arrivare a Gomel è con un bus che collega Kiev (Ucraina), proprio con prima cittadina della Bielorussia. Se invece vi trovate già in Bielorussia vi consiglio di prendere i treni locali che sono abbastanza confortevoli ed economici


LA MAPPA


IL MIO BOOK FOTOGRAFICO

gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_001gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_002gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_003gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_004gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_005gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_006gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_007gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_008gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_009gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_010gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_011gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_012gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_013gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_014gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_015gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_016gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_017gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_018gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_019gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_020gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_021gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_022gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_023gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_024gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_025gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_026gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_027gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_028gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_029gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_030gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_031gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_032gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_033gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_034gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_035gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_036gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_037gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_038gomel_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_039

Weekend a Brest (Bielorussia) città eroina dell’Unione Sovietica con la sua fortezza

Standard

Se citiamo la città di Brest/Brěst (in bielorusso Брэст) non possiamo dimenticare la fortezza di Brěst: divenne il teatro della prima grande battaglia tra soldati sovietici e le forze tedesche. L’artiglieria tedesca bombardò pesantemente la fortezza; comunque i successivi tentativi di prenderla rapidamente con la fanteria fallirono, e i tedeschi iniziarono un lungo assedio che vide circa 4.000 soldati rinchiusi nella fortezza, respingendo gli assalti tedeschi.
La fortezza di Brest ricevette il titolo di “Fortezza eroina” nel 1965.


COSA VEDERE A BREST

La fortezza di Brest è uno di quei luoghi che vanno visitati in Bielorussia ed è fra l’altro, il più importante sito d’interesse turistico a Brest. Dopo la guerra la fortezza non fu restaurata del tutto. Sul suo territorio, per ricordare le gesta eroiche dei difensori, negli anni 1969-1971 sorse il monumento commemorativo. L’insieme architettonico – scultoreo del monumento include la struttura principale «Il coraggio», l’obelisco-baionetta, la composizione scultorea «La sete», la piazza delle Cerimonie, 3 file di lastre commemorative con le tumulazioni dei caduti, le rovine e le parti conservate della fortezza. Il memoriale ha inizio nell’entrata principale monumentale che raffigura un’enorme stella ritagliata all’interno di un blocco di cemento. Qui si sentono la canzone di A. Alexandrov «La guerra santa» e la comunicazione radio del governo sull’attacco dell’Unione Sovietica da parte delle truppe della Germania nazista. Il centro strutturale dell’insieme è il monumento «Il coraggio», la scultura a mezzo busto di un guerriero alta 33,5 metri, sull’altro lato della quale vi sono dei bassorilievi che narrano alcuni episodi della difesa eroica della fortezza.Il Museo ferroviario di Brest è il primo museo ferroviario all’aperto in Bielorussia, inaugurato nel 2002 il museo si trova vicino alla Fortezza di Brest.E poi parchi, chiese ortodosse, un bellissimo centro città ricco di negozi e tanto altro


COME ARRIVARE A BREST

Nel mio viaggio a Brest ho optato per la via più comoda e più veloce, ovvero raggiungere in treno la cittadina al confine con la Polonia: un viaggio veloce, comodo ed economico.
Se invece venire dalla Polonia basta raggiungere la città di confine Terespol e poi attraversare il confine con il treno


LA MAPPA


IL MIO BOOK FOTOGRAFICO

brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_001brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_002brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_003brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_004brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_005brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_006brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_007brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_008brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_009brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_010brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_011brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_012brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_013brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_014brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_015brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_016brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_017brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_018brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_019brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_020brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_021brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_022brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_023brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_024brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_025brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_026brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_027brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_028brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_029brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_030brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_031brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_032brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_033brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_034brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_035brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_036brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_037brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_038brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_039brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_040brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_041brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_042brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_043brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_044brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_045brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_046brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_047brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_048brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_049brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_050brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_051brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_052brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_053brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_054brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_055brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_056brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_057brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_058brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_059brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_060brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_061brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_062brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_063brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_064brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_065brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_066brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_067brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_068brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_069brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_070brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_071brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_072brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_073brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_074brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_075brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_076brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_077brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_078brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_079brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_080brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_081brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_082brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_083brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_084brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_085brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_086brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_087brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_088brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_089brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_090brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_091brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_092brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_093brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_094brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_095brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_096brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_097brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_098brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_099brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_100brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_101brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_102brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_103brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_104brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_105brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_106brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_107brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_108brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_109brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_110brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_111brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_112brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_113brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_114brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_115brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_116brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_117brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_118brest_2013_bielorussia_www.giuseppespitaleri.com_119

La frontiera di Terespol (Polonia): crocevia verso Brest (Bielorussia) e la Russia

Standard

Terespol è una cittadina di frontiera della Polonia che dista solo una decina di chilometri da Brest in Bielorussia. Sul confine orientale polacco è terra di contrabbando e dopo l’ingresso della Polonia nell’area Schengen, il traffico verso la Bielorussia si è ridotto della metà e gli affari loschi da Brest  a Terespol sono un pò più difficili.

Di ritorno dal mio viaggio in Bielorussia, deciso di attraversare la frontiera verso la Polonia da Brest a Terespol in treno per poi aspettare la coincidenza con verso Varsavia e per fortuna non rifaccio l’esperienza traumatica fatta nella frontiera tra  Grodno e Białystok (vi lascio l’articolo sotto).

La frontiera di Kuźnica Białystok (Polonia): terra del contrabbando dalla vicina Grodno/Hrodna (Bielorussia)

Il viaggio procede tutto tranquillo, arrivati a Terespol scendiamo tutti dal treno insieme ai propri averi  e ci fanno passare bagaglio dopo bagaglio ai raggi-x per controllare la presenza di quantitativi eccessivi di sigarette e alcolici comprati in Bielorussia o altra roba illegale.
Adesso non mi resta che aspettare al bar il treno che mi porterà a Varsavia e noto una chicca in vetrina: una foto autografata del dittatore Bielorusso, Aleksandr Lukašenko 🙂
Terespol si trova lungo un’importante arteria stradale, che collega Berlino a Mosca, interessata da un progetto autostradale che dovrà affiancarla e che in Bielorussia è già esistente nella tratta Brěst-Borisov. Per via del suo “status” di città di frontiera conta un’importante stazione ferroviaria per i traffici nazionali ed internazionali. Fra i treni a lunga percorrenza è notevole un espresso chiamato Sibirjak, che da Berlino raggiunge la Russia per diramarsi in varie direzioni, fra cui Novosibirsk, al centro della Siberia.


LA MAPPA